mercoledì 2 luglio 2014

CineLibri: Frankenstein, di Mary Shelley

Titolo: Frankenstein
Titolo originale: Frankenstein or the modern Prometheus
Autore: Mary Shelley
Casa editrice: Feltrinelli
Anno di pubblicazione: 2008
Codice ISBN: 978-88-07-90071-6
L'Incipit
Sarai contenta di apprendere che nessun disastro ha turbato l'inizio dell'impresa a cui guardavi con presentimenti tanto infausti. Sono arrivato qui ieri ed il mio primo compito è rassicurare la mia cara sorella sulle mie buone condizioni e sulla crescita della mia fiducia nel successo di quanto ho intrapreso.

Cosa ne penso
Onestamente? Certi classici riletti in età adulta perdono molto del loro fascino. Ricordavo la storia di Frankenstein come una delle più terrificanti e affascinanti della mia infanzia, ma la verità è che oggi ho trovato questo romanzo mortalmente noioso. L'impianto narrativo è tipicamente ottocentesco e romantico, l'ambientazione gotica, gli episodi sono incatenati tra loro come il meccanismo di una scatola cinese, i personaggi descritti in modo piuttosto approssimativo. Resta valido il messaggio di condanna dell'uomo che per la troppa sete di sapere aspira a sostituirsi a Dio creando abominevoli mostri e l'audacia della scrittrice nell'affrontare questo tipo di narrazione, ma francamente il mito rende meglio al cinema, come dimostrano le innumerevoli versioni che si sono susseguite dai primi del Novecento. Ricordo brevemente il primo cortometraggio muto del 1910, di J. Searle Dawley, tutta la serie interpretata dall'attore Boris Karloff, la divertente parodia di Mel Brooks Frankenstein Junior del 1974, la più recente trasposizione di Kennegh Branagh (Frankestein di Mary Shelley, 1994) e l'ultimissimo I, Frankestein con Aaron Eckhart (2014).




Nessun commento:

Posta un commento

Recommendations by Engageya

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Alcuni immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via E-mail. Saranno immediatamente rimosse.