venerdì 30 maggio 2014

Libri: Il traghettatore, di William Peter Blatty

Titolo originale: Elsewhere
Autore: William Peter Blatty
Casa editrice: Fazi
Anno di pubblicazione: 2011
Codice ISBN: 978-88-6411-194-0
Dove e Quando: New York, 1993-1997

L'Incipit
La cornetta di un telefono rosa pallido incastrata sotto il mento, Joan Freeboard, nervosa, era in piedi davanti alla sua scrivania. Con una mano faceva frusciare le pagine dei suoi appunti, impaziente e accigliata, quasi stesse cercando il foglio che le avrebbe rivelato perché era venuta al mondo.

Cosa ne penso
Il romanzo non è male, si legge agevolmente, ma considerando che l'autore è Blatty mi aspettavo qualcosa di molto più terrificante. Certo, i fantasmi ci sono, ci sono anche gli esorcisti, c'è una terrificante casa infestata su un'isola dell'Hudson non lontana da Manhattan e un gruppetto di coraggiosi ospiti decisi a dimostrare che i fenomeni paranormali sono una bufala, però alla storia manca qualcosa di davvero emozionante. E poi, capisco che l'argomento sia tra i più sfruttati sia letterariamente che cinematograficamente, ma ho avuto davvero troppi dejà vu e dejà lu, come se l'autore durante la stesura si sia sparato la serie completa di American Horror Story, con un pizzico di The Others e Haunting. Mah, c'è di meglio.

Nessun commento:

Posta un commento

Recommendations by Engageya

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Alcuni immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via E-mail. Saranno immediatamente rimosse.