venerdì 30 novembre 2012

Ciao mondo, poche righe per dire che non sono stata spazzata via dal Mugnone in piena (ma ci sono andata molto, molto vicina martedì) e che ancora mi ricordo la password del mio account. Non me ne vogliate se non passo da voi e non rispondo ai messaggi, ma alle 20.30 sono già in branda.
Verranno tempi migliori...


mercoledì 21 novembre 2012

Instrumental: Lux Aeterna, di Clint Mansell



Era da tempo che cercavo di capire di chi fosse questa musica e finalmente l'ho scoperto. A quanto pare Lux Aeterna fa parte della colonna sonora di Requiem for a dream, un film di Darren Aronofsky, curata da Clint Mansell, ma il brano è stato usato in talmente tante produzioni che è impossibile capire esattamente a quale ricondurla. 

lunedì 19 novembre 2012

Segni sulla pelle




Ho fatto da cavia per un mehndi: a giudicare da come è andata la giornata dev'essere vero che portano bene! Peccato che durino solo 15 giorni...

venerdì 9 novembre 2012

Where in the world: Atacama, Cile








Del Cile non so nulla o quasi se non che ha dato i natali a scrittori quali Roberto Bolano, Marcela Serrano e Luis Sepilveda, però dopo aver visto queste foto una certa voglia di farci un giretto mi è venuta, più che altro per ammirare questa mastodontica scultura alta 11 metri realizzata nel 1992 dall'artista  cileno Mario Irarrazabal. La scultura s'intitola Mano del Desierto e si trova nel deserto di Atacama, a 75 km da  Antofagasta, proprio sulla Carretera Panamericana, e sicuramente non è l'unico valido motivo per visitare questi luoghi selvaggi. 

La canzone di oggi: Nata Ieri, Alice

Solitamente le canzoni italiane mi fanno scendere il latte alle ginocchia, ma questo brano di Alice, tratto dall'album Samsara del 2012, nonostante sia scritto da Tiziano Ferro mi è entrato prepotentemente in testa.
Il video è minimal, se non fosse per le splendide illustrazioni dell'artista italiana Elisa Vendramin.

mercoledì 7 novembre 2012

L'artista di oggi: Mattias Adolfsson









In questi giorni di pioggia battente il mio nuovo hobby pare essere diventato quello di guardare su You Tube i video di gente che mostra le proprie moleskine e così ho scoperto questo illustratore svedese che si definisce un disegnatore "compulsivo" e che di video ne ha pubblicati una trentina circa. Particolarmente graziose le sue casette sbilenche, le strane creaturine che sembrano animali, e i suoi robottini. La cura dei dettagli in ogni sua illustrazione è quasi maniacale e il contenuto di questi video è altamente "addictive".









Per saperne di più sul lavoro di Mattias oltre al già citato canale You Tube (casomai non vi bastassero i video che ho postato!!!) vi rimando al suo sito (QUI), al suo blog o se preferite alla sua pagina Facebook.

martedì 6 novembre 2012

FOTOGRAFIA: Alban Grossdidier











Questi magnifici scatti sono del fotografo e designer francese Alban Grosdidier. La serie è intitolata Drowning  ed esprime la sensazione di soffocamento che talvolta si prova vivendo in una grande città. Il suo sito QUI.

domenica 4 novembre 2012

Mantra


Ok, parole sante, ma la domenica non mi dispiacerebbe poltrire a letto col pigiamone di flanella fino alle 10. 
Chiedo forse troppo?

venerdì 2 novembre 2012

Che s'ha da fa pe' campà: Brad Pitt



Ma quanto è brutto il nuovo spot Chanel? Moltissimo. Brad Pitt dovrebbe aiutare, ma ottiene l'effetto opposto. Sembra che dica messa. Si poteva "evitare" eccome.

giovedì 1 novembre 2012

Riepilogo cinematografico


Prometheus (2012) di Ridley Scott. Con Noomi Rapace, Michael Fassbender, Guy Pearce, Idris Elba, Logan Marshall-Green, Charlize Theron, Kate Dickie, Sean Harris, Rafe Spall, Benedict Wong, Ben Foster Titolo originale Prometheus. 

Decisamente deludente l'ultima fatica di Ridley Scott. Gli effetti speciali ci sono, il cast pure, ma la storia è già stata vista altre mille volte, da Star Trek in poi. Il finale è scontato ed inverosimile (da una parte vediamo l'ibrido di alieno che rimanda ai vari Alien, dall'altra la dottoressa che se ne va in giro per lo spazio con l'astronave aliena).  Salvo Idris Elba (gran bel vedere),  la protagonista Noomi Rapace e il robot Fassbender. Non pervenuta la Theron.  D'impulso gli avrei dato 5, ma Scott è sempre Scott.  Voto: 6


The Wedding Party (2012) di Leslye Headland. Con Kirsten Dunst, Isla Fisher, James Marsden, Adam Scott, Lizzy Caplan, Rebel Wilson, Arden Myrin, Hayes MacArthur, Kyle Bornheimer, Chris Cardona, Ella Rae Peck, Meg Phillips, Leslie Meisel, Megan Neuringer, Nicole Signore, Gil O'Brien, Jenn Schatz, Angelo Bonsignore, Philip James Katrandjian, Shauna Miles, Jonathan Florez, Stephen Powers Titolo originale Bachelorette.

Una boiata senza appello questa commedia piuttosto acida che riprende il filone lanciato dal più riuscito Un weekend da leoni. C'è una sposa, ci sono le amiche che devono organizzare l'addio al nubilato, una serie di disastri e disgrazie personali, ma il film non decolla e soprattutto non fa ridere. Kirsten Dunst ripiomba nell'inespressività che la contraddistingue dopo la grande prova di Melancholia. Peccato per lei e per noi. Voto: 5



Che cosa aspettarsi quando si aspetta (2012) di Kirk Jones. Con Cameron Diaz, Jennifer Lopez, Elizabeth Banks, Chace Crawford, Brooklyn Decker,  Ben Falcone, Anna Kendrick, Matthew Morrison, Dennis Quaid, Chris Rock, Rodrigo Santoro, Wendi McLendon-Covey Titolo originale What to Expect when you're Expecting. 

Il film prende il suo titolo da un celebre manuale sulla maternità ed infatti non si parla d'altro che di marmocchi: forse sarà piaciuto alle donne in dolce attesa e ai futuri papa, ma a me ha fatto saltare i nervi. Unica luce in questa valle di tristezza quel fustacchione di Joe Manganiello, anche se sul finale si riduca ad una larva pure lui. Voto: 3

Candidato a sorpresa (2012) di Jay Roach. Con Will Ferrell, Zach Galifianakis, John Lithgow, Katherine La Nasa, Sarah Baker, Jason Sudekis Titolo originale The Campaign. 

Qui finalmente un po' si ride, anche se le scene clou del film sono ampiamente anticipate (o dovrei piuttosto dire spoilerate) dal trailer. La trama prende spunto dai faccia a faccia dei politici americani che non si risparmiano colpi bassi pur di guadagnare qualche voto, ma la pillola è addolcita da un pizzico di buoni sentimenti. Strepitosa la coppia Ferrell/Galifianakis. Voto: 6


2012 (2009) di Roland Emmerich. Con John Cusack, Chiwetel Ejiofor, Amanda Peet, Oliver Platt, Thandie Newton, Danny Glover, Woody Harrelson, Morgan Lily, George Segal, John Billingsley, Jimi Mistry, Thomas McCarthy, Patrick Bauchau, Anna Mae Routledge, Liam James, Johann Urb, Chin Han, Beatrice Rosen, Agam Darshi, Patrick Gilmore, Eve Harlow, Alex Zahara, Zlatko Buric, Alexandre Haussmann, Philippe Haussmann.

Passato in tv qualche tempo fa non potevo non guardarmi questo super polpettone sulla fine del mondo. In pratica 2012 è la summa definitiva di tutti i film catastrofici precedentemente realizzati ad Hollywood. Niente di che, ma gli effetti speciali sono veramente spettacolari. Woody Harrelson è semplicemente mitico. Purtroppo il film è infinitamente lungo altrimenti avrebbe preso anche qualcosa in più. Voto 6


Nemico Pubblico (2009) di Michael Mann. Con Johnny Depp, Christian Bale, Marion Cotillard, Billy Crudup, Stephen Dorff, Stephen Lang, Channing Tatum, Leelee Sobieski, Emilie de Ravin, Giovanni Ribisi, David Wenham, Rory Cochrane, Lili Taylor, Carey Mulligan, John Ortiz, James Russo, Christian Stolte, Jason Clarke, John Judd, Michael Vieau, Wesley Walker, Branka Katic Titolo originale Public Enemies. 

Ecco finalmente il Johnny Depp che amo io, senza trucco e parrucco, senza la faccia da cartoon, ma in carne ed ossa. Qui è super cattivo e superbamente bravo nella parte del criminale anni '20 John Dillinger.  Gran bel film. Voto: 9


Shutter Island (2010) di Martin Scorsese. Con Leonardo DiCaprio, Mark Ruffalo, Ben Kingsley, Michelle Williams, Patricia Clarkson, Max von Sydow, Jackie Earle Haley, Emily Mortimer, Elias Koteas, Ted Levine, John Carroll Lynch, Christopher Denham, Nellie Sciutto, Tom Kemp, Curtiss Cook, Ruby Jerins, Joseph Sikora, Ken Cheeseman, Drew Beasley, Joseph McKenna, Gary Galone, Dennis Lynch, Damian Zuk.

Tratto dal romanzo di Dennis Lehane (L'isola della paura), questo Shutter Island è un altro gran bel film: belle le atmosfere cupe, perfetti i costumi e l'ambientazione, straordinaria la prova di Di Caprio. Purtroppo la trama ha qualche falla qua e là e dopo mezz'ora di visione avevo già capito come sarebbe andato a finire il film . Comunque da vedere. Voto: 7



Cella 211 (2009) di Daniel Monzón. Con Luis Tosar, Alberto Ammann, Antonio Resines, Marta Etura, Carlos Bardem, Manuel Morón, Luis Zahera, Vicente Romero, Fernando Soto, Jesús Carroza, Félix Cubero, Manolo Solo, Joxean Bengoetxea, Juan Carlos Mangas, David Selvas, Patxi Bisquert, Xosé Manuel Olveira 'Pico', Hilario Pino, Antonio Durán 'Morris', Jesus Del Caso, Suso Lista, Pedro Piqueras, Xavier Estévez. Titolo originale Celda 211.

Gran bel film pure questo Cella 211 (dall'omonimo romanzo di Francisco Perez Gandul) a dimostrazione che il cinema spagnolo ha un che di sorprendente. Nonostante l'atmosfera claustrofobica, la tensione è sempre alta dall'inizio alla fine e non ci si annoia mai. Belle le prove degli attori, su tutti Luis Tosar, che riesce a rendere simpatico il suo criminale, e Alberto Ammann, per il quale ho preso una cotta adolescenziale dai tempi dello spot Coco Mademoiselle. Finalmente un finale non scontato e soprattutto politicamente scorretto. Voto: 9


Il club di Jane Austen (2008) di Robin Swicord. Con Kathy Baker, Maria Bello, Emily Blunt, Amy Brenneman, Hugh Dancy, Maggie Grace, Lynn Redgrave, Jimmy Smits, Marc Blucas, Kevin Zegers, Gwendoline Yeo Titolo originale The Jane Austen Book Club

Tratto dal romanzo omonimo di Karen Joy Folwer, il film pare essere dedicato alle Janeites di tutto il mondo ed infatti ognuno dei personaggi, sia maschili che femminili, sposa uno dei protagonisti dei sei libri scritti dalla Austen. Il mio preferito è sicuramente quello interpretato da Emily Blunt. Carino. Voto: 6


Un'estate da giganti (2012) di Bouli Lanners. Con Zacharie Chasseriaud, Martin Nissen, Paul Bartel [II], Karim Leklou, Didier Toupy,  Gwen Berrou, Marthe Keller Titolo originale Les Géants.

Forse qualcuno guardando questo film avrà pensato di aver visto del buon cinema d'autore, io invece ho pensato solamente a quanto fosse noioso e deprimente. I tre fratellini abbandonati a loro stessi mi hanno vagamente ricordato la banda di Stand by me (con il sempre compianto River Phoenix), ma siamo lontani anni luce da quelle emozioni. Voto :4

Biancaneve e il cacciatore (2012) di Rupert Sanders. Con Kristen Stewart, Charlize Theron, Chris Hemsworth, Sam Claflin, Ian McShane, Bob Hoskins, Ray Winstone, Nick Frost, Toby Jones, Lily Cole, Sam Spruell, Noah Huntley, Rachael Stirling, Eddie Marsan, Stephen Graham. Titolo originale Snow White and the Huntsman.

Strano, ma vero qui Charlize Theron mi è piaciuta e infatti la sua strega è sufficientemente stronza. Forse i ruoli da cattiva le riescono meglio di quelli drammatici, in ogni caso diversamente dal solito non mi è sembrata un cubetto di ghiaccio. Kristen Stewart nei panni di Biancaneve anche come principessa delle fiabe continua a sguazzare nel sangue, ma qui è anche un po' Giovanna D'arco. Il film non è male, ma la storia me la ricordavo un filo diversa. Voto: 6


Adèle e l'enigma del faraone (2010) di Luc Besson. Con Louise Bourgoin, Gilles Lellouche, Mathieu Amalric, Jean-Paul Rouve, Jacky Nercessian, Nicolas Giraud, Philippe Nahon, Gerard Chaillou, Laure de Clermont-Tonnerre, Moussa Maaskri, Serge Bagdassarian, François Chattot, Youssef Hajdi, Mostefa Zerguine, Tonio Descanvelle, Pierre Khorsand, Guillaume Briat, Jean-Louis Barcelona, Max Delor, Cyrille Dobbels, Patrick Chupin, Philippe Girard, Monique Mauclair, Eric Naggar, Bernard Lanneau, Justine Chesneau, Jean-Pierre Prevotat, Isabel Pestana, Ashami Serra, Lou Savri, Swann Arlaud, Christophe Dimitri Réveille, Grégory Ragot Titolo originale Les aventures extraordinaires d'Adèle Blanc-Sec. 

Ah, come mi sono divertita con questo film di Luc Besson! La storia è tratta dall'omonimo fumetto francese di Jacques Tardi e racconta le mirabolanti avventure di Adele Blanc-Sec, eroina femminista di inizio secolo dalla lingua tagliente e i modi spicci, sempre alle prese con fastidiosi pretendenti e creature soprannaturali e noiosi funzionari.  Oserei sperare in un sequel. Voto: 8


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...