mercoledì 31 ottobre 2012

Instrumental: The Ninth Gate, di Wojciech Kilar

Colonna sonora de La nona porta di Roman Polanski (1999). 
Particolarmente bello il brano Plain to Spain (18:27)

lunedì 29 ottobre 2012

L'artista di oggi: Jeremy Geddes













I dipinti di Jeremy Geddes sono semplicemente incredibili: ad una prima occhiata fugace sembra di trovarsi di fronte ad una fotografia, ma quando il nostro occhio si abitua a quello che vede cominciamo a capire che quelle figure fluttuanti sono in realtà il frutto dell'abilità di questo pittore australiano.  Particolarmente belli i dipinti rappresentanti i "cosmonauti". Per vedere tutte le opere di Geddes vi consiglio di visitare il suo sito (QUI), il suo blog e la sua pagina Facebook.

venerdì 12 ottobre 2012

La canzone di oggi: Walking On A Dream, Empire Of The Sun


La canzone è un po' vecchiotta (2008), ma sempre gradevole da riascoltare.

giovedì 11 ottobre 2012

Where in the world_Wave Rock, Australia







L'Australia è da sempre in cima alla lista dei paesi che vorrei visitare e questa strana costruzione rocciosa, chiamata Wave Rock per via della sua forma ad onda, da oggi si va ad aggiungere agli altri paesaggi che vorrei vedere e fotografare di persona. La roccia è fatta di granito modellato dagli agenti atmosferici ed è alta 15 metri e lunga 110 circa. Si trova ad Hyden, a 340 km da Perth. Se mai riuscissi ad andare, potrei non fare più ritorno...

mercoledì 10 ottobre 2012

FOTOGRAFIA: Alain Delorme














Questi scatti risalgono al 2010 e sono del fotografo francese Alain Delorme. La serie si intitola Totems e rappresenta la feticizzazione degli oggetti Made in China. L'idea è interessante, ma personalmente in questi scatti riesco solo a vedere la miseria di quei poveracci che li trasportano e quella di chi li comprerà in qualche negozio occidentale convinto di "risparmiare". Per vedere le altre foto di Delorme QUI

martedì 9 ottobre 2012

Ieri in tv: Arriva Mr. Green


Visto ieri in replica su La7d questo nuovo programma condotto da Luca Bonaccorsi sull'ecologia, il risparmio e la sostenibilità. Finalmente!!! Era ora che anche la televisione generalista si occupasse di questi temi con un programma dedicato!! Il buon Mr Green, che poi è un economista e giornalista di professione, di volta in volta va  a trovare una famiglia media italiana e l'aiuta a ridurre gli sprechi con i suoi preziosi consigli.

Il mantra di Bonaccorsi è ovviamente quello delle tre R (ridurre, riusare, riciclare) e nella puntata che ho visto spiegava come ridurre i consumi derivanti dall'uso selvaggio della lavatrice. La prima cosa che ho fatto stamattina presto è stata proprio la lavatrice (che di solito faccio prima di andare al lavoro oppure subito dopo cena) utilizzando l'incredibile ricetta homemade per il detersivo bio.

La ricetta precisa non l'ho trascritta, ma anche provando ad occhio il risultato è stato eccezionale: ho usato un po' di sapone di marsiglia (purissimo) grattugiato,  un cucchiaio di bicarbonato, qualche goccia di essenza a piacere, acqua calda e aceto bianco aggiunto al lavaggio come ammorbidente. Le lenzuola sono venute perfette e profumatissime! Il bicarbonato e il sapone di marsiglia costano una fesseria, sono di facile reperibilità e il composto si prepara al volo (giusto il tempo di far bollire l'acqua). Non ingombro il tinello con i flaconi, non devo più differenziare (almeno per quanto riguarda i detersivi) e non devo più impazzire a cercare un negozio di detersivi alla spina. Insomma, per ora ho risolto il problema dei lavaggi.

Arriva Mr. Green va in onda il venerdì alle 21.10 su La7, ma le puntate si possono rivedere in replica il lunedì oppure in streaming direttamente sul proprio pc. Il programma è veramente interessante, utile e ricco di spunti e sono proprio curiosa di scoprire i prossimi suggerimenti. 

lunedì 8 ottobre 2012

DIY: rotolo porta matite


Ultimamente non ho avuto moltissimo tempo per cazzeggiare con i lavoretti di fai da te, però devo dire che quest'idea per un rotolo porta matite è semplice e facile da realizzare perché non richiede l'uso della macchina da cucire. L'autrice di Small & Friendly (blog americano, che ve lo dico a fare!) ha utilizzato un pezzo di feltro, io invece userò degli avanzi di tessuto jeans, così in un colpo solo sistemo le matite e smaltisco questi vecchi scampoli. Come dicevo, per questo progetto non serve la macchina da cucire e neppure saper usare l'ago e il filo: basta decidere le misure del nostro rotolo, un gessetto per fare i segni e un cutter ben affilato per incidere gli spazi in cui infilare le matite. A piacimento si può aggiungere un laccetto di cuoio o un nastrino per richiudere il rotolo, ma volendo si potrebbe usare un semplice elastico o una clip. E' una soluzione pratica per chi come me ha tantissime matite e ha necessità di portarsele in giro senza averle sparse in un astuccio e poi questo rotolo è così carino che potrebbe essere anche un'ottima idea regalo! Vi lascio qualche immagine del tutorial e vi ricordo che tutte le istruzioni dettagliate le ho prese QUI








domenica 7 ottobre 2012

Where in the world: Kleven, Ucraina











Questo posto incantato viene chiamato Tunnel of Love e si trova in Ucraina, vicino la città di Kleven. La leggenda vuole che quando le coppie esprimono un desiderio sincero in questo luogo i loro desideri si realizzeranno. Il tunnel fa parte di una ferrovia di circa tre chilometri non più in uso, ma il trenino continua a  passare di qui almeno tre volte al giorno, ragion per cui gli alberi non hanno completamente invaso le rotaie. Considerando che si tratta di una ferrovia privata che conduce ad una fabbrica, vedo improbabile il fatto di poterci andare, ma è comunque un posto incantevole che sarebbe bello visitare almeno una volta nella vita.

sabato 6 ottobre 2012

Sto ascoltando: Ceremonials, Florence + The Machine


Only If For A Night 
Shake It Out 
What The Water Gave Me 
Never Let Me Go 
Breaking Down 
Lover To Lover 
No Light, No Light 
Seven Devils 
Heartlines 
Spectrum 
All This And Heaven Too 
Leave My Body

Finalmente tra le mie mani il secondo album del gruppo indie Florence + The Machine. La voce di Florence Welch è sempre straordinaria, le canzoni sono belle, ma onestamente rispetto a quelle di Lungs sono un po' meno d'effetto. Insomma, non è scattato il colpo di fulmine se non per No Ligh, No light. Belle anche Spectrum e Shake it Out, mentre Never let me go mi sa di già sentito. Comunque, nel complesso è un secondo album all'altezza delle aspettative per chi ha amato il primo



LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...