venerdì 27 aprile 2012

Altre forme d'arte: Riusuke Fukahori









Ho sempre avuto una fissa per il goldfish e ancora adesso quando li vedo nei negozi d'animali mi sbrilluccicano gli occhi. Nell'arco della mia vita ne ho avuti tantissimi e ogni volta è stato un dramma perché sono esserini troppo delicati per una sbadata come me. Oggi ho finalmente capito di non essere portata all'allevamento di questi pesciolini e per il loro bene mi accontento di guardarli. Le immagini che vi mostro potrebbero sembrare delle foto dal vero, ma in realtà sono sculture: l'artista è il giapponese Riusuke Fukahori e i suoi goldfish sono realizzati talmente bene da sembrare reali grazie all'uso della resina che da quel particolare un aspetto tridimensionale. Se volete dare un'occhio al resto QUI

mercoledì 25 aprile 2012

Where in the world: Molokini Island, Hawaii





Considerato uno dei migliori posti al mondo per fare immersioni l'isola di Molokini si trova a qualche km da Maui nelle Hawaii. La caratteristica di quest'isola, a parte la bellezza delle sue acque, è la forma a mezzaluna dovuta all'origine vulcanica. E' davvero molto, molto lontano per poter credere di andarci realmente, ma sognare non costa nulla...

lunedì 23 aprile 2012

L'artista di oggi: Alberto Seveso









Navigando compulsivamente su uno dei miei siti preferiti mi sono imbattuta in queste immagini fighissime: a quanto pare circolano in rete da un bel po', ma io non se sapevo nulla. L'autore, per citare la splendida canzone tormentone di Gotye, is somebody that I used to know. Strana la vita eh?

sabato 21 aprile 2012

Up and down della settimana

Una valanga di cazzi miei, skippate sereni

Book pile


Ultima visione: Supernova di Walter Hill

Supernova (1999) di Walter Hill, Thomas Lee. Con James Spader, Angela Bassett, Robert Forster, Lou Diamond Phillips, Peter Facinelli, Robin Tunney, Wilson Cruz, Knox Grantham White, Eddy Rice Jr, Knox White, Kerrigan Mahan, Vanessa Marshall.

Ho scoperto che il venerdì sera su Rai 4 danno sempre un bel filmetto di fantascienza. Quello di ieri in sé e per sé lasciava alquanto a desiderare, però l'ho guardato fino alla fine perché c'era un James Spader niente male, talmente niente male che ho faticato a riconoscerlo. Infatti lo direste voi che uno da così



diventa così?


Vabbé che è passato qualche anno però caspita, della serie rovinarsi crescendo...

giovedì 19 aprile 2012

Il giveaway di Nicky


Vi segnalo il primo Giveaway di Nicky di Bookshelf (date un'occhio, è uno dei miei blog letterari preferiti!) Il libro in palio è di Tiziano Terzani La fine è il mio inizio. Per partecipare c'è tempo fino al 19 maggio quindi accorrete numerosi! Tutte le regole le trovate cliccando sul bannerino in alto a destra.

mercoledì 18 aprile 2012

Where in the world: Taj Mahal, India








Il Taj Mahal è situato ad Agra, nello stato di Uttar Pradesh in India. Costruito nel 1632 dall'imperatore moghul Shah Jahan in memoria dell'amatissima moglie Arjumand Banu Begum, nel 1983 è stato inserito tra i patrimoni dell'umanità dell'Unesco e nel 2007 tra le sette meraviglie del mondo. Il poeta Tagore lo definì "una lacrima di marmo ferma sulla guancia del tempo". La peculiarità di questa costruzione consiste nel mutare aspetto a seconda del rifrangersi della luce grazie alle pietre preziose incastonate nel marmo bianchissimo con cui è stato costruito. Purtroppo non ho trovato molte foto degli interni, ma da quel po' che ho potuto vedere sono altrettanto belli e suggestivi della facciata esterna. Difficile davvero credere che una costruzione talmente bella sia in realtà una tomba. Chissà, prima o poi andrò a visitarlo...

Ultima visione: Il destino nel nome, di Mira Nair


Il destino nel nome (2007) di Mira Nair. Con Kal Penn, Tabassum Hasmi, Irrfan Khan, Jacinda Barrett, Zuleikha Robinson Titolo originale The Namesake.

Di Mira Nair avevo già visto La fiera delle vanità e Moonsoon wedding (di cui tutt'oggi canticchio qualche motivetto), questo invece mi mancava. Un po' meno colorato e musicale dei precedenti racconta la storia di una coppia indiana che dopo il matrimonio combinato si trasferisce in America e del loro primogenito chiamato Gogol in onore dello scrittore russo Nikolaj Gogol. Un po' troppo drammatico per i miei gusti, però non mi è dispiaciuto. Voto: 6

lunedì 16 aprile 2012

Ultima visione: Il labirinto del fauno, di Guillermo del Toro


Il labirinto del fauno (2006) di Guillermo Del Toro. Con Sergi López, Maribel Verdú, Ivana Baquero, Doug Jones, Alex Angulo. Ariadna Gil, Manolo Solo, César Vea, Roger Casamajor, Ivan Massagué, Gonzalo Uriarte, Eusebio Lázaro, Francisco Vidal, Juanjo Cucalón, Lina Mira Titolo originale El laberinto del fauno.

Ok, non è esattamente un film recente, ma se non l'avete già visto ve lo consiglio caldamente. Complice l'insonnia me lo sono visto tutto fino alle 3 del mattino: in apparenza sembra una favola fantasy con tutti i cliché del genere (la principessa, il fauno, le fatine del bosco, il labirinto, le porte magiche), ma lo sfondo è quello atroce e terrificante della guerra (la Spagna della dittatura franchista). C'è una bambina che lavora molto di fantasia e un terribile patrigno orco che è uno dei più riusciti vilain del cinema che io riesca a ricordare. In un certo senso ha qualcosa in comune con La Vita è bella di Benigni e con Tideland di Terry Gillian. Mi è piaciuto moltissimo, ma mi ha definitivamente tolto il sonno. Voto: 9

Salviamo l'orsetto Makoon


Raccolgo e diffondo volentieri l'appello del Grande Marziano per salvare l'orsetto Makoon da morte certa. 

"Makoon è un orsetto piccolissimo, che è stato trovato solo per strada da una famiglia canadese. Il governo del Manitoba ha deciso di liberarlo in giugno, ma questa è una pessima soluzione, perché allora sarà ancora troppo piccolo per avere la possibilità di sopravvivere. L'associazione Bear with us è disposta a prendersi cura dell'orso e a liberarlo nei boschi da cui proviene nel luglio del 2013, quando avrà 18 mesi e sarà in grado di occuparsi di se stesso. Mi date una mano a scatenare una pioggia di email per far sapere alle istituzioni del Manitoba che a molte persone interessa del suo futuro? Bastano pochi secondi per inviare un'email al premier della provincia di Manitoba in Canada. 

Il testo è qui sotto e basta copiarlo e incollarlo in un messaggio di posta elettronica da firmare col proprio nome. 

To the Premier of Manitoba Canada 
April 13, 2012 
Regarding Makoon the black bear cub. 

Mr Premier, 
 We ask you to do the right thing regarding this five pound bear cub. Your government plans to return Makoon to the wild this coming June at a very young age of 5 to 6 months. Releasing Makoon this summer is a mistake if your government actually wants Makoon to have a chance at survival in the wild. Black bear cubs stay with their mother for 18 to 19 months for very good reason. Bears are very intelligent. They have the ability to perform basic reason and abstract thought. Bear cubs learn what to eat and when to eat it by following the mother bear for the first 18 months or so of their lives. Expert bear cub rehabilitators return orphan cubs to the wild at the age of 18 months for very good reason. The cubs need to have have eaten wild sourced foods so they know what foods to source out when returned to the wild. By releasing the bear cubs at the age of 18 months with the right protocol throughout the rehab process it is unlikely the bear will cause conflict with people post release. Makoon should be sent to a bear cub rehabilitation centre ASAP so he can be returned to the wild at the correct age with a real chance at survival. We understand Manitoba does not have a bear rehab facility. There are several reputable bear rehab centres in the country. One is Bear With Us: (www.bearwithus.org) in Ontario. Bear With Us has offered to take Makoon, care for him and return him to the wilds of Manitoba July of 2013. Please do the right thing for this bear cub. 

signed, 

L'indirizzo lo trovate qui

So che molti ritengono che firmare petizioni spesso non serva a nulla, ma io preferisco comunque sprecare due secondi della mia vita per spedire un'email.

domenica 15 aprile 2012

Documentari: Thrive, di Foster Gamble


Pubblico su segnalazione di I am questo interessantissimo documentario di Foster Gamble, erede di uno dei fondatori della multinazionale Procter&Gamble. Si parla di tutto un po' (archeologia, storia, cerchi nel grano, frattali, alieni, energie pulite, eugenetica, ogm, alta finanza e tanto altro), ma soprattutto Gamble vuole dimostrare come il nostro mondo e la nostra vita siano governati da un unico codice ricorrente, il toro. E' un po' lungo, ma vale la pena guardarlo.

Nel mulino che vorrei...


...c'è un mugnaio che ha le fattezze di Antonio Banderas. Per la rubrica Che s'ha da fa pe' campà, ecco il nuovo spot della Barilla con il testimonial più bono che si potesse scegliere. Lui si era già distinto nella pubblicità delle calze San Pellegrino  (ve lo ricordate fili tirati, nunca?), ma qui m'arrapa pure con il grembiulino. Da domani colazione con i tarallucci...

Cutest blog: segnalazioni dal web


Ve l'ho mai detto che sonosoloinvidiosa di Michela Vittoria Brambilla? Non tanto per la tonalità di rosso dei suoi capelli o le sue cosce, ma per il fatto che la purescia* vive in una villa con un mega parco in cui ospita un numero imprecisato di bestiole tra cavalli (3), asini (2), capre (7), cani (15), gatti (29), galline e piccioni. Se rinasco giuro che vorrei essere come Michi, ma in questa vita sono una poraccia e mi devo accontentare del principe puzzone, dei documentari in tv e di questo deliziosissimo blog in cui mi sono imbattuta navigando selvaggiamente. Si chiama Attack of the cute** e sopperisce ad ogni mio bisogno. Ce n'è per tutti i gusti: io ovviamente prediligo i felini, ma ultimamente fantastico di adottare anche un cagnolino (ino-ino piccino picciò che vivo in un mono-loculo), mentre il sogno di possedere un pitone, un camaleonte e roditori di ogni ordine e specie per ora continua a restare proibito. Vi lascio con un po' di foto tenerissime così magari ci addolciamo tutti e iniziamo bene la domenica










puresciu, persona che cura poco l'igiene personale
** attenzione, il blog dà dipendenza!

sabato 14 aprile 2012

Ben gli sta

Non è Juan Carlos, ma è comunque un minchione
Succede che se a 73 anni vai a caccia di elefanti in Botswana e cadi rompendoti l'anca, per giunta pagando una cifra astronomica, sei solo un minchione. Ti sta bene e spero che tu soffra.

L'artista di oggi: Stella Im Hultberg
















L'artista di oggi è una bella ragazza originaria del Sud Corea che attualmente vive e lavora a New York. Prima di dedicarsi definitivamente all'arte nel 2005 Stella si occupava di design industriale. Appassionata di cibo e cruciverba, Stella è molto presente sul web (potete trovarla QUI e QUI). Il suo stile mi ricorda quello di Audrey Kawasaki e in qualche tavola quello di Milo Manara. Per vedere il suo Portfolio completo QUI

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...