domenica 12 agosto 2012

Questo blog perde colpi...

...e lettori, a quanto pare, visto che oggi mi sono accorta di avere un follower in meno!
E subito sono scattate pippe mentali infinite sul perché e sul percome non mi segue più.


Cioé, lo so che come blogger faccio pena, che sono monotona, lagnosa e un tantino ossessiva, che mi dimentico di rispondere ai messaggi e non commento con regolarità  i blog altrui, che spesso sbaglio scrivendo e che faccio confusione, che non mi occupo di politica e che con tutte le foto dei manzi che pubblico sono veramente terra terra, però cavolo, lasciarmi con questo dubbio atroce senza neanche un ciao??? In ogni caso, qualunque sia la ragione, grazie per esserci stato/a, rispetto la tua scelta. Ma intanto mi è partito il pippone...

Sarà colpa della recente ondata di sfiga o del fatto che il mio karma mi ha mollata, ma considerando che ogni tanto trovo qualche commento anonimo poco simpatico (neanche tanti, a dire il vero, però ora comincio a riconsiderare la faccenda) sono naturalmente portata a credere che dipenda da me, da quello che  pubblico o scrivo, dal fatto che magari qualche mio post abbia ferito la sensibilità altrui o toccato qualche nervo scoperto.

Sebbene in teoria io sia nel pieno diritto di dire quello che più mi pare, la verità è che spesso mi pongo il problema di quello che può pensare la gente quando arriva per caso sul mio blog, della reazione che possono avere i lettori quando oso scrivere qualcosa che va un attimo controcorrente e confesso che non sono poche le volte che ho fatto ricorso all'autocensura. A me naturalmente non mi sembra di scrivere nulla di che, anzi, in realtà mi sembra proprio di non scrivere (ad eccezione delle recensioni e di questo inutile post pippone) e magari non ha nulla a che vedere con il lettore perduto, o magari sì, e quindi forse dovrei riconsiderare il modo in cui utilizzo questo strumento.

Agli inizi non era così, tutti questi problemi non me li facevo, perché per tantissimo tempo non ho avuto la consapevolezza di essere letta da qualcuno. Non dico che me ne fregassi, ma quasi, perché tanto ero convinta che non mi cagasse nessuno.

Prima la mia massima preoccupazione era quella di non ricevere minacce di querela per non aver accreditato le foto prese dal web (è successo e sono stata in paranoia per un sacco di tempo), poi sono stata ossessionata dalla paura di non scrivere correttamente i nomi o le date (ricordo che qualcuno si è preso la briga di farmi da correttore di bozze) o di parlar male dei beniamini di Amici (lì sono piovuti insulti), strada facendo ho capito che era meglio non espormi troppo politicamente (la politica mi annoia, la lascio a demagoghi), ho cancellato post scritti di getto che col senno di poi mi facevano sentire come un'adultera in procinto di essere lapidata (solo per averci fantasticato, sul tradimento, mica per averlo fatto davvero) e recentemente ho capito che devo pure stare attenta quando commento qualche trasmissione televisiva.

Insomma, la dipartita del lettore è solo un pretesto per capire se ha senso o meno continuare a scrivere in uno spazio che non mi rappresenta al 100%, dove fondamentalmente mi astengo dall'esprimere opinioni troppo forti, dove evito di mettermi a nudo e dove, per farla breve, non mi sento libera.

Potrei continuare a pubblicare le solite recensioni, le solite gallery di opere d'arte etc. etc., ma se proprio devo dirla tutta comincio a sentire l'esigenza di qualcosa di diverso. Questo spazio, che nelle intenzioni più pure e genuine doveva aiutarmi a ritrovare il mio vero io ormai lo vivo come una gabbia ed io di paletti ne ho le palle piene.

Che ci dovrei fare dunque? Dovrei chiuderlo per essere coerente? Mi dispiacerebbe dopo più di due anni. Dovrei metterlo privato e permettere solo a pochi ristretti di leggerlo? E in tal caso non sarebbe presuntuoso da parte mia fare  "una selezione" su chi far accedere e chi no? Oppure semplicemente dovrei continuare come ho fatto finora, blandamente, senza gloria e senza infamia, correggendo il tiro all'occorrenza? No, perché io ho davvero il dubbio di aver involontariamente offeso qualcuno e se l'ho fatto autocensurandomi figuriamoci cosa potrebbe succedere se davvero cominciassi a scrivere quello che mi passa nel cervello. Insomma, come dicevo sopra, è partito il pippone. Sono sicura che è capitato a tutti di perdere dei lettori, ma solo io me le faccio tutte queste paranoie? Mi sa di sì, però a mia discolpa ricorderò che oggi è il 12 agosto e che io sono ancora in the city (senza sesso, ahimè) a fare da infermiera alla bestiola che pare voglia restare stitica per il resto dei suoi giorni.

Salvo imprevisti dell'ultimo momento domani finalmente partirò per le agognate "ferie" e forse riuscirò a ripigliarmi da questa settimana allucinante appena trascorsa. Poi boh, deciderò che fare...

14 commenti:

  1. Certo che se dovessimo dipendere le nostre scelte dagli altri, allora non sarebbero più nostre. Va bene cercare di porre un ponte tra te e i lettori, ma così si esagera. E' come se tu stessi chiedendo se sei degna di esistere. Si tratta del tuo blog, una tua creatura.
    E poi se dovessimo fare delle pippe mentali per ogni cosa che succede beh, allora non ci tiriamo più fuori.
    Ti dirò: il mio blog ha subito un tracollo vertiginoso per le visualizzazioni, molte persone si sono tirate indietro cancellandosi dai followers, al mio primo video Youtube uno me ne ha detto di forche e galera, ma io ho continuato. Due o tre blogger commentano spesso i miei post e a loro sono grata, certe pagine sono molto visitate, ma per quanto riguarda i commenti ne hanno pochissimi.
    Non è che la tua insoddisfazione derivi da altro?

    P.S.: So di essere stata brusca, ma credo che sia peggio se avessi cominciato con "Oh, poverina, mi dispiace..." e tutte queste fregnacce da compatimento.

    P.P.S.: Quando si tratta di argomenti delicati come quelli televisivi bisogna tenere conto che molti non saranno d'accordo. E' successo anche con me con Gina Pane che molti la ritengono una grande artista, ma per me è sopravvalutatissimo così come l'Iperrealismo che per me non è da considerare arte pittorica. In alcuni casi come il fatto che non mi piace per niente Il più grande spettacolo del Big-Bang di Jovanotti, premetto che si tratta della mia opinione. La argomento e in più dico che accetto le critiche anche contrarie, ma che siano costruttive sennò faccio presto a cancellare quelle che si mettono ad insultare. Uno "entra" nel mio blog, tutti sono i benvenuti, ma se ti metti ad insultare, te ne vai via. Tu lo permetteresti a casa tua?

    In conclusione, se uno deve stare a scusarsi sempre per ogni cosa che fa, allora non vive più. Se tu non ti riconosci in questo blog, ogni cosa ti sembrerà andare male.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cara alma, innanzitutto grazie per il tuo commento, apprezzo la tua opinione e la tua schiettezza (ne ho davvero bisogno, con oh poverina non ti avrei neanche letta!!) e soprattutto le tue parole mi hanno davvero fatto capire che c'è un piccolo problema. Non mi interessa di piacere a tutti (la storia del lettore era solo un pretesto) e mai e poi mai farei dipendere le mie scelte dai gusti altrui; mi chiedevo solo se è giusto o meno lasciar fuoriuscire tutto quello che mi passa per la testa o è meglio porre un limite.
      Come dicevo nel post, io ho già capito da un bel pezzo che qui mi autocensuro, un po' perché ho paura di offendere qualcuno e un po' perché fatico ad essere trasparente. Certo è che se scrivessi a ruota libera senza filtri di sortacombinerei dei bei guai. Non mi riferisco alle banalità, alle solite rubriche, ma proprio a certe riflessioni che a volte faccio e che non hanno nulla a che fare col blog così come l'ho portato avanti finora. Ultimamente è come se vivessi sdoppiata in due vite parallele e non so quale è quella reale.
      Forse il vero problema è che ho bisogno di un nuovo spazio per scrivere in maniera più intimistica...o forse semplicemente si sta esaurendo un ciclo. Ripeto, ancora non so di preciso


      Ps per quanto riguarda i commenti negativi, quelli penso che innervosiscano chiunque, ma io personalmente preferisco non cancellarli, se non sono davvero oltraggiosi. Lascio spazio, ma i commenti anonimi mi stanno sulle palle: è come se qualcuno che mi legge non avesse il coraggio di dirmi quello che pensa davvero. La cosa che mi fa specie è che i peggiori commenti sono arrivati quando ho parlato di personaggi famosi. Questo la dice assai lunga su molte cose

      Elimina
    2. Mi fa piacere leggere queste tue parole. A volte questi momenti di crisi avvengono perché c'è davvero bisogno di cambiamento che non a caso è il significato etimologico della parola oltre a "scelta".
      Autocensurarsi richiede una gran fatica e da queste tue ultime parole mi sembra di scorgere un pizzico di ribellione. un po' come dire: "Io non ci sto.". Te la consiglio anch'io una pausa. Forse libera da pensieri di dover postare, libera di porsi il problema di autocensurarsi, verrà da solo il tuo nuovo ciclo. Dopo magari sarà per te chiaro il tuo percorso.

      Elimina
  2. Ma prenditi semplicemente una pausa e poi riparti, ma con quello che vuoi. Non avere la smania di piacere a tutti, nella vita si cambia, si trovano cose nuove, si viene appassionati da altre cose o si cade nell'oblio. Io, per esempio, col mio blog mi sono dato degli obiettivi, ma poi finirà, un giorno credo che lo chiuderò, perché è così che deve andare. Questo non vuol dire che non scriverò più, ma non voglio stare in una gabbia. Tu hai tanti lettori, hai scritto moltissimi post, devi solo trovare una ragione per restare se te la senti. Un prodotto genuino è la cosa migliore, cose artefatte sono all'ordine del giorno: il fatto che tu ammetta dei limiti ti fa onore secondo me. Il problema però non è degli altri che se ne vanno e nemmeno tuo. Semplicemente va così... tu sii coerente, il resto verrà da sé. Qualcosa recuperi e qualcosa perderai...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Who is, grazie, in effetti è quello che ho deciso di fare. Prenderò una bella pausa approfittando del fatto che andrò un po' in vacanza. Forse sì, si è semplicemente chiuso un ciclo ed ho bisogno di qualcosa di nuovo e diverso. E' capitato a tanti di chiudere per un po', di riaprire altrove, andare e tornare da uno spazio all'altro. Non è la fine del mondo. Forse sono solo stanca e a settembre risorgo

      Elimina
    2. Risorgerai come la Fenice :D

      Elimina
  3. èh si, ti è proprio partito un bel pippone :)!!!
    secondo me dovresti fregartene di quello che potrebbero pensare gli altri e scrivere quello che ti va, daltronde viviamo in un mondo libero e dobbiamo sentirci liberi di esprimere i nostri pensieri, anche se potrebbero non essere nella corrente del pensiero di massa. daltronde è difficile che quello che diciamo non incontri almeno una persona a cui non va bene (a me sembra che alcuni lo facciano per sport l' essere bastiancontrari °___°), ed è pur vero che come te sei libera di esprimerti, "noi" lettori siamo liberi di non leggerti, quindi il conto si pareggia e nessuno si fa del male.
    io dal canto mio non mi sbilancio mai sul blog, come avrai notato sono davvero RARISSIME le volte che commento fatti di cronaca o politica, questo non tanto per paura di essere criticata, ma proprio perchè io sono così e di queste cose parlo poco anche nella vita "vera".. anche perchè di solito mi incazzo subito e partono quasi sempre parole grosse XDDDDD
    non a caso il mio blog si chiama "Scusate la volgarità": così sono già giustificata in partenza se qualche volta mi scappa qualche parolaccia XD

    per quanto riguarda la perdita di lettori: per moooooooooolto tempo ho pubblicato post senza avere nemmeno un lettore :D e sapessi quanti ne ho persi in ben 6 anni di esistenza virtuale XP (che poi ne ho solo 92, e sono davvero pochissimi se ci si pensa bene!!)
    non è certo a loro che devi pensare però, ma a quelli che ti seguono attivamente (come me, anche se non sono una grande commentatrice, mea culpa!) in fondo molte persone si segnano ai followers solo nella speranza di aumentare le visite al proprio blog quindi non sarebbero nemmeno da tenere in considerazione :/

    ti mando un bacio, e ti auguro buone vacanze.. spero di rileggerti al tuo ritorno, che lo sai quanto mi piace questo tuo "spazio" :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao tesoro, la verità è che sono stanca, ma tanto tanto stanca, sono terribilmente preoccupata per il mio gatto che sta ancora male, domani devo portarlo in aereo e ho paura che mi si senta male perché è ancora convalescente, anche se la mia veterinaria ha detto che può partire, aggiungici che sono sola a casa, in una "città" ormai praticamente deserta, ho sprecato quasi 13 giorni di ferie (se si fa eccezione per i 3 passati dalla mia amica), mi sono fatta male, mi si è allagata casa...insomma ogni minima cazzata mi manda fuori di testa...l'hai detto, un bel pippone, mi prende così. Dico a te come ho spiegato ad alma, quella del lettore era solo un pretesto (credo di averne persi molti di più in due anni) ed in effetti so bene anch'io che quelli che seguono davvero si possono contare sulle dita delle mani (pochi ma buoni, mi viene da dire)..il vero problema è che comincia a starmi stretto questo spazio, ma non è un problema dei lettori o di chi commenta, il problema è mio: a volte vorrei parlare di certe cose qui, ma poi mi rendo conto che non è la sede giusta, e allora mi stresso. Forse dovrei aprire un altro blog, ma ne ho già due e a malapena riesco a gestire quelli quindi o torno alla carta e penna oppure trovo una formula che mi consenta di avere qui quello che voglio al 100%, libri e cinema, le foto, l'arte, i cazzeggi e deliri vari. Insomma, c'è un po' di confusione nella mia testa. Ora parto e starò via fino a settembre. Alla fine ho deciso di mettermi in modalità privata fino al mio rientro, spero per allora di aver fatto un po' d'ordine. Ti abbraccio anch'io e stammi bene, magari ogni tanto passerò a trovarti :)

      Elimina
  4. ps. il commento "offeso" dell' anonimo sul post di "sepolti in casa" è veramente stupido, manco lo devi prendere in considerazione -______-!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in effetti sì, quello sui commenti era un discorso molto generico, però se c'è gente che s'incazza per queste minchiate figurati se iniziassi a scrivere di eutanasia o di altri temi caldi, che so di droga, di sesso, di pedofilia, di molestie sessuali, di mobbing. Non lo so neanche io se riesco fino in fondo a spiegare quello che intendevo dire. E' che sono talmente abituata a morsicarmi la lingua e a contare fino a dieci nella vita privata che poi finisce che lo faccio anche qui, dove in teoria dovrei dare libero sfogo a tutto quello che mi frulla in testa.

      Elimina
    2. per me (come per ogni persona sana di mente, anche se mi rendo conto non sono tante.....) puoi parlare di quello che vuoi, che siano cazzate o cose serissime! io e gli altri tuoi lettori attivi potremmo poi decidere se essere daccordo o no e in tal caso rispondere educatamente oppure soprassedere.. se poi qualche personaggio di cui internet pullula ti risponde in maniera volgare o offensiva.. ignoralo e chi sè visto sè visto :D
      se questo spazio è un po' il tuo diario personale, allora usalo come tale e non farti condizionare.

      poi se ti vuoi prendere uan pausa, perchè no? sai quante ne ho prese io col mio XDDD!!!! ..a settembre però quando torni fammi sapere qualcosa (anche del tuo gatto!!!!), visto che nel frattempo mi mancherai ^^

      mille baci di buone vacanze <3 <3 <3

      Elimina
    3. ciao cara, avevo perso questo commento...presa la pausa, presa. Il gatto sta meglio, ma mi ha fatto tribolare tutto agosto. E' stata un vero incubo se devo essere onesta, ma il peggio è passato

      Elimina
  5. Concordo sul grande pippone mentale!
    Qualche lettore l'ho perso anch'io e SONO CERTA che sia dovuto al fatto di non essere più andata a commentare il loro blog...o comunque perchè avevamo idee discordanti.
    Ma come si dice da queste parti: esticazzi!;)

    Questo blog mi è sempre piaciuto, mi hai fatto scoprire con piacere artisti, luoghi, libri, film...e il tuo modo di scrivere è schietto e sincero come dovrebbe essere (IMHO).
    Forse è solo una scusa la tua, come dici, e chi di noi non ha mai sentito la necessità di distaccarsi un po' (o definitivamente)dal proprio blog?
    Prenditi appunto questa pausa e poi torna a scrivere ciò che ti passa per la testa, non si può piacere a tutti. Sarebbe un inferno tentare di farlo.

    Ti auguro di cuore buone vacanze e auguri (anche questi di cuore giuro) per il tuo gatto.
    Ciauz :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao orsetta, grazie, avevo perso il tuo commento. onestamente a volte avrei voglia di prendere una pausa da me stessa più che dal blog, non so , tipo resettarmi il cervello e svegliarmi nella vita di un'altra tizia che non conosco (più figa e con più tette, se posso osare chiedere), invece ci sono solo io e mi tocca sopportarmi!!! Se mi era preso un pippone? ovvio che sì, sapessi quanti ne ho di momenti simili, ma qui finora non sono emersi perché mi dava fastidio l"uso privato del blog pubblico", se me la passi, ma a volte sono così scazzata che non riesco ad impedirmi di sfogarmi qui, dove in teoria non mi conosce nessuno, ma dove in un certo senso sì. S'è capito cosa intendevo?

      Elimina

Recommendations by Engageya

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Alcuni immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via E-mail. Saranno immediatamente rimosse.