sabato 18 agosto 2012

Poesia: Byzantium, di William Butler Yeats

William Butler Yeats (1865-1939)

Le non filtrate immagini del giorno svaniscono;
La soldataglia ubriaca dell'Imperatore dorme;
La risonanza notturna anche svanisce, e il canto
Delle passeggiatrici notturne dopo il grande
Gong della cattedrale; una cupola accesa dalla luce
Stellare o della luna ogni cosa disdegna che sia umana, 
Tutte le mere complessità,
La furia e il fango delle vene umane.

Ecco di fronte a me fluttuare un'immagine, uomo
Oppure ombra, e ombra più che uomo, o più
Immagine che ombra;  poiché la spola dell'Ade, ravvolta
Come da bende di mummia, può dipanare i giri del sentiero;
Una bocca, senza né umidità né respiro,
può convocare bocche senza respiro;
inneggio al sovrumano;
Lo chiamo morte in vita e vita in morte.

Miracolo, uccello o oggetto d'oro lavorato a mano,
e più miracolo ancora che uccello o oggetto lavorato a mano,
piantato sopra il ramo,
d'oro alla luce delle stelle, può cantare
come i galli dell'Ade, o inasprito
dalla luna schernire nella gloria
del metallo immutabile il petalo o l'uccello più comune 
e tutte le complessità di fango e di sangue.

Sul pavimento imperiale a mezzanotte corrono
fiamme che nessun legno nutre, da nessun'esca accese,
e nessuna bufera le estingue, fiamme generate
solamente da fiamma, dove gli spiriti sorti dal sangue
salgono ad allentare ogni complessità della furia,
morendo in una danza, un'agonia di estasi,
un'agonia di fiamma che non brucia.

In groppa al fango e al sangue del delfino, 
spiriti l'uno dietro l'altro! Le fucine
spezzano il flutto, le fucine dorate dell'Imperatore!
I marmi del pavimento della danza spezzano
le furie amare della complessità, le immagini
che a fresche immagini ancora danno origine,
a quel mare stravolto dai delfini, quel mare
tormentato dal gong.

Nessun commento:

Posta un commento

Recommendations by Engageya

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Alcuni immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via E-mail. Saranno immediatamente rimosse.