domenica 26 agosto 2012

Letto e commentato: Massime spirituali, di Kahlil Gibran

More about Massime spirituali
Titolo: Massime spirituali
Titolo originale: Spiritual Sayings
Autore: Kahlil Gibran
Casa editrice: Newton Compton
Anno di pubblicazione: 1962


Perle di saggezza

Ho scoperto il segreto del mare meditando su una goccia di rugiada.

Più si dona, più diminuiscono gli amici

Se sei povero, evita coloro che usano il metro delle ricchezze per valutare gli uomini.

Preferisco essere un sognatore fra i più umili, immaginando quel che avverrà, piuttosto che essere signore fra coloro che non hanno sogni e desideri.

Il matrimonio può essere la morte o la vita, non ci sono vie di mezzo.

Alcuni sentono con le orecchie, altri con lo stomaco; altri ancora con le loro tasche; ce ne sono poi altri che non sentono affatto.

Se esistessero due uomini perfettamente uguali, il mondo non sarebbe grande abbastanza per accoglierli entrambi.

Porta sventura alla propria nazione colui che non semina un solo grano, che non posa un solo mattone o non tesse anche un solo indumento, ma che fa della politica la sua occupazione.

Possiamo cambiare con le stagioni, ma le stagioni non potranno cambiare noi.

Liberatemi da colui che dice la verità solo ferendo, da chi si comporta irreprensibilmente ma ha cattive intenzioni, da chi acquista stima di se stesso solo vedendo l'errore degli altri.

Se desideri vedere le valli, sali sulla cima della montagna; se vuoi vedere la cima della montagna, sollevati fin sopra la nuvola; ma se cerchi di capire la nuvola, chiudi gli occhi e pensa.

Ascolta la donna quando ti guarda, non quando ti parla.

Dura è la vita di colui che desidera la morte ma continua a vivere per amore dei suoi cari.

Come esiste un legame fra il corpo e l'anima, così sono uniti il corpo e l'ambiente che lo circonda.

Il poeta è colui che, una volta letti i suoi scritti, ti dà la sensazione che i suoi migliori versi non siano ancora stati composti.

Chi rivela a se stesso ciò che la sua coscienza gli ha proibito, commette peccato. ma parimenti, è peccatore colui che nega a se stesso ciò che la coscienza gli ha rivelato.

Non si progredisce cercando di migliorare ciò che già è stato fatto, bensì cercando di realizzare ciò che ancora non esiste.

La verità che ha bisogno di prove è solo mezza verità.

E' miope colui che vede solo il sentiero su cui cammina e solo il muro a cui si appoggia.

L'arte è un passo nella conoscenza verso l'ignoto.

L'entusiasmo è un vulcano sul cui cratere non cresce mai l'erba della esitazione

La macina può rompersi, ma il fiume continuerà il suo cammino verso il mare.

La contraddizione è la forma più bassa di intelligenza.

La difficoltà che incontriamo per raggiungere la nostra meta è il cammino più breve per arrivarci.

L'arte nasce quando la segreta visione dell'artista si accorda con la manifestazione della natura per trovare nuove forme.

Le massime rimangono insignificanti finché non si concretizzano in abitudini.

la mancanza di regole deriva o dalla follia o dalla genialità.

Chi prova pietà per la donna, la disprezza. Chi le attribuisce la colpa dei mali della società, la opprime. Chi crede che la bontà di lei dipenda solo dalla propria bontà e che la sua malvagità dipenda solo dalla propria, è uno spudorato a pretendere ciò. Ma colui che accetta la donna come Dio l'ha fatta, le rende giustizia.

La povertà è un'indisposizione momentanea, ma la ricchezza è una malattia cronica.

Il ricordo è una pietra che ostacola il cammino della speranza.

LA nostra colpa maggiore sta nel preoccuparci delle colpe degli altri.

Il tuo essere è formato da due parti: una pensa di conoscere se stessa, l'altra pensa che gli altri la conoscano.

Siamo tutti guerrieri nella battaglia della Vita, ma alcuni conducono e altri seguono.

Se conoscessi il perché della mia ignoranza, sarei un saggio.

Il commercio è ladrocinio se non è scambio.

Il migliore fra gli uomini è colui che arrossisce quando lo lodi e rimane in silenzio quando lo diffami.

I forti crescono in solitudine, mentre in solitudine i deboli perdono sempre più vigore.

Dicono che capendo noi stessi, capiremo meglio gli altri. Ma io vi dico, amando gli altri impareremo qualcosa in più su noi stessi.

Nessuno mai ha impedito di fare qualcosa in cui lui stesso non fosse interessato.

L'ottimista vede la rosa e non le spine; il pessimista si fissa sulle spine, dimentico della rosa.

Quando l'uomo inventa una macchina, la fa funzionare; in seguito è la macchina che fa funzionare l'uomo ed egli diventa schiavo della sua schiava.

Il valore dell'uomo risiede nelle poche cose che crea e non nei tanti possedimenti che riesce ad ammassare.

Ogni nazione è responsabile per ogni singolo atto dei suoi individui.

Non si conosce la profondità dell'amore se non al momento della separazione.

Il coraggio, che è il sesto senso, ci fa scoprire la strada più breve per il trionfo.

La castità del corpo può equivalere alla povertà dello spirito..

Nel mondo civilizzato di oggigiorno, non esiste comodità che non provochi allo stesso tempo qualche fastidio.

Il dubbio o la fiducia che hai nel prossimo, sono strettamente connessi con i dubbi e la fiducia che hai in te stesso.

Chiediamo tutti libertà di parola e libertà di stampa, sebbene non ci sia niente da dire, e non ci sia niente che valga la pena di essere stampato.

La miseria si nasconde nei pensieri prima di arrendersi al portafogli.

La maggior parte degli uomini dotati di fine sensibilità si affrettano a ferire i tuoi sentimenti per paura che tu ferisca i loro per primo.

Lo scrittore che attinge materiale dai libri è come colui che prende a prestito del denaro solo per prestarlo.

Si parla di più di colui che dissente, che di colui che è d'accordo.

Quanto è selvaggio l'amore che pianta un fiore ed estirpa un prato; ci dà vigore per un giorno e ci inebetisce per secoli.

E' perché è nato nella paura e vive da codardo, che l'uomo si nasconde nelle cavità della terra quando vede arrivare la tempesta.

Credere è una cosa, fare un'altra. Molti parlano come fossero il mare, ma le loro vite sono paludi stagnanti. Altri innalzano la testa fin sopra la cima delle montagne, mentre le loro anime rimangono attaccate alle scure pareti delle caverne.

Molte persone che conoscono il prezzo di ogni cosa, ne ignorano del tutto il valore.

Chi ottiene la ricchezza ereditandola costruisce la sua casa col denaro sottratto ai deboli e ai poveri.

L'artista, e per artista intendo colui che riesce a dar nuove forme ai suoi pensieri e ai suoi sentimenti, è uno straniero fra la sua gente e persino fra i suoi amici. Guarda ad est quando gli altri guardano ad ovest. Lui stesso non può capire quel che lo tocca dentro. E' triste fra chi si diverte, ed è felice fra chi è malinconico. Si sente debole fra i forti, e forte tra i deboli. E' al di sopra delle regole, che agli altri piaccia o no.

Nessun commento:

Posta un commento

Recommendations by Engageya

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Alcuni immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via E-mail. Saranno immediatamente rimosse.