sabato 18 agosto 2012

Letto e commentato: La lettrice bugiarda, di Brunonia Barry

Titolo originale: The lace reader
Autore: Brunonia Barry
Casa editrice: Garzanti
Anno di pubblicazione: 2006
Dove e quando: Salem, tra gli anni '80 e '90

L'Incipit
Il mio nome è Towner Whitney. No, non è esatto. Il mio vero nome di battesimo è Sophya. Non dovete credermi. Mento continuamente. Sono pazza...e questo è vero. Mio fratello minore, Beezer, più gentile di me, dice che la mia è una pazzia genetica. Siamo pazzi da cinque generazioni, afferma, come se fosse un distintivo da portare con orgoglio, sebbene ammetta che io potrei aver alzato il livello della nostra pazzia.

Cosa ne penso
La lettrice bugiarda è un libro ingannevole, come suggerisce il titolo stesso, perché ci si immagina una storia di streghe (e non potrebbe essere altrimenti visto che è ambientato a Salem) e poi ci si ritrova per le mani un romanzo che affronta temi serissimi e impegnativi, quali la violenza sulle donne e gli abusi sui minori. 

La protagonista di questa storia è Towner, una donna di 30 anni che ha appena subito un'isterectomia. Quando il fratello le comunica la scomparsa dell'amata zia Eva, con la quale ha vissuto per un certo periodo della sua adolescenza, Towner decide di abbandonare la città in cui ha trovato rifugio e serenità, Los Angeles, per tornare nella piccola cittadina di Salem, già nel pieno della stagione turistica. 

Essendo il romanzo ambientato a Salem era inevitabile per l'autrice parlare di streghe, magia bianca, riti misteriosi (la lettura del pizzo, solo per fare un esempio), paganesimo e soprannaturale, ma l'accenno storico alle persecuzioni e ai processi alle streghe avvenute in questa cittadina del Massachussets sono solo un pretesto per introdurre la vicenda personale di questa donna ormai adulta che deve fare, finalmente, i conti con un passato doloroso: una madre maltrattata e un padre violento che abusava sessualmente di lei quando ubriaco. 

Attraverso le ricerche della zia Eva e poi di una giovane donna che tutti credono morta, messa incinta proprio da quel padre molestatore improvvisatosi predicatore, Towner rimetterà insieme i pezzi della sua vita: i giochi d'infanzia sull'isola di Yellow Dog Island (ora rifugio per donne maltrattate come la madre), la morte per suicidio della sorella gemella Lindley (che in realtà è morta alla nascita, ma che resta una presenza viva per Towner e sulla quale viene proiettato tutto quanto le è successo durante l'adolescenza), il ricovero in un ospedale psichiatrico, gli elettroshock che le hanno fatto dimenticare il trauma subito, la sua breve e disgraziata storia d'amore con un pescatore di aragoste della zona che voleva sposarla nonostante i suoi disturbi mentali.

La lettrice bugiarda è un romanzo molto bello, commovente senza essere mai banale, che parla di donne donne alle donne, di una gradevolezza inaspettata nonostante gli argomenti trattati siano di una brutale crudezza. Ho apprezzato molto la descrizione dell'isola di Yellow Dog Island e dei giochi d'infanzia di questi bambini che vi vivono in modo selvatico, gli accenni alla storia di Salem e il sapore di mare che trasuda da ogni pagina. Scritto in modo ineccepibile, con uno stile semplice ed efficace, il romanzo non annoia mai e dosa sapientemente la narrazione al presente con i vari flashback. Piano piano la matassa degli eventi si dipana e il finale è inaspettato. Consigliatissimo. Su anobii 4 stelle

Opere ed autori citati
Emily Post, Canti dell'innocenza e dell'esperienza di William Blake, Campana di vetro di Sylvia Plath, Bibbia (Salmo n. 23, Giovanni 15:13), Piccolo grande uomo di Thomas Berger, Byzanthium di William Butler Yeats, Goethe, Spenser, Proust, My back pages di Bob Dylan, Kumbaya, Nathaniel Hawthorne, Don Chisciotte, Eneide, De bello Gallico

Perle di saggezza
A volte, guardandoci alle spalle, possiamo individuare il momento in cui la nostra vita ha svoltato prendendo un'altra direzione.

Due persone che guardano la stessa cosa con occhi diversi raramente vedono la stessa cosa.

I fatti sono nemici della verità

La Trama
È estate e l'oceano ruggisce al largo della città di Salem. Towner Whitney è tornata dove tutto è cominciato. Il tempo pare essersi fermato. La grande casa segnata dalla salsedine è avvolta dal silenzio. Eppure a Towner sembra ancora di vedere la sua gemella Lindley mentre, con lei, ride e legge il futuro secondo un'antica arte trasmessa di madre in figlia tra le strane donne della famiglia Whitney. Towner era fuggita da tutto ciò, prigioniera del senso di colpa e della follia. Perché l'ultima volta che aveva previsto il futuro, Lindley era morta. Sono passati quindici anni. Ma la scomparsa dell'amata zia Eva la costringe a fare ritorno, a ripercorrere quella strada troppe volte dimenticata. Per ritrovarla, Towner non ha altra scelta: deve affrontare il segreto che la lega indissolubilmente a Lindley. Un segreto che affonda le radici in un passato inconfessabile che molti, nel clan Whitney e nella chiusa comunità di Salem, hanno cercato di rimuovere. Dalla madre di Towner, May, una donna dura e solitaria, che vive su un'isola sperduta, alla fragile Emma, marchiata da una ferita indelebile, alle eclettiche signore con il cappello rosso, fino a Cal, un ambiguo predicatore. Quando il corpo di Eva viene restituito dalle onde e un'altra ragazza scompare, Towner capisce di essere precipitata di nuovo nell'incubo di quella calda estate di quindici anni prima. Circondata dalle chiacchiere e dai sospetti, non può fare affidamento che su sé stessa. Ora più che mai tutto dipende da lei. È questa l'eredità che Eva le ha lasciato: scrutare il futuro e distinguere vero e falso, odio e amore, realtà e sogno. Solo allora il velo che offusca il suo destino finalmente si solleverà. Un libro dalla storia unica. Stampato in proprio dall'autrice, in due settimane è andato esaurito solo grazie al passaparola dei lettori. Ora, pubblicato da una delle più importanti case editrici americane, è un assoluto bestseller. La lettrice bugiarda è una storia di abbandono e redenzione, di bugie e tradimenti, dove i misteri e i segreti si dipanano pagina dopo pagina fino a dare un nuovo significato alla parola verità.

L'autrice

Brunonia Barry, nata e cresciuta nel Massachusetts, ha studiato letteratura e scrittura creativa ed è tra dei fondatori della Portland Stage Company, la più grande compagnia teatrale del New England. Il suo amore per il teatro l'ha portata a Chicago, dove si è occupata di importanti campagne promozionali e ha scritto diverse commedie di successo. Oggi vive a Salem, Massachusetts, con suo marito e Byzantium, il loro amato golden retriever. Insieme stanno restaurando una casa storica di Salem. Di Brunonia Barry Garzanti ha pubblicato anche La ragazza che rubava le stelle (The map of true places). Il suo sito QUI




Nessun commento:

Posta un commento

Recommendations by Engageya

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Alcuni immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via E-mail. Saranno immediatamente rimosse.