lunedì 27 agosto 2012

Letto e commentato: Il mago, di William Somerset Maugham

More about Il mago
Titolo: Il mago
Titolo originale: The magician
Autore: William Somerset Maugham
Casa editrice: Newton Compton
Anno di pubblicazione: 1909
Dove e quando: Parigi e Londra, primi del '900

L'Incipit
Arthur Burdon e il dottor Porhoet passeggiavano in silenzio. Avevano pranzato in un ristorante sul Boulevard Saint Michel, e ora facevano quattro passo per i giardini del Luxembourg. Il dottot Porhoet camminava con le spalle curve, le mani dietro la schiena. Osservava la scena con gli occhi dei tanti pittori che hanno cercato di esprimere il loro senso della bellezza attraverso il giardino più affascinante di Parigi. L'erba era disseminata di foglie secche, ma il loro languido disfarsi ben poco contribuiva a conferire un tocco di naturalezza all'artificiosità dello sfondo.

Cosa ne penso
Pubblicato per la prima volta nel 1908, Il mago non è tra i romanzi più riusciti di Maugham, ma ebbe molto impatto negli ambienti letterari perché lo scrittore si ispirò all'incontro avvenuto a Parigi con Aleister Crowley, un personaggio discutibile che si occupava di occultismo e di magia, le cui vicende movimentarono non poco le cronache dell'epoca. Crowley raggiunse una certa fama con alcuni articoli che si occupavano di occultismo e misticismo, ma per tutti rimase una figura misteriosa e terrificante, sospettato di praticare cerimonie magiche con tanto di sacrifici umani, abusare di droghe e darsi alle orge. 

Alla figura di Crowley Maugham si ispirò per delineare il personaggio di Oliver Haddo, il mago del titolo, incarnazione del male contro cui il giovane e brillante dottor Arthur Burdon deve lottare per salvare la sua amata Margaret, vittima di una sorta d'incantesimo che la spinge a comportarsi in modo anomalo, a mentire e infine a rompere il fidanzamento per sposare proprio quell' uomo che in realtà la disgustava.  Haddo qui incarna il male, le forze occulte, il mistero in netto contrasto con Burdon che invece rappresenta la scienza e la ragione. Tutto ha inizio quando Haddo viene presentato ad Arthur e Margaret da un amico comune. L'uomo è avvolto da un alone di mistero ed ha un fascino magnetico, un po' per via dello sguardo penetrante, un po' per le storie che racconta: la coppia ne diffida immediatamente, ma non riesce ad evitarne la frequentazione. Dopo un banale alterco con Arthur, Haddo decide di vendicarsi seducendo Margaret, che soggiogata dal potere quasi ipnotico dell'uomo, finisce con lo sposarlo. Il matrimonio con Haddo in realtà non verrà mai consumato perché Haddo ha intenzione di utilizzare la sua giovane sposa per degli esperimenti in cui si prefigge di creare degli esseri viventi secondo alcune formule magiche degli alchimisti del passato, frmule che richiedono il sangue di una vergine.

Interessante la descrizione degli ambienti frequentati dalla coppia Margaret/Arthur (quello artistico bohèmien della Parigi di inizio secolo) e dalla coppia Margaret/Haddo (i salotti mondani di Roma e Montecarlo), meno riuscita la parte finale in cui Arthur finalmente riesce ad uccidere Haddo, ma non a salvare la sua Margaret.
Non si tratta del capolavoro di Maugham, ma è stata comunque una lettura gradevole. Su anobii 4 stelle.

The Magician (1926) di Rex Ingram

Opere ed autori citati
Tristano di Richard Wagner, Albrecht Durer, leonardo Da Vinci, Gustave Moreau,  Valdes Leal, Ribera, lo Zohar, Diana di Gabies, Keats

Perle di saggezza
Impossibile innamorarsi se si è privi di immaginazione. 

Lo stiletto dell'ironia è uno strumento più efficace del manganello dell'insolenza.

La magia non è altro che l'arte di impiegare consapevolmente mezzi invisibili per produrre effetti visibili. volontà, amore, immaginazione, sono poteri magici che chiunque possiede; e chi sa come svilupparli appieno, è un mago.

Il dubbio è un segno di modestia che raramente ha ostacolato il progresso della scienza.

Dovremmo cercare la saggezza dove ci aspettiamo di trovarla, perché dunque disprezzare chi ne va in cerca? Coloro che restano in patria possono arricchirsi e vivere più confortevolmente di chi vaga; ma io non desidero né vivere confortevolmente né arricchirmi.

L'autore

William Somerset Maugham nasce a Parigi nel 1874, dove conduce un'esistenza agiata, ma quando muore la madre e due anni dopo anche il padre, è costretto a trasferirsi dallo zio paterno in Inghilterra. Durante gli anni scolastici venne afflitto dalla balbuzie e da una malattia polmonare, per un breve periodo si trasferì in Germania dove finalmente poté ampliare i suoi orizzonti culturali. Una volta rientrato in Inghilterra si iscrisse alla facoltà di medicina: la sua esperienza di medico venne condotta parallelamente a quella di scrittore e nel 1897 esordì con il romanzo Liza di Lambeth. Maugham si dedicò anche al teatro e finalmente nel 1908 ottenne con quattro commedie il successo che inseguiva. Con lo scoppio della prima guerra mondiale si ritrova prima paramedico in Francia, poi agente segreto in Svizzera e Russia, durante la seconda guerra mondiale invece è di nuovo in Francia, a Cap Ferrat, dove morirà nel 1965

Le sue opere

Liza di Lambeth (1897)
The Making of a Saint (1898)
Orientations (1899)
The Hero (1901)
La signora Craddock (1902)
The Merry-go-round (1904)
The Land of the Blessed Virgin: Sketches and Impressions in Andalusia (1905)
The Bishop's Apron (1906)
The Explorer (1908)
The Magician (1908)
Schiavo d'amore (1915)
La luna e sei soldi (1919)
The Trembling of a Leaf (1921)
On A Chinese Screen (1922)
Il velo dipinto (The Painted Veil) (1925)
The Casuarina Tree (1926)
The Letter (Stories of Crime) (1930)
Ashenden: Or the British Agent (1928)
The Gentleman in the Parlour: A Record of a Journey From Rangoon to Haiphong (1930)
Cakes and Ale: or, the Skeleton in the Cupboard (1930)
The Book Bag (1932)
The Narrow Corner (1932)
Ah King (1933)
The Judgement Seat (1934)
Don Fernando (1935)
Cosmopolitans - Very Short Stories (1936)
My South Sea Island (1936)
La diva Julia (1937)
The Summing Up (1938)
Christmas Holiday (1939)
Princess September and The Nightingale (1939)
France At War (1940)
Books and You (1940)
The Mixture As Before (1940)
Up at the Villa (1941)
Strictly Personal (1941)
The Hour Before Dawn (1942)
The Unconquered (1944)
Il filo del rasoio (1944)
Then and Now (1946)
Of Human Bondage - An Address (1946)
Creatures of Circumstance (1947)
Catalina (1948)
Quartet (1948)
Great Novelists and Their Novels (1948)
A Writer's Notebook (1949)
Trio (1950)
The Writer's Point of View' (1951)
Encore (1952)
The Vagrant Mood (1952)
The Noble Spaniard (1953)
Ten Novels and Their Authors (1954)
Points of View (1958)
Purely For My Pleasure (1962)

Opere teatrali 
A Man of Honour (1903)
Lady Frederick (1912)
Jack Straw (1912)
Mrs Dot (1912)
Penelope (1912)
The Explorer (1912)
The Tenth Man (1913)
Landed Gentry (1913)
Smith (1913)
The Land of Promise (1913)
The Unknown (1920)
The Circle (1921)
Caesar's Wife (1922)
East of Suez (1922)
Our Betters (1923)
Home and Beauty (1923)
The Unattainable (1923)
Loaves and Fishes (1924)
The Constant Wife (1927)
The Letter (1927)
The Sacred Flame (1928)
The Bread-Winner (1930)
For Services Rendered (1932)
Sheppey (1933)

Nessun commento:

Posta un commento

Recommendations by Engageya

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Alcuni immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via E-mail. Saranno immediatamente rimosse.