giovedì 19 luglio 2012

Letto e commentato: L'estate dei fantasmi di Saundra Mitchell

Autore: Saundra Mitchell
Casa editrice: Giunti Y
Anno di pubblicazione: 2011
Dove e quando: Ondine, Louisiana, dopo Katrina (2005)

L'incipit
Non era mai successo niente a Ondine, in Louisiana, nemmeno durante l'estate in cui scomparve Eliijah Landry. Fu un caso eccezionale, il caso del giovane Landry, per la precisione. Il fatto che il suo corpo non fosse mai ritrovato diede a me e alla mia migliore amica Colette qualcosa su cui fantasticare. E a Ondine, fantasticare era praticamente l'unico passatempo possibile.

Cosa ne penso
All'inizio non avevo molta voglia di leggere questo romanzo (l'ennesimo young adult di una lunga lista di young adult tutti uguali gli uni agli altri), ma poi devo ammettere che la storia mi ha presa e alla fine l'ho  divorato in poche ore. Le protagoniste de L'estate dei fantasmi sono due ragazzine amiche per la pelle che, come tutte le adolescenti del mondo, un po' si vogliono bene e un po' sono in competizione tra loro. 

Colette e Iris si ritrovano a passare insieme un'altra estate afosa in quel di Ondine, un paese della Louisiana dove non succede mai nulla, sognando di prendere la patente e scappare a New Orleans, anche se la città dopo la devastazione dell'uragano Katrina non esercita più lo stesso fascino di un tempo. 

Iris vive da sola con il padre ed è ancora un po' ingenua, mentre Colette comincia ad essere più smaliziata e ad interessarsi ai ragazzi. La loro amicizia viene messa a dura prova quando nel loro duo s'intromette Ben, un ragazzo con una famiglia problematica alle spalle, che le aiuterà a risolvere un mistero. 

Le due ragazze per ammazzare il tempo s'interessano di stregoneria, compiendo strani rituali in cimitero e recitando incantesimi, fino a quando ad Iris non apparirà sul serio il fantasma di un ragazzo scomparso vent'anni prima. Con l'aiuto di Ben e della sua tavola Ouija, Iris riuscirà a scoprire chi era veramente Elijah Landry e in che modo suo padre era implicato nella scomparsa. 

Non è certo un capolavoro di romanzo, ma la lettura è stata molto gradevole: queste due ragazzine mi hanno riportato con la memoria indietro nel tempo, a quando da bambina anch'io m'inventavo dei giochi assurdi per sconfiggere la noia e il grigiore del paesello e a quando l'amicizia era ancora un sentimento indefinito, fatto di affetto misto a gelosia, esclusivo, esigente ed assoluto. Qui si affronta, anche se in modo molto trasversale, il tema del suicidio e dell'omosessualità, ma questo è e rimane prevalentemente un romanzo leggero, senza troppe pretese, adatto soprattutto alle ragazze. Su Anobii 4 stelle

La trama
Benvenuti a Ondine, soporifero paesino della Louisiana in cui non succede mai niente. L’unico fatto degno di cronaca risale a molti anni fa, quando un ragazzo scomparve misteriosamente. C’è chi dice che sia affogato nel lago, chi sostiene che sia scappato lontano. Questo posto dimenticato, popolato da ragazzini indolenti, vecchi benpensanti e manovali non offre molti diversivi per Iris e Colette. Le due amiche inseparabili si preparano a passare l’afosa estate dei loro quattordici anni fra noia e sogni di fuga dalla monotonia. Ma quella caldissima estate, inaspettatamente, si rivela per loro piena di segreti, misteri e scoperte, tra l’emozione di esperienze normali, come il primo amore, e paranormali, poiché a Ondine il posto più vivo sembra essere il cimitero. «Respira molto lentamente, solo lo stretto necessario, e aspetta. Devono credere che siamo morte, così non avranno paura di avvicinarsi.» Il mio cuore batteva a tempo con il canto delle cicale e a malapena riuscivo a stare ferma. Sembrava che quelle anime antiche, uscite dai loro corpi terreni ma non ancora salite in paradiso, si stessero affollando intorno a noi. “L’estate dei fantasmi è un libro bellissimo e insieme inquietante: è pieno d’amore e bugie, segreti e tradimenti, che s’intrecciano magistralmente dando vita a un romanzo indimenticabile.” Kami Garcia, autrice di La sedicesima luna, bestseller del New York Times “Un esaltante ibrido di ghost story e mystery... Un romanzo altamente evocativo, ricco di momenti di suspense mozzafiato e dal finale elegiaco.” Booklist

L'autrice

Saundra Mitchell, scrittrice pluripremiata e appassionata di storie del mistero, vive ad Indianapolis con la sua famiglia. L'estate dei fantasmi è arrivato fra i finalisti del premio Edgar per i libri YA. Sceneggiatrice e autrice di libri, Saundra Mitchell ha redatto le sceneggiature delle serie di cortometraggi realizzati da Fresh Film e Girls in the Director's Chair. Il suo cortometraggio Ready to Wear ha ricevuto la nomination per il Puschart Prize e il suo primo lungometraggio, Revenge Ends, ha debuttato nel circuito dei festival. Nel tempo libero le piace andare a caccia di fantasmi, fare decoupage e stare insieme al marito e ai suoi due bambini. Non vede l'ora di incontrarti sul suo sito web: www.saundramitchell.com

2 commenti:

  1. Concordo, non un romanzone, ma comunque una piacevole letture, e devo dire che m'è piaciuta parecchio la parte soprannaturale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a me è piaciuto molto come l'autore ha sviluppato il rapporto conflittuale tra le due amiche, mi ha ricordato un po' la mia (ex) migliore amica dell'infanzia. Sì, non un romanzone, ma comunque una lettura gradevole, considerando che si tratta di ya

      Elimina

Recommendations by Engageya

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Alcuni immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via E-mail. Saranno immediatamente rimosse.