martedì 22 maggio 2012

Appunti di viaggio


Come avrete intuito dal mio post precedente, sono stata a Malta. Ecco un piccolo resoconto della mia breve (anzi brevissima) gita.
  1. Il taxi si paga in anticipo e le tariffe sono standard così si sa subito quanto si spende, senza avere brutte sorprese al momento di pagare. Dall'aeroporto al centro di St. Julian abbiamo speso 20 euro, ma se si vuole spendere meno va benissimo anche l'autobus (X4 o X5). La compagnia dei trasporti maltese si chiama Arriva e serve benissimo tutta l'isola. Vi consiglio di prendere il biglietto giornaliero che costa circa 2,50 euro. E' il modo migliore per spostarsi, ma di sicuro non il più rapido.
  2. Io ho soggiornato a St Julian, località molto carina per via del porticciolo, del lungomare e del quartiere dei locali notturni (Paceville), ma se un giorno dovessi tornare a Malta probabilmente sceglierei di stare a  Sliema, altrettanto carina e servita. Da qui partono tutti i battelli per Gozo ed è possibile prendere il water taxi per La Valletta (la corsa dura 5 minuti e costa 1,50 euro, mentre in autobus ci vuole circa mezz'ora).
  3. Personalmente vi consiglio di lasciare La Valletta per ultima: il centro storico è piuttosto piccolo e non c'è granché da vedere. Avendo solo 2 giorni a disposizione io non sono entrata da nessuna parte (né chiese, né musei), preferendo girare senza meta per le vie del centro. 
  4. Il modo migliore per visitare Malta è senza dubbio l'autobus turistico: si può scendere ad ogni fermata e risalire nell'autobus successivo. A Malta ci sono due compagnie che offrono questo servizio, la Citysightseeing e la compagnia locale Malta sightseeing. Io ho scelto quest'ultima per supportare il turismo locale. I tour sono due, uno fa la parte nord dell'isola (il bus blu), l'altro la parte sud (il bus rosso). Prendendo la linea nord si parte da Sliema, si passa per La Valletta e si prosegue per Medina/Rabat (assolutamente da vedere), fino a risalire sulla Golden Bay e la St. Paul Bay dove ci sono delle belle spiagge sabbiose. Il tour dura circa 3 ore, costa 15 euro e dà diritto o ad un giro in barca intorno al porto di La Valletta o al giro delle 3 città (Cospicua, Senglea, Vittoriosa) sull'autobus vintage.
  5. Se scegliete di fare il tour nel vintage bus tenete presente che verrete sbattuti come uova, quindi lo sconsiglio a chi soffre i mezzi.
  6. Purtroppo per questioni di tempo non sono riuscita a fare anche il tour del sud, ma questo giro prevede fermate nei luoghi d'interesse archeologico e una tappa presso la Blue Grotto, che rimpiango amaramente di non essere riuscita a vedere.
  7. Se pensate di fare shopping a Malta preparatevi ad una grande delusione: i negozi sono pochi, forniti principalmente di roba italiana e inglese, e chiudono prestissimo, anche il sabato.
  8. In generale Malta è una bella isola, però purtroppo devo dire che sono leggermente indietro rispetto agli altri paesi europei. Le facciate dei palazzi sono fatiscenti, i cavi elettrici pendono da ogni dove, le strade sono dissestate anche in centro, ci sono pochissimi attraversamenti pedonali e c'è un traffico allucinante (in quanto ex colonia inglese, la guida a Malta è a sinistra), con l'ovvia conseguenza che la qualità dell'aria non è delle migliori.
  9. Le persone del luogo sono davvero molto ospitali, gentilissime e disponibili a fornire qualsiasi tipo di aiuto. Parlano maltese (simile all'arabo), inglese e italiano molto bene.
  10. Non aspettate di avere fame per mangiare. Qui il concetto del tempo è molto soggettivo. In pratica in qualsiasi locale o ristorante ti fanno aspettare non meno di un'ora prima di portarti quello che hai chiesto. In ogni caso vale la pena di aspettare perché la cucina locale è ottima. Si mangia prevalentemente italiano, ma nel menù è sempre presente una selezione di piatti tipici maltesi. Il piatto nazionale è il coniglio alla maltese, ma qui è sempre possibile trovare il pesce fresco. Da provare anche il formaggio di Gozo. Ogni pietanza è accompagnata di default da un'insalata mista e dalle patate al forno che qui sono particolarmente buone.
  11. Nella zona industriale di La Valletta c'è un'azienda di bevande che produce anche la birra locale, la Cisq. Dunque, l'ho voluta provare: il colore è giallo canarino ed è dolcissima, inoltre sembra sgasata. Insomma, tutto è fuorché birra, ma alla fine si fa bere.
  12. Dopo le 11 di sera è fatto divieto categorico di consumare alcolici per strada.
  13. Nell'isola a quanto pare non c'è criminalità e la dimostrazione ne è stata che in due giorni abbiamo visto pochissimi poliziotti e quei pochi che abbiamo visto erano belli in carne. Le loro facce serene e sorridenti ci hanno fatto capire che non hanno granché da fare. Meglio così, safety first..
  14. Se si vuole fare uno spuntino veloce invece consiglio i prodotti da forno, in particolare i pastizzi alla ricotta che costano soltanto 0,30 centesimi (in Italia li farebbero pagare 2 euri!!!) e i quassatat agli spinaci (1 euro circa). Sono belli grossi e sostanziosi. Ovvio che ho fatto scorpacciata...
Queste le mie impressioni di viaggio a caldo. Due giorni sicuramente non bastano per vedere tutto, ma ormai sto facendo il callo a questi viaggi toccata e fuga. Se non ci fosse la Ryanair con le sue offerte stracciate non potrei spostarmi, quindi ben venga qualche rinuncia e qualche piccolo disagio. La prossima meta è un mistero. Siamo indecisi se tornare in Spagna o vedere Berlino.

15 commenti:

  1. Immagino che il paesaggio sia stato fantastico. io spero quest'anno di riuscire ad andare in Croazia a Spalato per la precisazione: una delle mie migliori amiche, che proviene da lì, mi ha detto che quest'estate mi porterà, ma è ancora tutto da vedere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella la croazia! anch'io spero di riuscire a vederla prima o poi!

      Elimina
  2. Dicono tutti quelli che ci vanno, che Berlino sia stupenda. Eppure non ne sono mai stata granché attratta. Invece tornerei subito a Barcellona, dove sono già stata 4 o 5 volte...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Barcellona l'ho vista l'anno scorso, ci tornerei senz'altro, però prima vorrei vedere altre città spagnole, tipo madrid e siviglia...di berlino parlano tutti strabene, ma ancora non so, alla fine deciderò in base ai prezzi...

      Elimina
  3. Malta è uno di quei posti che dico sempre di voler vedere ma chissà perchè ogni volta rimando...La settimana prossima ci va mia cognata, le giro queste utili informazioni.

    P.s. da Berlino mi aspettavo poco e invece me ne sono innamorata. Di certo non si resta delusi dalla birra ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciccola, allora spero che queste info tornino utili a tua zia!!! fammi sapere qualcosa sul suo viaggio, sai le impressioni sono sempre soggettive!!! Ps Berlino guadagna punti

      Elimina
  4. Dal mio commento precedente puoi capire che non l'avevo intuito!! Hai scritto che te l'eri persa...

    Io, avendo visto già la Spagna opterei per Berlino, sembra sia una città fantastica, vacci vacciii e poi ci racconti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no problem orsetta! sono viva, anche se confusa!!! berlino pare essere la città giusta per me, c'è tanta arte moderna e di sicuro non manca la buona birra!!!

      Elimina
    2. Berlino!! voto per Berlino!!

      Elimina
  5. C'è stata una mia amica l'anno scorso e mi da detto alcune delle cose che hai scritto tu. In generale le è piaciuto il viaggio e i posti visitati.

    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi sarebbe piaciuto avere un giorno in più a disposizione, purtroppo ho saltato alcune tappe davvero molto belle, tipo la famosa grotta blu e Gozo

      Elimina
  6. Povera Malta, allora, immemore della sua antichissima storia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. avendo solo due giorni non ho visto nulla di interesse archeologico, ho semplicemente fatto un giro per farmi un'idea generale...dovrei ritornarci con più calma e visitarla come merita :)

      Elimina
  7. Grazie per i tuoi preziosi suggerimenti di viaggio! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sempre felice di tornare utile, nel mio piccolo!

      Elimina

Recommendations by Engageya

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Alcuni immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via E-mail. Saranno immediatamente rimosse.