mercoledì 25 gennaio 2012

Letto e commentato: Matched di Ally Condie


Titolo: Matched
Autore: Ally Condie
Casa editrice: Fazi
Anno di pubblicazione: 2011
Dove e Quando: futuro, terre di Oria.


L'incipit
Ora che ho trovato il modo di volare, in che direzione devo percorrere la notte? Le mie ali non sono bianche e non hanno piume; sono fatte di seta verde che vibra al vento e si piega seguendo i miei movimenti: prima un cerchio, poi una linea retta e infine una forma inventata da me. Non mi preoccupa l'oscurità alle mie spalle; e nemmeno il cielo stellato che ho di fronte.

Cosa ne penso
Il genere distopico mi è sempre piaciuto e questo Matched di Ally Condie presenta tutte le caratteristiche del genere. Siamo in un futuro non troppo lontano, nella terra immaginaria di Oria. Esiste una forma di governo genericamente chiamata la Società che decide fin nei minimi dettagli ogni aspetto della vita dei cittadini: chi amare, cosa mangiare, quale lavoro fare e per quante ore farlo, come passare il proprio tempo libero, come vestirsi e perfino cosa ricordare. 

I Funzionari controllano che tutto si svolga esattamente come dev'essere svolto e che nessuna anomalia intacchi il sistema perfetto che è stato messo a punto per garantire ad ogni cittadino una vita sicura e serena. Le malattie sono state debellate, i treni sono sempre puntuali e le strade sempre pulite; non ci si agita, non si urla, non si è mai in disordine. Nulla viene messo in discussione: si obbedisce senza porsi domande perché tutto è predisposto affinché ogni individuo abbia il meglio dalla vita; perfino i ritmi di sogno e veglia vengono controllati attraverso dei sensori e i pasti vengono spediti a casa affinché ciascun abitante riceva la giusta quantità di nutrienti. 

Di un passato non troppo lontano non rimane che la memoria dei vecchi, "condannati" a morire all'età di 80 anni, e qualche oggetto la cui funzione originale viene per lo più ignorata: un portacipria, un orologio, una bussola. Dell'immenso patrimonio culturale umano non sono state conservate che una manciata di cose: cento poesie, cento canzoni, cento racconti, cento dipinti. Tutto ciò che esiste è utile, tutto ciò che non è stato ritenuto importante viene metodicamente distrutto. Se gli alberi del vialetto non crescono allo stesso modo vengono semplicemente sradicati affinché sia applicato il sacro principio di uguaglianza. Se un individuo non si rivela adatto ad una certa attività semplicemente viene ricollocato. Se si commette un errore nel migliore dei casi si viene ammoniti, nel peggiore ci si vede assegnare lo status di aberrazione o anomalia. Tutto è come dev'essere perché la Società è perfetta. Questo è il mondo in cui vive la protagonista Cassia.

Ogni individuo all'età di diciassette anni viene abbinato ad un partner in base alle caratteristiche fisiche e intellettive attraverso una cerimonia detta Banchetto d'Abbinamento (in inglese appunto matched) affinché vengano garantite le migliori probabilità di procreazione. Innamorarsi di qualcuno cui non si è stati assegnati è inconcepibile e così quando Cassia viene assegnata al suo amico d'infanzia Xander tutto sembra andare nel migliore dei modi: quella tra lei e Xander è il perfect match, l'unione ideale tra  due giovani sani e brillanti, che per giunta si conoscono bene. 

L'iniziale euforia di Cassia per questa assegnazione però lascia quasi subito spazio al dubbio quando nella sua microscheda appare non il volto del suo promesso, ma quello di un altro ragazzo, Ky Markham, che proviene dalle Province Esterne dove, forse, si sta combattendo una guerra.

Quando Cassia e Ky iniziano a frequentare la stessa attività ricreativa, Ky le rivelerà quel poco che sa sulla vera natura della Società e Cassia lentamente aprirà gli occhi su cos'è realmente stata la sua vita fino ad allora. Escursione dopo escursione, Cassia e Ky s'innamoreranno, contro ogni regola e ogni logica, a dispetto di ogni equazione matematica,  fino a che Ky non verrà portato via dai Funzionari.

Questo romanzo fa parte di una trilogia il cui secondo volume (Crossed) è appena stato pubblicato negli Usa. Confesso di averlo divorato e di non vedere l'ora di leggere il successivo capitolo anche perché è scritto davvero bene e l'autrice, un'ex insegnante d'inglese, ha dato prova di conoscere bene il genere con cui si è cimentata.

Molti i riferimenti e le citazioni letterarie sparse qua e la nel romanzo: a parte le poesie di Thomas, ripetutamente citate dalla protagonista femminile (non te ne andare docile), è evidente che la Condie si è rifatta ai grandi capolavori della letteratura anglosassone, su tutti Fahrenheit 451 di Ray Bradbury a proposito del lavoro del padre di Cassia (Non possiamo appiccare il fuoco così, a casaccio. [...] E' più rapido bruciare le singole paginne che gli interi volumi, quindi strappiamo i libri a metà, sventrandoli lungo il dorso per poi gettarli nei tubi, pag. 123), ma anche ovviamente 1984 di George Orwell, soprattutto per quanto riguarda l'organizzazione della Società, infine le tre pillole (rossa, verde e blu) che ogni abitante porta con sé ricordano le famose due pillole che Morpheus offriva a Neo nel primo capitolo di Matrix. Assolutamente consigliato. Su anobii 5 stelle.

Opere ed autori citati
Crossing the bar di Lord Alfred Tennyson; Fermandosi accanto a un bosco in una sera di neve di Robert Frost; Ode: intuizioni di immortalità nei ricordi d'infanzia di William Wordsworth; Non andartene docile in quella buona notte e Poesia in ottobre di Dylan Thomas; Thomas Moran; La luna di Henry David Thoreau

Perle di saggezza
Come si può apprezzare pienamente qualcosa quando si è sopraffatti dall'eccesso?


Hanno perfezionato l'arte di darci solo il minimo indispensabile di libertà: quando siamo pronti ad azzannare, gli basta lanciarci un ossicino, e noi ci rotoliamo, pancia all'aria, comodi e tranquillizzati. [...] Hanno avuto decenni per perfezionare questa tecnica: perché mi sorprendo quando vedo che anche su di me funziona sempre, tutte le volte?

L'autrice


Ally Condie vive a Salt Lake City con il marito e i tre figli. Prima di dedicarsi alla narrativa è stata un'insegnante d'inglese. Matched è il primo romanzo di una trilogia cui fa seguito Crossed. Il suo sito qui.

Nessun commento:

Posta un commento

Recommendations by Engageya

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Alcuni immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via E-mail. Saranno immediatamente rimosse.