mercoledì 14 dicembre 2011

Un giorno di ordinaria follia


Ieri non si parlava d'altro, al lavoro, al bar, sul tram, per strada. La follia xenofoba si è scatenata del tutto inaspettatamente anche nella paciosa Firenze, prima in Piazza Dalmazia (che io non bazzico molto) poi in pieno centro, al Mercato di San Lorenzo. Due ragazzi senegalesi sono morti, uno probabilmente resterà paralizzato. Alcuni di loro li incrocio sempre quando passo per il mercato: provano a vendere le loro borse contraffatte a qualche incauto turista americano, scappano non appena vedono una divisa, ma fondamentalmente non hanno mai dato fastidio. 

Si è trattato del gesto di un folle, legato agli ambienti esoterici e di estrema destra. Una persona apparentemente innocua, un ragioniere, uno con una faccia un po' così, da bonaccione. Eppure ha ucciso. Si è alzato, ha preso la sua bella arma ed è andato ad uccidere, come se fosse la cosa più normale del mondo.

Che succede in Italia? Possibile che l'esasperazione sia arrivata ad un punto tale? Possibile che uno si svegli la mattina e decida che la vita di due ragazzi non ha alcun valore? Possibile che quest'uomo non abbia dato in precedenza segnali di squilibrio e che nessuno sia intervenuto? E ancora perché viene rilasciato il porto d'armi senza prima richiedere una perizia psichiatrica? Si poteva prevedere un simile gesto? Si poteva impedire? 

Non lo so, però è una ferita che difficilmente si rimarginerà, per i fiorentini doc, ma anche per quelle persone come me che hanno scelto Firenze come luogo ideale in cui vivere. Sono molto triste e non mi sento più al sicuro da nessuna parte.

8 commenti:

  1. ero sconvolta! non è possibile vivere in un mondo del genere...

    RispondiElimina
  2. Non va ridotto l'episodio alle parole squilibrio o perizie psichiatriche... si è trattato di un caso di razzismo e di violenza criminale...
    chi dovrebbe controllare e garantire la sicurezza dei cittadini ha errato nel valutare qualche fazione estremista come non pericolosa...

    Fabrizio

    RispondiElimina
  3. Ho letto oggi autorevoli commenti, che inquadrano nella prospettiva tragicamente reale la follia del razzismo oggi in Italia.

    RispondiElimina
  4. Anche dalle nostre parti ci sono stati gesti inconsulti. La gente è fuori di testa e non si trattiene più.

    RispondiElimina
  5. io sono ancora shockata e tra l'altro il mio compagno conosce il coinquilino di uno delle due vittime...insomma davvero un brutto fatto. Non so ancora se andare alla manifestazione perché come al solito i partiti politici cavalcano l'onda emotiva per sbattersene il resto dell'anno, ma ancora tempo per decidere...

    RispondiElimina
  6. condivido in pieno quello che hai scritto...sono rimasta letteralmente scioccata da quello che è successo qualche giorno fa, ormai la follia dell'uomo ha raggiunto livelli inspiegabili e terribilmente paurosi!

    RispondiElimina

Recommendations by Engageya

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Alcuni immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via E-mail. Saranno immediatamente rimosse.