giovedì 1 dicembre 2011

Oscurantismo

 Togliete i libri alle donne e torneranno a far figli.

Magari a certi giornalisti bisognerebbe togliere l'abilitazione così eviteranno di dire l'ennesima cazzata.

14 commenti:

  1. il problema è che a questo gli han tolto il cervello e non se n'è accorto... ha continuato a parlare.

    RispondiElimina
  2. Già uno che si professa sinceramente xenofobo e che pensa che stare in mezzo agli stranieri sia un incubo si commenta da solo. Credo che questo articolo sia solo la provocazione di un poveretto, un signor nessuno con una faccia che Lombroso non avrebbe perdonato, per fare parlare di sé e prendersi i classici 15 minuti di notorietà. Il tizio è consapevole che la gente si arrabbierà perché sa di dire un'idiozia, tanto più che non sostiene la sua tesi ma la spiattella in fondo all'articolo come "dato statistico".

    RispondiElimina
  3. scomparso il loro capo non sanno più quali cazzate scrivere....

    RispondiElimina
  4. Che articolo pesante...ho visto fuoco e fiamme quando l'ho letto...che tristezza però! Un abbraccio...

    RispondiElimina
  5. @roby infatti lo si nota dall'espressione intelligente
    @automaticjoy certo, è una provocazione per far parlare di sé, ma mi ribolle il sangue quando sento certe idiozie: questo viene pagato anche con i nostri soldi...
    @cirano secondo me c'è per le cazzate c'è un posto senza fondo...
    @ne mora ne bionda, magari se le donne lavorassero di più sarebbero più serene nel far figli...e infatti ormai in italia fanno figli solo quelle che hanno ancora un lavoro, le altre a guardare con invidia (mi ci includo) perché non possono...

    RispondiElimina
  6. In realtà il tizio dice:

    Togliete i libri alle donne: torneranno a far figli.

    Che è assai più inquietante di quello che dici tu.
    Se levi quei due punti, dopotutto quel che rimane non è che un concetto neutro, a quanto pare supportato da dati (non so quanto affidabili e non mi interessa).

    Ma nella sua forma originale (brividi), questo degenerato sta pensando alla catena di montaggio.

    Disturbante, e la sua faccia non aiuta.

    RispondiElimina
  7. Il primo commento m'ha fatto morire :)
    Ha proprio descritto bene la situazione di quell'uomo (uomo?).

    RispondiElimina
  8. A me più che altro da fastidio il concetto Donna=figli
    Ma chi l'ha detto scusate?
    Io credo che ogni essere umano debba vivere la sua vita come meglio crede. E non mi piace neanche molto il concetto che si dice spesso che le donne non fanno figli perché non ci sono i soldi, perché hanno un lavor precario ecc... ecc...
    Secondo me quello di avere un lavoro e uno stipendio deve essere un diritto di tutti per condurre una vita decorosa, ed è scandaloso che invece ci sono così tante donne (e mi ci includo) che non hanno un lavoro stabile. Ma non è che il lavoro dev'essere l'incentivo a far figli. Quelle sono scelte personali che nessuno dovrebbe mettere in discussione.
    Mi da fastidio che si parli delle donne come se fossero degli oggetti. Io rispetto le scelte fatte da chiunque. Sia delle donne che hanno 3-4 figli (magari non potendoseli nemmeno permettere, ma che però li amano con tutto il cuore) e sia di quelle che non ne hanno. E sinceramente non mi interessa sapere il motivo.
    Altrimenti non siamo più esseri umani ma robot, macchinari per la proceazione. Che concetto triste.

    Sara

    RispondiElimina
  9. Sì, questo tipo cerca i 15 minuti di fama e gloria. Noi, invece, gente normale, cerchiamo un lavoro che non duri due settimane, asili nido senza prezzi stellari, tasse pagate da tutti e per tutti. Per cominciare.
    Chi li vuole, poi, potrà anche metterli al mondo, i benedetti bambini. Magari aiutati sensatamente senza doverli andare a fare a casa del diavolo...l'idea che togliendo l'istruzione alle donne le cose migliorino può venire solo ad un balengo meno espressivo di un fungo porcino.
    Si sa, se la gente è depressa, è anche meno fertile.

    RispondiElimina
  10. @gio con o senza i due punti la frase è terrificante, perché è un pensiero strisciante che sotto sotto non è mai venuto meno nella super maschilista italia cattolica.
    @michi quando ho visto la foto ho pensato che i porcini fossero dotati di più intelligenza...almeno quelli sono buoni...
    @alex un mentecatto che voleva far parlare di sè, il problema è che se si ritirano fuori questi discorsi finisce davvero male...
    @orsa è vero!!! gli hanno tolto il cervello e non se n'è accorto!

    RispondiElimina
  11. @sara sono d'accordo con te in parte: credo che se le donne lavorassero più stabilmente sarebbero più incentivate a fare figli e paradossalmente molto spesso non lavorano proprio perché ne hanno già (rischio di poca produttività, assenze etc) o sono in età fertile (chi assume una che potrebbe andare in maternità da un momento all'altro?) poi c'è il rovescio della medaglia: quelle che se ne approfittano e si prendono lunghe maternità anche se non hanno grossi problemi di salute, semplicemente perché possono o ne hanno voglia.

    Però è vero che se una donna non ha un reddito fa figli meno volentieri, ormai un solo stipendio in casa non basta più per vivere decorosamente e se anche il marito/partner è precario come lo mantieni il pupo? Sono tutte questioni che in Italia ci si ostina a non voler affrontare: invece di uscirsene con boutade/idiozie come quella di questo cretino qui bisognerebbe fare una riflessione seria...
    @vanessa non volevo certo dargli visibilità al minchione, è solo che quando ho letto la notizia mi è andato in ebollizione il sangue...l'argomento è delicato per chi come me inizia a pensare di non avere più molto tempo a disposizione, della serie vorrei ma non posso, è non è certo colpa del fatto che sono istruita...casomai del fatto che non ho un reddito costante

    RispondiElimina
  12. uno con quella faccia neppure lo considero

    RispondiElimina

Recommendations by Engageya

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Alcuni immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via E-mail. Saranno immediatamente rimosse.