venerdì 17 giugno 2011

Nemico pubblico n. 2

Luca Telese intervista per Il Fatto quotidiano il Ministro Renato Brunetta che dà la sua versione dei fatti avvenuti durante il convegno sui giovani innovatori. Questo chihuahua rabbioso (chiedo scusa a tutte le bestiole) non solo ha offeso gravemente tutti i precari d'Italia definendoli "la peggiore Italia", ma si è anche rifiutato di scusarsi.

Verrà il giorno (oh sì che verrà) in cui sarà lui a dover raccogliere la frutta e la verdura: quella che gli tireremo addosso noi a lui e ai suoi compari di merenda, come si faceva nell'antichità con i condannati al patibolo. Hanno i giorni contati, lo sanno eppure continuano ad essere tracotanti e a manifestare  il loro profondo disprezzo verso i cittadini italiani.

E noi ancora permettiamo loro di stare comodamente seduti sui loro scranni? Pagati profumatamente con i nostri soldi quando noi tiriamo a campare? Possibile che dopo le vittorie delle amministrative e dei referendum non riusciamo ad organizzare proteste di massa come in Spagna e in Grecia? Ma cosa stiamo aspettando?

Gli ho lanciato un frastimo potentissimo.

6 commenti:

  1. gliene viene ancora a lui? insopportabile. Che individuo ignobile

    RispondiElimina
  2. Oddio secondo me non ci sta più dentro...è fuoriiiiiiiiii

    RispondiElimina
  3. "...borghesi, borghesi ancora pochi mesi!", si cantava ai cortei e invece sono ancora lì a non fare nulla e insultare i poveracci.
    Ma se i "miserabili" non s'indignano.....

    RispondiElimina
  4. secondo me questo omuncolo è pieno di invidia e complessi, quindi si sfoga così... interniamolo

    RispondiElimina
  5. Anche secondo me, è inutilmente cattivo e maleducato.
    Di certo non è da compatire, però.

    RispondiElimina

Recommendations by Engageya

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Alcuni immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via E-mail. Saranno immediatamente rimosse.