martedì 21 giugno 2011

Letto e commentato: Angel, di L.A. Weatherly

Autore: L.A. Weatherly
Titolo: Angel
Casa editrice: Giunti Y
Dove e quando: Stati Uniti, giorni nostri

L'Incipit
E' tua quella macchina? domandò la ragazza alla cassa del 7-Eleven. Quella macchina fiammante? Alex annuì posando sul banco un bicchiere di caffé formato gigante. Che sballo sospirò lei, guardando ancora l'auto parcheggiata fuori. Era una Porsche Carrera e i raggi del sole la facevano scintillare come onice allo stato liquido. Da queste parti non se ne vedono tante di macchine così. Eh no, direi di no, pensò Alex tentando di ricordarsi che luogo fosse da queste parti. Cattle Chute, in Oklahoma, o roba del genere.

Cosa ne penso
Non lasciatevi ingannare dal titolo: Angel, primo romanzo di una nuova trilogia della scrittrice americana L.A. Weatherly, parla sì di creature ultraterrene, gli angeli, ma lo fa in maniera totalmente anticonvenzionale. Di solito siamo abituati a pensare agli angeli come a creature magnifiche, fatte di pura luce e gioia, che ci affiancano per donarci gioia e pace, ma quelle descritte dalla Weatherly, per quanto bellissime e luminose, non sono affatto buone. Gli angeli di questo romanzo sono perfidi e l'unica ragione che li ha spinti ad abbandonare il loro mondo è che per sopravvivere devono succhiare quanta più energia vitale dagli esseri umani, lasciandosi alle spalle una scia di morte, malattie e dolore.

Alex è un Angel Killer, un assassino di angeli: dà la caccia a queste terribili creature fin da quando era piccolo, mosso dal solo desiderio di vendicare la morte della sua famiglia, sterminata appunto dagli angeli. Fa parte di un'operazione gestita dalla Cia, anche se ormai è rimasto l'unico a combattere gli angeli per proteggere gli uomini dal terribile destino cui vanno incontro.

Gli Angeli hanno invaso la Terra e fondato una loro Chiesa che fa accoliti in tutto il paese e una seconda invasione sta per avere luogo: il compito di Alex è quello di sterminare quanti più angeli possibile ed impedire una catastrofe, ma le cose non andranno secondo i suoi piani perché ormai gli angeli si sono infiltrati anche ai vertici della Cia e lui non ha più nessuno di cui potersi fidare.

Willow è una ragazzina un pò strana: s'intende di meccanica ed è una sensitiva. Quando legge la mano ad una sua compagna di classe vede il volto di un angelo e capisce che qualcosa di terribile sta per capitare all'amica. Cercando di impedirle di unirsi alla Chiesa degli Angeli scopre di essere a sua volta angelo per metà e da quel momento in poi sarà costretta a scappare dalla sua tranquilla cittadina per proteggere coloro che ama perché è l'unica in grado di neutralizzare gli angeli che cercano in ogni modo di ucciderla.

La sua strada s'incrocia con quella di Alex: inizialmente incaricato di eliminare Willow, il giovane ben presto capirà di trovarsi di fronte a qualcosa di completamente nuovo, un ibrido, e dopo un'iniziale avversione per la metà angelica di Willow,  s'innamorerà di lei.

In fuga da uno stato all'altro del paese, tra motel e stazioni di servizio, Alex cercherà di proteggere la ragazza di cui si è innamorato, finché Willow deciderà di collaborare con gli unici superstiti dell'Operazione Angelo per provare ad impedire che la seconda invasione da parte degli angeli abbia luogo.

Per quanto io non ami particolarmente sentir parlare di angeli devo dire che questa nuova ondata di romanzi (mi viene in mente ad esempio Angelology della Trussoni che spero di poter leggere al più presto) incentrati su queste figure dipinte in toni foschi e pericolosi mi affascina molto. Angel mi ha sorpreso molto per la sua scorrevolezza e il concatenarsi degli eventi: tra fughe repentine e rocamboleschi inseguimenti in giro per gli States, il romanzo assomiglia più al genere on the road che ad uno young adult, sebbene i protagonisti siano poco più che adolescenti e non manchi l'elemento romantico; nonostante il libro sia di 552 pagine si legge bene e in fretta e non annoia mai. Considerando che Angel fa parte di una trilogia (composta anche da Angel Fire e Angel Fever) il finale è aperto, ma per nulla scontato. I personaggi sono dei ragazzi tosti, abituati a scontrarsi con una realtà molto dura (Alex ha perso tutta la famiglia, mentre la madre di Willow è diventata catatonica a seguito dell'incontro con un angelo) e a contare solo su loro stessi che mi sono entrati nel cuore e di cui spero di poter leggere al più presto le nuove avventure. Su anobii 4 stelle.

La Trama
Willow è una ragazzina particolare, vive con la madre Miranda, affetta da una malattia mentale, e con la zia, che lei considera un triste specchio della sua vita futura. Dopo la scuola, Willow lavora come meccanico e fa la chiaroveggente. Ripara le macchine perfettamente, così come è infallibile nel prevedere il futuro. Perché lei il futuro lo vede davvero, con il solo tocco della mano. E vede anche il passato. Così quando Beth, la perfetta cheerleader biondo-miele, le chiede un consulto, Willow, involontariamente, sbircia nel suo passato e scopre che Beth ha avuto un incontro con gli angeli. Questo è l’inizio di una storia che si sviluppa in un trionfo di amori e battaglie per la salvezza del mondo. Gli angeli in questo libro sono talmente perfidi che hanno addirittura creato un corpo speciale di sterminatori. Uno dei loro obiettivi è proprio Willow, prima ragazza mezza umana mezza angelo. E il destino vuole che il suo cacciatore sia il bellissimo Alex, un giovane guerriero assoldato dalla CIA che lavora attivamente per l'esiguo corpo degli Angel Killer. Il mondo degli angeli sta morendo, e proprio gli angeli, con la loro infida bellezza, stregano gli umani per portare a termine la loro missione: stanno concertando un'invasione di massa sulla terra per succhiare l'energia ai terrestri e sopravvivere.

Angel è il primo episodio della Angel Trilogy di L.A. Weatherly, a cui seguiranno Angel Fire e Angel Fever. La storia è originale, fantasiosa, estremamente divertente e travolgente. Ci fa scoprire i segreti degli angeli miscelando azione, mondo del paranormale e romanticismo. Un romanzo veramente da non perdere!

Mi sentii crescere in altezza, e di colpo mi ritrovai sospesa a mezz'aria, a osservare dall'alto la mia immagine accovacciata al suolo arido. Avevo un corpo d'angelo, candido e splendente sotto i raggi del sole. Non provavo timore, in me c'era solo determinazione Non era stata un visione o una specie di sogno: era reale, assolutamente reale. Io non ero del tutto umana.


L'autrice


L.A. Weatherly è nata nel 1967 a Little Rock, in Arkansas. Autrice di moltissimi romanzi YA, vive ora in Inghilterra col marito, coltivando non solo la grande passione per la scrittura, ma anche quella per le rane e i gatti. Una curiosità: L.A. Weatherly in realtà è uno pseudonimo per Lee Weatherly, che a volte si firma anche Titania Woods.

1 commento:

Recommendations by Engageya

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Alcuni immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via E-mail. Saranno immediatamente rimosse.