giovedì 2 giugno 2011

L'artista di oggi: Ken Wong













L'artista di oggi è un illustratore e grafico digitale di originario di Adelaide. Attualmente dirige come Art Director uno studio di videogiochi a Shanghai e si dichiara influenzato dall'arte di Gustav Klimt, Mike Mignola, Shaun Tan, Moebius, Zdzislaw Beksinski and James Jean. Non saprei dire con esattezza come sono arrivata a lui, ma trovo la sua fissa per il goldfish particolarmente suggestiva. 


Il suo sito: http://www.kenart.net

11 commenti:

  1. Un pò inquietante, tra tutti Cappuccetto Rosso, ma decisamente interessante.

    RispondiElimina
  2. Esprime diversi stati d'animo, se non sbaglio, ma l'impressione prevalente é, sì, un po' inquietante.

    RispondiElimina
  3. Anch'io lo trovo inquietante.

    Un bacione cara e buon venerdì!

    RispondiElimina
  4. Ciao,bellissima l'ultima alla Morpheus..li trovo davvero toccanti..un po macabri,ma toccanti

    RispondiElimina
  5. non credevo fossero così inquietanti...in passato ho pubblicato di peggio!!!comunque mi piaceva soprattutto il primo dipinto che si intitola mistaken identity: mi fa pensare ad una persona che ha la testa...altrove...
    @alessandro hai ragione: il dipinto a cui ti riferisci si intitola alice versus the matrix!

    RispondiElimina
  6. Grazie per aver pubblicato queste opere: cercavo il dipinto della bambina in alto (mistaken identity) e l'ho trovato proprio qui. Leggere i commenti precedenti mi ha fatto capire quanto l'Arte - come ogni cosa del resto - abbia sempre una lettura molto personale, soggettiva. Non sono un critico d'arte, e mi perdoni chi lo è e sta leggendo il mio commento, ma non ho condiviso il senso di inquietudine. Anzi, in alcuni ho visto un senso di liberazione, di fuga - o finta fuga - dalla prigionia.
    Il primo lo trovo molto romantico: questa bambina che, probabilmente, delle sue lacrime fa la vita di quei pesci; senza le sue lacrime, senza il suo respiro nell'ampolla, quei pesci morirebbero. o forse, è l'esatto contrario: sono proprio i pesci a darle vita coi loro respiri. trovo ci sia un legame fra il gruppo dei pesci e il vestito, entrambi arancioni.
    Lo stesso legame lo ritrovo nel 3° e nel 4°: un cuore con cui vivere in due; un frutto al quale dare la vita/un frutto da cui prenderla.
    Il settimo mi da un senso di fuga, di liberazione, ma soltanto apparente. una Raperonzolo delle fiabe finalmente fuggita, ma che rimane legata alla torre della sua prigionia con una parte dela sua lunga coda. Ma forse è quella la sua vera salvezza per rifuggire da un mondo che credeva migliore di come sia in realtà (i rovi).
    Il seguente mi è molto piaciuto: finalmente una Cappuccetto Rosso non più indifesa, visto il pugnale. Anche se la lingua del lupo, identica nel colore al capuccio, sembra ricordare un legame indissolubile.
    L'ultimo mi piace molto, perché adoro Alice. La posizione mi ricorda la dea greca della Giustizia, infatti il ciondolo al collo della bambina richiama il segno zodiacale della Bilancia, come la bilancia della dea Dike.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A coloro che hanno gradito l'opera n. 10 suggerirei di prendere visione big eyes
      (http://www.kenart.net/portfolio/concept.htm)
      In questa produzione si vede la differenza tra Alice versione "Londra" e versione"Wonderland". Il ciondolo simboleggiante il segno astrologico della bilancia, che sembra effettivamente ricollegato alla giustizia, ma ad una giustizia "sanguinaria" ed inoltre possibile solo nel mondo della fantasia. Così come in Alice versus the matrix, il dualismo principale sembra essere quello tra realtà e fantasia, o meglio visto l'esplicito richiamo al film dei fratelli Wachowski, ad una presunzione di realtà ed una presunzione di fantasia.
      Non ho ancora chiari i simboli sulle tasche de grembiule di Alice, se qualcuno può aiutarmi, vorrei approfondire.
      Su Mistaken Identity invece non concordo, sul volto vedo confusione, non tristezza (niente lacrime), e rassegnazione. Così come in Crown Of Wax (la cera cade e lei non si sposta) . In comune i due dipinti hanno, cosa che mi pare insolita per l'autore, un primo piano di volti umani con gli occhi semi-chiusi. Così anche per Imogen. Le altre opere che riproducono volti umani hanno la caratteristica di essere dotati di occhi aperti, grandi, intensi, fissi, direi franchi e sinceri. ( nelle opere più figurative come snowwithe, red, rapunzel)

      What Lies In Her Eye. In questo vedo invece le tracce di lacrime passate, lacrime che consento ai fiori di crescere sul corpo nudo di donna, che non ha occhi.

      Per quanto riguarda Stay, And I Will Love Thee: in primis l'utilizzo non contemporaneo del pronome thee al posto di you, che collegherei alla impressione un po' "gotica" che ho avuto "impattando " con le opere di Wong; ed inoltre il legare l'amore ai tentacoli de polpo. Un amore che trattiene ed imprigiona, non un amore come libertà.
      Quello che più trovo presente in ciascuna di queste opere dell'autore e di molte altre che ho citato è il dualismo: fantasia- realtà/ amore-costrizione / due pesci-un frutto/due donne due teste( confuse )- un cuore.

      RS

      Elimina
    2. Splendide riflessioni, condivido in pieno.

      Elimina
  7. ammappete anonimo, e menomale che non sei un critico d'arte! Hai fatto un'analisi che secondo me neanche ken wong stesso poteva immaginare!!! Lieta di esserti stata utile :)

    RispondiElimina
  8. A coloro che hanno gradito l'opera n. 10 suggerirei di prendere visione big eyes
    (http://www.kenart.net/portfolio/concept.htm)
    In questa produzione si vede la differenza tra Alice versione "Londra" e versione"Wonderland". Il ciondolo simboleggiante il segno astrologico della bilancia, che sembra effettivamente ricollegato alla giustizia, ma ad una giustizia "sanguinaria" ed inoltre possibile solo nel mondo della fantasia. Così come in Alice versus the matrix, il dualismo principale sembra essere quello tra realtà e fantasia, o meglio visto l'esplicito richiamo al film dei fratelli Wachowski, ad una presunzione di realtà ed una presunzione di fantasia.
    Non ho ancora chiari i simboli sulle tasche de grembiule di Alice, se qualcuno può aiutarmi, vorrei approfondire.
    Su Mistaken Identity invece non concordo, sul volto vedo confusione, non tristezza (niente lacrime), e rassegnazione. Così come in Crown Of Wax (la cera cade e lei non si sposta) . In comune i due dipinti hanno, cosa che mi pare insolita per l'autore, un primo piano di volti umani con gli occhi semi-chiusi. Così anche per Imogen. Le altre opere che riproducono volti umani hanno la caratteristica di essere dotati di occhi aperti, grandi, intensi, fissi, direi franchi e sinceri. ( nelle opere più figurative come snowwithe, red, rapunzel)

    What Lies In Her Eye. In questo vedo invece le tracce di lacrime passate, lacrime che consento ai fiori di crescere sul corpo nudo di donna, che non ha occhi.

    Per quanto riguarda Stay, And I Will Love Thee: in primis l'utilizzo non contemporaneo del pronome thee al posto di you, che collegherei alla impressione un po' "gotica" che ho avuto "impattando " con le opere di Wong; ed inoltre il legare l'amore ai tentacoli de polpo. Un amore che trattiene ed imprigiona, non un amore come libertà.
    Quello che più trovo presente in ciascuna di queste opere dell'autore e di molte altre che ho citato è il dualismo: fantasia- realtà/ amore-costrizione / due pesci-un frutto/due donne due teste( confuse )- un cuore.
    RS

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vorrei avere le impressioni di qualcuno che ha gicato al video game per xbox 360 ps3 a "Alice: Madness Returns"
      per avere un'idea dello sviluppo della grafica
      e non dimenticate i simboli sul grembiule di Alice (?)
      RS

      Elimina

Recommendations by Engageya

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Alcuni immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via E-mail. Saranno immediatamente rimosse.