domenica 26 giugno 2011

La sfida della distopia


E siccome i libri da leggere non mi bastano mai, ne ho voluto aggiungere degli altri: mettendo ordine nel mio scaffale anobii mi sono imbattuta in una sfida di lettura a cui proprio non ho potuto resistere. Si tratta della Sfida della Distopia aperta da Yuko88 sul genere distopico, di cui ripropongo qui i titoli presi da Wikipedia

  1. Candido* (Candide ou l'optimisme, 1759), racconto filosofico di Voltaire 
  2. I cinquecento milioni della Bégum (Les 500 millions de la Bégum, 1879) di Jules Verne, in cui vengono presentate contemporaneamente due città, l'utopica France-Ville e la distopica e militarizzata Stahlstadt
  3. Flatlandia (Flatland, 1884) di Edwin Abbott
  4. La macchina del tempo (The Time Machine, 1895), di H.G. Wells. Descrive un mondo in cui la divisione delle classi ha prodotto la degenerazione dell'umanità, divisa, in questo lontano futuro, nelle due razze dei parassitari Eloi e dei feroci Morlock.
  5. Il tallone di ferro (The Iron Heel, 1908) di Jack London, del filone anti-totalitario
  6. Il risveglio del dormiente (When the Sleeper Wakes, 1899, rivisto nel 1910), di H.G. Wells, uno dei padri del genere.
  7. Il padrone del mondo (The Lord of the world, 1907) di R.H. Benson
  8. L'altra parte (Die Andere Seite, 1909) di Alfred Kubin, descrive l'utopia della libertà totale, che scaturisce nella perversione e nell'autodistruzione
  9. Noi (1922) di Evgenij Zamjatin
  10. R.U.R. (Rossum's Universal Robots) (1920) di Karel Čapek, autore anche di altri importanti esempi di utopie negative, ad esempio i romanzi La fabbrica dell'Assoluto (1922) e La guerra delle salamandre (1936).
  11. Blocchi (1931) di Ferdinand Bordewijk
  12. Il mondo nuovo (Brave new world, 1932) di Aldous Huxley
  13. Qui non è possibile (It Can't Happen Here, 1935) di Sinclair Lewis, del filone anti-totalitario
  14. La notte della svastica (Swastika Night, 1937) di Katherine Burdekin, distopia anti-totalitaria. Già prima del conflitto, nel 1937, la scrittrice britannica immaginava nel romanzo un mondo in cui il totalitarismo hitleriano aveva vinto, ambientando la storia 720 anni dopo la morte del führer.
  15. Anthem (1938), romanzo di Ayn Rand
  16. Kallocaina (Kallocain, 1940) di Karin Boye
  17. La fattoria degli animali* (Animal Farm, 1945) di George Orwell
  18. 1984* di George Orwell (1949), una delle più celebri distopie a sfondo anti-totalitario, da cui sono stati tratti due film nel 1956 (Nel Duemila non sorge il sole) e nel 1984 (Orwell 1984), una serie televisiva e un adattamento radiofonico
  19. L'alba delle tenebre (Gather Darkness!, 1950) di Fritz Leiber. L'umanità è controllata da una teocrazia di scienziati.
  20. Gli amanti di Siddo (The Lovers, 1951), romanzo breve di Philip José Farmer. La Schiesa è una teocrazia paranoide che trama genocidi alieni.
  21. Piano meccanico (Player Piano, 1952), primo romanzo di Kurt Vonnegut
  22. Fahrenheit 451* (1953) di Ray Bradbury, da cui è tratto l'omonimo film del 1966 di François Truffaut
  23. Abissi d'acciaio (1953) di Isaac Asimov
  24. Il signore delle mosche* (The Lord of the Flies, 1954) di William Golding, da cui sono stati realizzati due lungometraggi: Il signore delle mosche (1963), di Peter Brook e Il signore delle mosche (1990), di Harry Hook.
  25. Io sono leggenda* (I am legend, 1954) di Richard Matheson da cui sono stati tratti tre film: L'ultimo uomo sulla Terra (del 1967); 1975: Occhi bianchi sul pianeta Terra (del 1971); Io sono leggenda (del 2007).
  26. Il sole nudo (The Naked Sun, 1957) romanzo di Isaac Asimov
  27. Fanteria dello spazio (Starship Troopers, 1958) di Robert A. Heinlein, da cui è stato tratto il film del 1997
  28. Tempo fuori luogo (Time out of Joint, 1959) di Philip K. Dick
  29. Livello 7 (Level 7, 1959) di Mordecai Roshwald; il diario di uno dei testimoni della distruzione nucleare dell'umanità
  30. Giustizia facciale (Facial Justice, 1960) di Leslie Poles Hartley
  31. Vento dal nulla (The Wind That Came From Nowhere, 1961) di J. G. Ballard
  32. Harrison Bergeron (1961), romanzo di Kurt Vonnegut, da cui è stato tratto anche un film tv omonimo
  33. Arancia meccanica (Clockwork Orange, 1962) di Anthony Burgess da cui è tratto il film Arancia meccanica di Stanley Kubrick
  34. La svastica sul sole* (The Man in the High Castle, 1962), romanzo di Philip K. Dick
  35. Il pianeta delle scimmie (La planète des singes, 1963) di Pierre Boulle, di cui sono stati tratti un omonimo film del 1968 di Franklin J. Schaffner e un successivo remake del 2001 di Tim Burton, nonché una serie per la tv
  36. Largo! Largo! (Make Room! Make Room!, 1966) di Harry Harrison da cui è stato tratto nel 1973 il film 2022: i sopravvissuti (Soylent Green)
  37. La fuga di Logan (Logan's Run, 1967), un romanzo di William F. Nolan e George Clayton Johnson, da cui è tratto un omonimo film e una serie tv omonima
  38. Il cacciatore di androidi* (Do androids dream of electric sheep?, 1968) di Philip K. Dick, da cui è tratto il film Blade Runner
  39. Questo giorno perfetto (This Perfect Day, 1970) di Ira Levin
  40. Il gregge alza la testa (The Sheep Look Up, 1972) di John Brunner
  41. Mercenari del tempo, 1973 (The Narrow Passage), di Richard C. Meredith
  42. I reietti dell'altro pianeta (The Dispossessed, 1974; tradotto anche come Quelli di Anarres) di Ursula K. Le Guin, che descrive la contrapposizione tra la distopica Urras e l'utopica Anarres
  43. Codice 4GH (The Shockwave Rider, 1975) di John Brunner
  44. L'uomo in fuga (The Running Man, 1982) di Richard Bachman (pseudonimo di Stephen King), da cui è stato tratto il film L'implacabile di Paul Michael Glaser
  45. Neuromante* (1984) e altri racconti di William Gibson, come quasi tutto il genere cyberpunk, sono ambientati in un prossimo futuro dominato da grandi corporazioni
  46. Il racconto dell'ancella (The Handmaid's Tale, 1985) e L'ultimo degli uomini (Oryx and Crake, 2003) di Margaret Atwood
  47. I figli degli uomini (The Children of Men, 1991) di P.D. James, da cui il film I figli degli uomini (Children of Men, 2006), di Alfonso Cuarón
  48. The Domination (1991-2000), serie di romanzi di S. M. Stirling
  49. Fatherland (1992), di Robert Harris, una ucronia in cui Hitler ha vinto la seconda guerra mondiale, da cui è stato tratto un film omonimo
  50. The Giver (1993) di Lois Lowry
  51. Gathering blue (200), di Lois Lowry
  52. Elianto (1996) di Stefano Benni
  53. Battle Royale (1999) di Koushun Takami
  54. Survivor (1999) di Chuck Palahniuk
  55. A Friend of the Earth (2000) di T. C. Boyle
  56. La salvezza di Aka (2000) di Ursula K. Le Guin
  57. Garbageland (2001) di Juan Abreu
  58. Angelwings and Finerthings (2001) di Paul M. Jessup
  59. Bay City (Altered Carbon, 2002) e il sequel Angeli spezzati, (Broken Angels, 2003), due romanzi di Richard Morgan
  60. Metro 2033 (2002) di Dmitry A. Glukhovsky
  61. Metro 2034 (2009), di Dmitry A. Glukhovsky
  62. Bambini nel Bosco di Beatrice Masini
Tra l'altro in pieno delirio di onnipotenza ho scelto il livello più alto (10 titoli) che adesso mi tocca leggere per non fare una figura meschina! Sproloqui a parte questi i titoli che ho deciso di leggere da qui a dicembre 2011:
  1. Flatlandia (Flatland, 1884) di Edwin Abbott
  2. La macchina del tempo (The Time Machine, 1895), di H.G. Wells
  3. Il mondo nuovo (Brave new world, 1932) di Aldous Huxley
  4. Abissi d'acciaio (1953) di Isaac Asimov
  5. Il sole nudo (The Naked Sun, 1957) romanzo di Isaac Asimov
  6. Il racconto dell'ancella (The Handmaid's Tale, 1985) di Margaret Atwood
  7. L'ultimo degli uomini (Oryx and Crake, 2003) di Margaret Atwood
  8. I figli degli uomini (The Children of Men, 1991) di P.D. James
  9. The Giver (1993) di Lois Lowry
  10. Gathering blue (200), di Lois Lowry
e di riserva
  1. Survivor (1999) di Chuck Palahniuk
  2. Garbageland (2001) di Juan Abreu
  3. Bay City (Altered Carbon, 2002) di Richard Morgan
  4. Angeli spezzati, (Broken Angels, 2003) di Richard Morgan
  5. Neuromante* (1984) di William Gibson
  6. La svastica sul sole* (The Man in the High Castle, 1962), di Philip K. Dick
  7. 1984* di George Orwell
Mi sono buttata su questi titoli perché della lista principale molti li ho già letti (quelli con l'asterisco) mentre altri non saprei dove reperirli e quelli che ho scelto sono matematicamente sicura di potermeli procurare, ora la questione è un'altra: ce la farò a leggerli tutti entro dicembre? Spero di non aver fatto il passo più lungo della gamba. C'è qualcuno che già partecipa a questa sfida e ha altri titoli da aggiungere? 

11 commenti:

  1. Un elenco strepitoso, cara Hobina.
    Sono preoccupata, perché mi mancano quasi tutti :(
    Prendo nota anch'io... Grazie!
    Buona giornata,
    Lara

    RispondiElimina
  2. Una sfida del genere sarebbe davvero troppo per me, che fluttuo da un genere all'altro perché mi annoio taaanto in fretta! Ma quanto ho amato Flatlandia e La fattoria degli animali!!!

    RispondiElimina
  3. Straordinario elenco, aggiungerei "La lunga marcia" di Stephen King.

    RispondiElimina
  4. Un lavoro da bibliofila....straoridnario!!!!

    RispondiElimina
  5. elenco favoloso anche se aggiungerei due romanzi di Tanith Lee, scrittrice molto sottovalutata in Italia:
    "Non mordere il sole" letto un anno fa (trovi la recensione sul blog)
    e il suo seguito
    "Vino di zaffiro"
    da leggere
    si trovano facilmente in ebook, gli originali sono fuori catalogo dagli anni settanta...

    RispondiElimina
  6. @lara tranquilla, molti mancano anche a me, mica si può leggere tutto! non basterebbe una vita :)
    @adriana flatlandia è il primo della mia lista, non vedo l'ora di leggerlo :)
    @web runner ottimo suggerimento, King è un autore che non ho mai letto (lo so, lo so, faccio pena, non mi cazziare che ci ha già pensato un libraio la scorsa settimana!)
    @cirano mi sa che ti devo dare una delusione, quest'elenco si trova su wikipedia (sempre sia lodata) e poi è stato ripreso dal gruppo di anobii che ha lanciato la sfida, magari fosse farina del mio sacco! Aihmé non ho tutta questa pazienza, però ti ringrazio per la stima!
    @ivanalessia ora vado a dare un occhio alla tua recensione, onestamente non conosco questa autrice
    @

    RispondiElimina
  7. Cara Hobina hai preso un impegno con te stessa oserei dire "tosto" Siamo già in una epoca in cui ci avviamo alla distopia stai cercando l'antidoto?
    Se lo trovi scrivimi...
    Buona lettura e felice serata

    RispondiElimina
  8. E' una lista di libri seri, molto seri. Ne ho letti alcuni, di altri ho visto i film che ne sono stati tratti, di altri conosco solo gli autori. Certo, molti non li conosco neppure per titolo ...

    RispondiElimina
  9. Io per questa sfida ho scelto il livello minimo, solo 3 libri! Uno è "Abissi d'acciaio" che hai messo anche tu, il secondo è "I reietti dell'altro pianeta" di Ursula K. Le Guin e il terzo, l'unico che ho già letto, è "Ma gli androidi sognano pecore elettriche?" di Dick, libro da cui è stato tratto il film "Blade Runner". M'è piaciuto immensamente!

    Non sapevo invece che "Non mordere il sole" fosse distopico! Grazie Ivanalessia della dritta, eprhé è un libro che volevo leggere da un po', e ce l'ha la mia biblioteca! Quasi quasi faccio un cambio con "I reietti dell'altro pianeta" che al momento non riesco a trovare! :)

    RispondiElimina
  10. @i am in un certo senso sì, di solito quando faccio fatica a campare mi rifugio nei libri,di solito peggio mi vanno le cose più leggo, so che è una forma di escapismo ma non mi sono ancora risolta a vivere in un eremo

    RispondiElimina
  11. @adriano vero in molti di questi libri c'è una forte critica ai regimi totalitari, ogni tanto è bene rileggere certi testi per capire che poco o nulla è cambiato da quando sono stati scritti
    @phoebes ho dovuto escludere dick (che è il mio autore sci-fi preferito) perché do androids l'ho letto tipo 20 volte (!!) e perché più in là ho intenzione di rileggere l'opera omnia e la biografia del porcone (sempre lui, dick, io lo chiamo così)

    uffa, io il libro suggerito da ivanalessia in biblio non l'ho trovato :(

    non ti chiedo a che punto sei con la sfida perché ho visto che ne hai centinaia in corso!! io per ora mi tengo su quella delle letture in lingua e della distopia, poi vedremo..

    RispondiElimina

Recommendations by Engageya

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Alcuni immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via E-mail. Saranno immediatamente rimosse.