martedì 31 maggio 2011

Lush mania


Alla fine mi sono decisa a provarli: sono rispettivamente lo shampoo  (Asfalto rovente) e il balsamo solido (Jungle) della Lush. Spero vivamente che funzionino e che durino come mi ha giurato la commessa, perché costano, sono minuscoli e mi hanno provocato una lunga sequela di starnuti. Vi terrò informati...

UPDATE DEL GIORNO DOPO
Alla fine è andato tutto bene, non ho avuto la tanto temuta reazione allergica e questo già mi bastava. Lo shampoo ha funzionato benissimo e credo che continuerò ad usarlo, mentre il balsamo solido non ha funzionato per niente: non districa, non ammorbidisce, non si è neanche sciolto... in pratica credo di aver buttato via i miei euri, però gli voglio dare un'altra chance perché la commessa mi aveva detto di usarlo insieme allo shampoo mentre io ho fatto di testa mia e l'ho usato alla fine. Se anche la prossima volta dovesse restare intonso come ieri avrò la certezza di aver acquistato male...

7 commenti:

  1. Li avevo regalati tempo fa..le bombe da bagno.Costavano già allora un capitale ma per un compleanno,potevo starci anche dentro.
    Ora il negozio ha chiuso,di gente ne entrava ma usciva sempre a mani vuote.
    Alex

    RispondiElimina
  2. Allora ... meglio saperne di più

    RispondiElimina
  3. anche i prodotti naturali potrebbero provocare allergia (a me, per esempio, l'aloe fa venire l'orticaria, e devo fare attenzione perché ormai la mettono dappertutto!)

    RispondiElimina
  4. Attenzione perché si, i prodotti Lush sono spacciati come naturali, ma non lo sono affatto nella maggior parte dei casi. L'INCI di molti prodotti sono pieni zeppi di schifezze chimiche e di petrolio!
    Io li ho anche provati, attratta dal loro profumo inebriante, dai colori vivaci e dalla loro praticità (in particolare lo shampoo che mi avrebbe risolto parecchi problemi visto che vado in palestra spesso).. ma il giudizio è stato negativo per me perché mi hanno fatto venire la forfora!!!
    Per cui li ho buttati nella monnezza (con una lacrimuccia per i soldi spesi).
    Spero tu sia più fortunata di me ;)

    RispondiElimina
  5. Io li ho usati per diverso tempo poi ho iniziato a controllare l'INCI dei prodotti ed ho imparato ad evitare:
    1)Methyl, Propyl, Butyl and Ethyl Paraben: usati come inibitori della crescita microbica per allungare la scadenza del prodotto, causano reazioni allergiche e rash cutanei. Studi hanno dimostrato che sono leggermente estrogenaci e possono essere assorbiti dal corpo attraverso la pelle;
    2)Diethanolamine (DEA), Triethanolamine (TEA): usati come emulsionanti o agenti schiumogeni, possono causare reazioni allergiche, irritazioni agli occhi e secchezza dei capelli;
    3)Diazolidinyl Urea, Imidazolidinyl Urea: usati come conservanti, rilasciano una sostanza tossica chiamata formaldeide;
    4)Sodium Lauryl/Laureth Sulfate: detergente aggressivo usato negli shampoo per le sue proprietà lavanti e schiumogene. Spesso derivato dal petrolio, è di frequente mascherato nei cosmetici pseudo-naturali dalla frase estratto dal cocco. Causa irritazioni agli occhi, desquamazione del cuoio capelluto e rash cutanei;
    5)Petrolatum: olio di origine minerale utilizzato in cosmesi per le sue proprietà emollienti. Interferisce con il meccanismo di idratazione del corpo, causando secchezza e screpolature;
    6)Propylene Glicol: composto petrolchimico usato come umettante. Si ritiene possa causare reazioni allergiche, orticaria e eczema
    7)Propylene Glicol: derivato del petrolio usato negli spray e spume per capelli. Le sue particelle sono tossiche per i polmoni;
    8 )Stearalkonium Chloride: composto dell’ammonio usato per balsami e creme. Economico e facile da usare, cause reazioni allergiche ed è tossico;
    9)Coloranti sintetici: usati per abbellire, vanno evitati in quanto spesso sono cancerogeni;
    10)Profumi sintetici: possono avere fino a 200 ingredienti diversi. Alcuni problemi che causano sono mal di testa, vertigini, rash, pigmentazione, tosse convulsa, vomito, irritazioni cutane. Evitare di comprare un cosmetico con la scritta “parfum” sulla lista degli ingredienti.
    Ciao Hobina e non me ne volere...

    RispondiElimina
  6. @alessandro ti riferisci alle mitiche ballistic! quelle si possono fare anche in casa con un pò di pazienza...
    @adriano sono prodotti che non ho mai provato, quindi faccio un pò da cavia :)
    @angie dell'aloe lo sapevo perché anche mia madre ha avuto una terribile reazione allergica, pensa che ha ancora le cicatrici delle bolle che le sono venute :(
    @eleonora sarebbe il colmo dei colmi se lo shampoo mi facesse venire la forfora visto che ho preso proprio quello per farla andar via!! Dopo il primo uso tutto ok, ma una volta sola non mi basta per capire se un prodotto funziona oppure no...di chimica purtroppo non me ne intendo...
    @I am sei un'enciclopedia!!!! non te ne voglio assolutamente, amo sempre ripetere che è meglio un consiglio in più che uno in meno, poi è anche vero che di chimica non ne so nulla (al liceo è stata l'unica materia in cui mi hanno rimandata e ti ho detto tutto!!!: ho controllato gli ingredienti che mi ha elencato e nei prodotti che ho preso c'è il Sodium Lauryl Sulfate che mi pare di capire è presente in tutti i detersivi quindi non si può evitare...mentre la composizione del balsamo è più complessa, comunque ti ringrazio tantissimo per la sintesi, cercherò d'ora in avanti di stare più attenta...

    RispondiElimina

Recommendations by Engageya

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Alcuni immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via E-mail. Saranno immediatamente rimosse.