venerdì 29 aprile 2011

Altre forme d'arte: Nava Lubelski







Nava Lubelski nasce a New York nel 1968. Nelle sue opere, che sono quasi delle sculture, utilizza vecchi scontrini e ricevute di taxi. Un'altro modo geniale per fare arte riciclando la carta.
Questo il suo sito: http://www.navalubelski.com/

13 commenti:

  1. Diavolo che belle!!!e io pensavo fossero bottoni..ma quanti scontrini fa al giorno?

    RispondiElimina
  2. Anch'io avevo scambiato il materiale per qualcosa di diverso. Mi affascinano le persone con questa grande creatività.

    Baci

    RispondiElimina
  3. Arte? boh?
    Però ammetto l'originalità...

    RispondiElimina
  4. @alessandro in un'intervista ho sentito che li ha accumulati in anni e anni, e poi a New York prendere il taxi non è mica una cosa esagerata come da noi...:)
    @versus j'imaginais tu l'aurai apprecié!
    @kylie felice che ti piacciano queste opere, io sono sempre più incuriosita da queste forme d'arte povera dove si crea con oggetti di scarto
    @bruno questione di gusti, l'arte è sempre soggettiva, io ultimamente mi interesso molto di riciclo creativo per cui mi piaceva mostrare cosa si può fare con gli scontrini. Dobbiamo tutti imparare a consumare meno e a riutilizzare quello che abbiamo, non trovi?

    RispondiElimina
  5. Azz un vero e proprio archivio per la finanza...;-)

    RispondiElimina
  6. Scusa Hobina, ma si sono fermata alla battuta di Mark per ridere un attimo :)
    Sono sempre stata affascinata anch'io da queste forme di arte povera. Ho letto sul sito che ci hai segnalato che anziché distruggere, questa artista crea. E mi sembra bellissimo già solo questo fatto.
    Ciao e grazie!
    Lara

    RispondiElimina
  7. @mark come sempre sei uno spiritosone!
    @lara rispondo qui all'altro commento che hai lasciato: te lo ritrovi il 2 gennaio perché io sono una tremenda pasticciona!!!! In pratica ho sbagliato! grazie a te per la tua presenza!
    @turista il mio mantra di questo 2011 è consumare meno e riciclare dove posso, se poi vedo cose carine da cui trarre spunti pubblico nella speranza che anche altri ne beneficino :)

    RispondiElimina
  8. Altroché se non è arte questa: si tratta di quilling, in America è molto conosciuta come tecnica, ma da noi quasi per niente.

    Ci si fa di tutto, dalle cose più classiche e leziose (fiori, per esempio), a quelle più alternative; a me piace parecchio, mia sorella lo fa (ho provato anche io qualche volta) e vengono fuori delle robe stupende, si tratta solo di avere pazienza nell'arrotolare e posizionare :D

    RispondiElimina
  9. @smalto grazie per l'info, non avevo idea che si chiamasse così! ho cercato nel web e ho scoperto che vendono pure dei kit per cimentarsi con questa tecnica, anche se preferirei fare come la Lubelski che usa carta da riclico :)

    RispondiElimina
  10. Sì, esatto, a me piace molto anche perchè è una di quelle arti nelle quali l'attrezzatura necessaria è davvero minima (in realtà, bastrebbe solo il "ferro" per arrotolare le strisce) e quindi conta molto l'inventiva e la tecnica proprie di ogni persona che si cimenta :>

    RispondiElimina
  11. @smalto aggiungerei anche una dose infinita di pazienza!

    RispondiElimina

Recommendations by Engageya

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Alcuni immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via E-mail. Saranno immediatamente rimosse.