lunedì 14 marzo 2011

Assenza di buon gusto...


Uno tzunami ha distrutto le coste del Giappone, i morti si contano a migliaia, i dispersi pure, c'è il rischio che esplodano 'ste cacchio di centrali atomiche (le vogliamo anche in Italia, sì sì, come no, chi se ne frega dei vulcani e dei terremoti) e c'è qualcuno che ha il coraggio di fare la conta delle perdite economiche. Certo il Giappone è la terza potenza al mondo, ma forse si potrebbe aspettare che passi l'emergenza prima di fargli i conti in tasca. Mi sembra che ci siano cose leggermente più importanti dei soldi. Mi si stringe il cuore davvero a vedere le immagini trasmesse dai tg in questi ultimi giorni e il mio pensiero va a tutti i giapponesi che ho conosciuto negli ultimi sei mesi, nella speranza che stiano bene.

5 commenti:

  1. Siamo cannibali dell'etere, non c'è tempo per pensare, riflettere il PIL incombe e con la ricostruzione riprenderà a correre...
    ho scritto questo ieri Saluti

    RispondiElimina
  2. Cio,
    io di tv ne vedo pochissima,ma mi ha sorpreso la dignità che questo popolo ha saputo dimostrare davanti a questa tragedia.
    Fosse successo in italia (la minuscola è dovuta e voluta) ci sarebbero state ripecche da ambo le parti sulle colpe,collette isteriche per raccogliere fondi (che sarebbero inevitabilmente spariti) scene di pianto collettivo e gente che per trent'anni aspetta l'intervento statale.
    Che schifo.

    RispondiElimina
  3. @alessandro, i giapponesi sono diversi da noi, sono persone abituate a celare più che a mostrare, sono educati, gentili e riservati. Non dico che siano tutti così, ma ne ho conosciuti molti per lavoro e tutti mi hanno fatto una bella impressione; non puoi capire il mio stato d'animo di questi giorni...

    Comunque la penso come te: non si può proprio fare un paragone tra giappone e italia, da noi l'emergenza (per fortuna non di tale portata) è la regola, si lascia che tutto vada in malora e dopo vai col magna magna :(

    RispondiElimina
  4. Beata te che hai a che fare col Giappone per lavoro...era il viaggio dei miei sogni.
    Se prima non potevo per un fatto di soldi ora meno di prima.

    RispondiElimina
  5. @alessandro i clienti più carini mi hanno pure invitata ad andare a trovarli, ma vuoi per soldi vuoi per la paura di volare non ho mai colto e mi sa che per un bel pò sarà un viaggio off limits per tutti

    RispondiElimina

Recommendations by Engageya

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Alcuni immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via E-mail. Saranno immediatamente rimosse.