martedì 25 gennaio 2011

Sto leggendo...

Ancora una volta la Y Giunti si dimostra una casa editrice attenta alle tematiche sociali e infatti, dopo aver pubblicato lo scorso settembre il romanzo di Laurie Halse Anderson che affrontava il delicato tema dell'anoressia (Wintergirls), questo mese propone Il dilemma dell'onnivoro, il  romanzo-inchiesta del giornalista americano Michael Pollan sulla catena alimentare.

Pollan nella sua "investigazione" ci spiega passo dopo passo i processi e i passaggi che stanno dietro ogni singolo alimento che portiamo sulle nostre tavole. Considerando tutte le schifezze che ho mangiato durante il mio viaggetto  credo che questo saggio si rivelerà una vera e propria miniera di informazioni utili per poter finalmente tornare ad alimentazione più sana.

Questo il booktrailer


Michael Pollan decide di improvvisarsi «detective del cibo» per conoscere l’evoluzione e i segreti nascosti dietro quello che si mangia, dal seme al frutto, dalla storia del «cibo con una faccia» alla carne lavorata e anatomicamente irriconoscibile. Inizia così una ricerca che lo porta a conoscere varie realtà, dalla produzione industriale a quella dei produttori diretti. Fast food, supermercati, fabbriche, macelli e piccole fattorie diventeranno il terreno della sua instancabile marcia verso la consapevolezza. In questo viaggio pieno di scoperte ma anche di incertezze, Pollan dovrà affrontare molte esperienze che lo metteranno a dura prova, dovrà combattere e accettare compromessi, dovrà forzare la sua indole e imparare a cacciare e a uccidere per nutrirsi. Alla fine però ritroverà la strada di un rapporto diverso con madre natura e sarà in grado di scegliere come comprare, cucinare e mangiare. La sua ricerca si conclude con un menù a quattro portate dove finalmente quello che c’è nel piatto non è più un dilemma ma la storia appena raccontata.

3 commenti:

  1. ho letto di questo libro leggendo "Se niente importa" di Foer (che ti consiglio caldamente) che lo cita molte volte e così mi ha incuriosito al punto di metterlo nella mia wishlist anobiiana :) appena terminati tutti gli impegni che sai, sarà tra i primi libri a cui mi dedicherò!
    grazie per il commento sul mio blog! in effetti, è grazie al tuo post che mi sono sentita ulteriormente motivata a scriverlo :)

    RispondiElimina
  2. Mi inquieta leggere queste cose...
    Preferisco non sapere e continuare a fare attenzione ai miei acquisti.

    Bacio

    RispondiElimina
  3. @eleonora quella che sto leggendo io è la versione per ragazzi, comunque bene o male gli argomenti ci sono tutti...è bene tenersi informati su queste cose
    @kylie purtroppo per quanta attenzione noi facciamo al cibo che portiamo sulle nostre tavole, qualcosa ci sfugge sempre, ormai è diventato quasi impossibile mangiare bene e il libro di pollan ne parla approfonditamente; per ora sono a metà lettura ma mi sono fatta l'idea che ingeriamo parecchie schifezze del tutto ignari

    RispondiElimina

Recommendations by Engageya

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Alcuni immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via E-mail. Saranno immediatamente rimosse.