giovedì 16 dicembre 2010

Riepilogo cinematografico

Film visti di recente di cui non avevo dato menzione...


28 giorni dopo (2002) di Danny Boyle. Con Cillian Murphy, Christopher Eccleston, Naomie Harris, Brendan Gleeson Titolo originale: 28 days later.

Ormai è un classico del cinema di fantascienza: la storia ricorda un pò I'm a legend, ma questo è girato molto meglio del film di Francis Lawrence con Will Smith, che pure mi era piaciuto. C'è Cillian Murphy visto in Inception e Christopher Eccleston visto in Lennon Naked. Estremamente violento, ma godibilissimo.




Mordimi (2010) di Jason Friedberg, Aaron Seltzer. Con Matt Lanter, Jenn Proske, Chris Riggi, Ken Jeong, Diedrich Bader. Michelle Lang, David DeLuise, Crista Flanagan, Mike Mayhall, Kelsey Ford, Rett Terrell, Stephanie Fischer, Arielle Kebbel, Jeff Witzke, Jun Hee Lee, Krystal Mayo, Charlie Weber, B.J. Britt, Bradley Dodds, Matthew Warzel, Emily Brobst, Devon Kelly, Nick Eversman, Zane Holtz, Michael Hanson, Helena Barrett, Anneliese van der Pol, Marcelle Baer. Titolo originale: Vampires Suck.                                                                                            

Parodia dei vari Twilight, New Moon, Eclipse e altre porcate varie viste al cinema e in tv (Alice, Gossip girl, The vampire diaries). Gli attori sono molto somiglianti, alcune scene sono divertentissime, ma è ufficiale: il genere demenziale is not my cup of tea. Bravissima l'attrice che interpreta Becca (Jenn Proske) al suo esordio cinematografico. Quasi meglio della Stewart.


                                                                                                        
The Score (2001), di Frank Oz. Con Marlon Brando, Robert De Niro, Edward Norton, Angela Bassett, Gary Farmer, Paul Soles, Jamie Harrold, Serge Houde, Jean-René Ouellet, Martin Drainville, Claude Despins, Richard Waugh, Mark Camacho, Marie-Josée Colburn, Gavin Svensson. Edward Norton

Storia ben congegnata di un furto con un ottimo cast: Edward Norton si finge spastico, Robert De Niro è il proprietario di un locale jazz che arrotonda scassinando cassaforti, Marlon Brando organizza furti su commissione. Norton forse calca un pò troppo la mano, Brando visibilmente invecchiato (questo il suo ultimo film), De Niro in una forma strepitosa. Avvincente.


The women (2008) di Diane English. Con Meg Ryan, Annette Bening, Eva Mendes, Debra Messing, Jada Pinkett Smith. Carrie Fisher, Cloris Leachman, Debi Mazar, Bette Midler, Candice Bergen.

Una brutta copia di Sex and city, piena di luoghi comuni, con la sempre più siliconata Meg Ryan ed Eva Mendez condannata a ruoli da bambolona sexy. Unico momento divertente del film la scena del parto di Debra Messing. Si risolleva grazie alla presenza di Bette Midler. Pessima commedia.







S1mOne (2002), di Andrew Niccol. Con Al Pacino, Winona Ryder, Catherine Keener, Evan Rachel Wood, Jason Schwartzman. Benjamin Salisbury, Elias Koteas, Jay Mohr, Jeffrey Pierce, Darnell Williams, Jim Rash, Ron Perkins, Jeff Williams, Mitzi Martin, James Gleason, Robert Musgrave, Pruitt Taylor Vince, Stanley Anderson, Daniel Von Bargen, Susan Chuang, Richard Saxton, Carole Androsky, Claudia Jordan, Barry Papick, Andi Carnick, Jenni Blong, Deborah Rawlings, Rod Simmons, Rachel Roberts [II]

Al Pacino è Victor Karanski, un registra in crisi che crea dal nulla una nuova star del cinema, Simone, misteriosa e inafferrabile pin up fatta di pixel. Divertente e surreale, forse a volte esagerato, descrive bene quella fabbrica del successo che è Hollywood. Nel film c'è Winona Ryder e Evan Rachel Wood piccina picciò; Al Pacino un pò deludente. Carino ma non eccezionale.



Nanny McPhee (2005) di Kirk Jones. Con Emma Thompson, Colin Firth, Angela Lansbury, Kelly MacDonald, Imelda Staunton. Derek Jacobi, Celia Imrie, Eliza Bennett, Thomas Sangster, Patrick Barlow

Tratto dall'omonimo romanzo di Cristianna Brand, Nanny McPhee o Tata Matilda che dir si voglia è una deliziosa favola per bambini e non solo che strappa un sorriso divertito senza risultare troppo moralizzante.  Nel cast c'è Colin Firth,  Emma Thompson e il piccolo Thomas Sangster, bambino adorabile di Love Actually ormai diventato grande e recentemente visto nei panni di Paul McCartney in Nowhere boy






Hellboy - The Golden Army (2008) di Guillermo Del Toro. Con Ron Perlman, Selma Blair, Jeffrey Tambor, Doug Jones, John Hurt, James Dodd, Anna Walton, Luke Goss, John Alexander, Seth MacFarlane, Brian Steele, Andrew Hefler, Iván Kamarás, Mike Kelly, Jeremy Zimmerman

Mi è piaciuto meno del primo episodio, ma resta un simpatico fumettone divertente.









The Final Cut (2004), di Omar Naim. Con Robin Williams, James Caviezel, Mira Sorvino, Genevieve Buechner, Leanne Adachi. Stephanie Romanov, Thom Bishops, Mimi Kuzyk

Carina l'idea di base: in futuro prossimo venturo un chip permetterà di cancellere dalla memoria gli eventi più spiacevoli della  nostra vita.











G.I. Joe - La Nascita dei Cobra (2009), di Stephen Sommers. Con Adewale Akinnuoye-Agbaje, Christopher Eccleston, Joseph Gordon-Levitt, Byung-hun Lee, Sienna Miller, Rachel Nichols, Ray Park, Jonathan Pryce, Saïd Taghmaoui, Channing Tatum, Marlon Wayans, Dennis Quaid, Arnold Vosloo, Karolina Kurkova. Titolo originale G.I. Joe: The Rise of Cobra.

Ispirato a una linea di giocattoli. Il film è una cagata pazzesca. Effettoni speciali ma niente di più, e lo dimostra il fatto che non mi ricordo praticamente nulla della trama, se mai ce ne fosse stata una.
 
 
Colpo d'occhio (2008),  di Sergio Rubini. Con Riccardo Scamarcio, Sergio Rubini, Vittoria Puccini, Richard Sammel, Paola Barale. Emanuele Salce, Giancarlo Ratti, Giorgio Colangeli, Alexandra Prusa, Flavio Parenti, Cristina Serafini, Daniele Fior, Fabrizio Romano, Ivan Bacchi, Nenad Lucic

Bel thriller italiano diretto da Sergio Rubini, con Riccardo Scamarcio e Vittoria Puccini. Nel cast lo stesso Rubini e Paola Barale. Parabola sull'ambizione senza limiti di un artista di belle speranze disposto a sacrificare tutto pur di emergere e sul desiderio di vendetta di un uomo tradito e abbandonato. Bravi Scamarcio e Rubini, meno convincente la Puccini, in parte la Barale versione segretaria sexy.

3 commenti:

  1. g.i. joe non l'ho visto, ma sospettavo fosse una cagata :D

    colpo d'occhio dopo aver saputo che c'è la barale penso che non lo vedrò mai! XD

    tra quelli che ho visto s1mone mi è piaciuto, 28 giorni dopo valido ma non mi ha entusiasmato e mordimi mediocre, sarebbe potuto essere mooolto più divertente

    RispondiElimina
  2. colpo d'occhio merita, anche con la barale che compare in tutto 2-3", c'è un atmosfera hitchcockiana e poi parla d'arte e quindi era logico che mi piacesse, però obbiettivamente merita. Se non l'hai visto recupera The score, c'è un grande cast

    RispondiElimina
  3. Film sufficiente solo grazie al Rubini attore...Scamarcio sempre poco espressivo. Puccini da dimenticare per carità.

    Bella l'ambientazione in interno.

    RispondiElimina

Recommendations by Engageya

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Alcuni immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via E-mail. Saranno immediatamente rimosse.