giovedì 16 dicembre 2010

Jane Austen: Google le dedica un doodle

Come Google prontamente ci ricorda con il suo carinissimo doodle oggi 16 dicembre ricorre il 235° anniversario della nascita di Jane Austen, una delle mie autrici preferite. Nonostante il passare dei secoli la Austen continua ad essere una delle autrici più lette ed amate in ogni parte del mondo e da persone di ogni età e sesso.

I suoi romanzi sono stati ripetutamente saccheggiati dal cinema e dalla televisione e hanno ispirato, soprattutto negli ultimi anni, innumerevoli riscritture, in chiave moderna e perfino horror: su tutti cito l'esempio di Orgoglio e pregiudizio e Zombie di Seth Grahame Smith, da cui presto verrà tratto un film con Anne Hathaway e James McAvoy, oppure quello di Mr. Darcy Vampire di Amanda Grange. 

I puristi austeniani potrebbero storcere il naso di fronte a queste singolari rivisitazioni, ma in ogni caso si tratta di due dei maggiori successi editoriali degli ultimi anni che non possono essere ignorati nel considerare la fortuna di un autore nel corso dei secoli.

Avevo già parlato di Jane Austen e dei suoi romanzi qui e qui  quindi oggi lo farò attraverso questo racconto di Alessandra Casella


 








5 commenti:

  1. grande Jane!ma io le revisioni zombie proprio non le reggo...romanzo preferito???il mio mansfield park ^^

    RispondiElimina
  2. sarò poco originale ma dico orgoglio e pregiudizio ex equo con senno e sensibilità :) sbaglio o il tuo blog prende il nome proprio da lei?

    RispondiElimina
  3. si first impressions è stata la prima stesura di orgoglio e pregiudizio...è stao il film becoming jane a farmi scoprire la scrittrice(conoscevo già i film più celebri tratti dai romanzi)nel profondo...se pur con molte libertà l'ha resa un personaggio umano e vivo e mi ha fatto innamorare delle sue opere^^

    RispondiElimina
  4. Anch'io l'ho visto! C'è James McAvoy che io amooooo! La Hathaway invece era troppo carina per interpretare Jane Austen che notoriamente non era proprio una gran beltà...Nel complesso però un bel film. Mi chiedo sempre: e se la Austen si fosse sposata avremmo mai avuto le sue opere? Non credo

    RispondiElimina
  5. probabilmente no...avrebbe avuto un figlio all'anno e sarebbe stata costretta a mettere da parte la scrittura per il buon nome del marito...probabilmente era destino che andasse in questo modo....paradossalmente dobbiamo ringraziare Tom Lefroy e Harris Bigg Wither per non aver sposato Jane!

    RispondiElimina

Recommendations by Engageya

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Alcuni immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via E-mail. Saranno immediatamente rimosse.