sabato 27 novembre 2010

Inspiration: L'Oracolo della Sibilla

Oggi voglio dedicare un post a questo simpatico e intrigante libro che mi è stato recentemente regalato. Sto parlando de L'oracolo della Sibilla, pubblicato dalla Giunti Y lo scorso ottobre. Non si tratta di un romanzo, ma di un gioco attraverso il quale è possibile ottenere un responso a qualsiasi domanda sul futuro.  In sostanza si tratta di un metodo per predire il futuro e quindi ogni risultato ottenuto è da prendere con le pinze, però devo ammettere che provare è stato molto divertente e la risposta che ho ottenuto alla mia domanda mi ha davvero sorpreso...

La Sibilla del titolo fa riferimento a  quella figura della mitologia  greca e romana cui gli umani si appellavano per ottenere dei vaticinii, che però si presentavano in forma oscura e ambivalente: per questa ragione con il termine "sibillino" normalmente si intende qualcosa di enigmatico, criptico, di difficile comprensione che deve essere necessariamente interpretato per avere un senso compiuto.
Nel mondo classico la Sibilla era una giovane fanciulla vergine dotata di virtù profetiche che di solito venivano ispirate dal dio Apollo, ma la versione più celebre del mito, raccontata nelle Metamorfosi di Ovidio, la descrive come una vecchia di cui si ode soltanto la voce.

Secondo la leggenda ovidiana il dio Apollo, invaghitosi di una bellissima fanciulla, le concesse di esaudire qualsiasi desiderio, ma la fanciulla, chiesta per sé l'immortalità, dimenticò di chiedere anche l'eterna giovinezza e così fu condannata a vivere in eterno consumandosi di vecchiaia fino a che di lei non restò che la voce.

Oltre al già citato Ovidio, altri autori parlano della Sibilla nelle loro opere: tra i più noti, Eraclito, Euripide, Terenzio Varrone (al quale si deve la classificazione in dieci tipologie cui faranno riferimento gli autori successivi), Virgilio, Plutarco mentre in tempi più recenti fu T. S. Eliot a riprendere il mito della Sibilla Cumana (The waste Land).

La figura della Sibilla, pur appartenendo alla tradizione pagana, viene presto inglobata nel cristianesimo grazie al suo requisito fondamentale, la verginità, e per questa ragione viene spesso rappresentata nelle più importanti opere d'arte della cristiniatà: su tutti basti citare il Giudizio Universale della Cappella Sistina a Roma, dove all'interno del grande racconto biblico della creazione del mondo e della venuta di Cristo, Michelangelo raffigura ben cinque sibille:

La Sibilla Eritrea

La Sibilla Persica

La Sibilla Libica

La Sibilla Cumana

La Sibilla Delfica


Oltre a quelle raffiguarate da Michelangelo, sono da citare anche le Sibille del Pinturicchio, del Perugino, di Raffaello, del Ghirlandaio, del Guercino e dei Pre-Raffaeliti Dante Gabriel Rossetti ed Edward Burne-Jones a dimostrazione di quanto questa figura mitologica abbia colpito l'immaginazione degli artisti di ogni epoca.

Pinturicchio (Roma)




Perugino (Perugia)

Raffaello

Ghirlandaio
Guercino


Dante Gabriel Rossetti

Edward Burne-Jones

Comunque, tornando al libro (mi scuso per la divagazione, ma l'occasione era troppo ghiotta per non postare questi capolavori), nell'introduzione de L'Oracolo della Sibilla sono descritti due metodi possibili per ottenere risposta alle proprie domande. Io ho scelto il primo anche perché è il più semplice e la domanda che ho posto è quella che mi assilla ogni giorno quando sento la sveglia suonare:

Riuscirò a cambiare lavoro?

Secondo questo primo metodo, una volta posta la domanda si devono scegliere tre numeri, che possono essere casuali oppure legati ad un particolare evento della propria vita. I primi due numeri corrispondono ad una tabella che va da 00 a 99, mentre il terzo numero indica il frammento della prima colonna.

Per questa domanda specifica io ho scelto il 259, quindi ottengo dalla tabella n. 25 e dal frammento n.9 della prima colonna  il seguente risultato:
nongiovarat
fattipassar

Il secondo passo da fare è spostare il primo numero in fondo, 592, ottenendo dalla tabella n. 59  il frammento n. 2 della seconda colonna:
tristarsiabbi
lavogliaefan

Il terzo e ultimo passaggio consiste nello spostare il 5 in fondo ottenendo così il numero 925, che corrisponde alla tabella n. 92, terza colonna, frammento n. 5:

pazienza
nesenza

Si uniscono i risultati ottenuti dai tre frammenti e poi si inizia ad interpretare il responso:

nongiovarattristarsiabbipazienza
fattipassarlavogliaefannesenza

che in parole povere vuol dire

NON GIOVA RATTRISTARSI ABBI PAZIENZA
FATTI PASSAR LA VOGLIA E FANNE SENZA


Io sono rimasta allibita quando ho estrapolato da quelle parole senza senso la risposta alla mia domanda (Riuscirò a cambiare lavoro?) perché da tempo sono intrappolata in un lavoro che non mi soddisfa e desidero con tutto il cuore trovare qualcos'altro, purtroppo senza avere molta fortuna. La cosa  mi deprime non poco e, liberi di non crederci, il mio mantra di questi ultimi mesi è stato "devi avere pazienza". Giuro.

Insomma, a me sembra incredibile che mi sia uscito proprio questo risultato e non sono neanche una che da retta agli oroscopi quindi per quanto strano, nel mio caso L'Oracolo ci ha proprio preso (della serie non è vero, ma ci credo).
Spero di non essere stata troppo scarsa nello spiegare il metodo, comunque per avere un'idea più chiara di come funziona rimando alla visione del booktrailer che ho trovato sul sito della Giunti.

http://www.youtube.com/watch?v=wUCFAyLL9Ds

Si tratta davvero di un'idea divertente ed intrigante, perfetta per un regalo insolito in previsione delle prossime festività natalizie. Già mi vedo la vigilia di Capodanno, giorno in cui solitamente si fanno bilanci e buoni propositi per l'avvenire, a predire il futuro invece che giocare alla solita tombola!!!

E voi, cosa chiedereste alla Sibilla?

Nessun commento:

Posta un commento

Recommendations by Engageya

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Alcuni immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via E-mail. Saranno immediatamente rimosse.