domenica 3 ottobre 2010

Inception (2010), di Christopher Nolan

Inception (2010), di Christopher Nolan, con Leonardo DiCaprio, Ken Watanabe, Joseph Gordon-Levitt, Marion Cotillard, Ellen Page, Tom Hardy, Cillian Murphy, Tom Berenger, Michael Caine, Lukas Haas, Tohoru Masamune, Claire Geare, Johnathan Geare, Carl Gilliard, Daniel Girondeaud, Mobin Khan, Yuji Okumoto, Pete Postlethwaite, Tim Kelleher, Russ Fega, Talulah Riley, Dileep Rao, Taylor Geare, Nicole Pulliam, Tai-Li Lee, Magnus Nolan, Ryan Hayward.


http://www.youtube.com/watch?v=zVHkP4kXljk

Era il film più atteso, il film dell'anno, forse del decennio... Io l'ho visto ieri al cinema, in una la sala Uci piena di gente buona buona, zitta zitta in religioso silenzio nell'attesa del Film che prometteva di "cambiare qualcosa". Non posso dire che non mi sia piaciuto, le premesse c'erano tutte ed infatti è un bellissimo film, fatto molto bene, ma non ha cambiato proprio nulla nella mia visione della vita e del cosmo. Mi aspettavo un impatto folgorante, tipo quello che ebbi nel '99 guardando per la prima volta Matrix, ed invece mi sono ritrovata a pensare che non è la prima volta che sento parlare al cinema di subconscio, della dimensione onirica che è più reale della realtà, di manipolazione della mente etc etc (a me viene in mente soltanto l'anime Paprika, che tratta dello stesso argomento di Inception,  ma sicuramente cinefili più esperti potranno sciorinare altri titoli). Molti i dubbi proprio sulla storia: Nolan, perché non ci dici in che anno siamo? Perché non ci dici come è stata sviluppata la tecnologia che permette di fare le estrazioni e le inserzioni? Perché non aiuti il povero spettatore a capire meglio come funzionano i tre livelli e il discorso del tempo nel sogno? E le proiezioni? Forse, sarò dura io di comprendonio, ma ad un certo punto mi sono davvero persa. Ho aspettato pazientemente che si dipanasse la matassa, proprio come sembra volerci suggerire il personaggio di Ellen Page, che si chiama Arianna e nel gruppo ha il ruolo di "archittetto" di "labirinti" (un chiaro riferimento dotto di Nolan alla mitologia greca), ma alla fine sono giunta alla conclusione che non ci ho capito una mazza. Mi è piaciuta molto tutta la prima parte, la musica, gli effetti speciali, i cambi di location (dal Giappone alla Francia, al Kenia), poi dalla scena delle nevi in poi ho avuto l'impressione di essere finita dentro un videogioco (Splinter Cell, per l'esattezza). Ho finalmente capito perché Di Caprio è l'attore più corteggiato dai registi (le scene in cui è con Marion Cotillard dimostrano tutta la sua bravura) ed in generale tutto il cast è stato strepitoso: le vecchie glorie Michael Caine e Tom Berenger, le nuove leve Cillian Murphy (Breakfast on Pluto) Ellen Page (Juno) e  Joseph Gordon-Levitt (500 giorni insieme), la Cotillard (che è un'attrice che mi sorprende sempre per l'eleganza e la classe e mi fa pensare alle dive del cinema muto che recitavano solo con uno sguardo). Insomma, un bel film, ma non c'è stato il colpo di fulmine.

3 commenti:

  1. Sono d'accordo; ma se Inception non ti cambia la vita tantomeno te la cambia quella roba ipergonfiata e pretenziosa che era Matrix... e lo avevano paragonato perfino a Blade Runner!

    Comunque io penso che non ci fosse nulla di particolare da capire, anche se i dettagli potrebbero venir discussi all'infinito. L'ambientazione e lo svolgimento della storia sono insoliti e complicati, però spiegati abbastanza bene: ci sono (secondo me) dei momenti validi ed emozionanti, ma nessuna rivelazione eclatante.

    RispondiElimina
  2. a me ha coinvolto e sconvolto notevolmente. di spiegazioni secondo me ce ne sono già in abbondanza, lasciare qualcosa in sospeso è stata per me la scelta migliore.
    però in effetti può risultare un film freddo, come quelli di kubrick, e quindi difficile da amare

    RispondiElimina
  3. attenzione: io non ho detto che non mi sia piaciuto...solo che non ha lasciato il segno, per lo meno, non nella mia testolina svampita...di Nolan preferisco di gran lunga altre cose...The Prestige su tutti o il cervellotico Memento...Inception invece non mi ha dato i brividi...

    RispondiElimina

Recommendations by Engageya

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Alcuni immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via E-mail. Saranno immediatamente rimosse.