sabato 23 ottobre 2010

CineLibri: Beastly, di Alex Flinn


L'incipit.
Sentivo che tutti mi stavano guardando, ma c'ero abituato. Una delle prime cose che mio padre mi aveva insegnato e che mi ripeteva spesso, era comportarmi come se nulla mi emozionasse. Quando sei speciale, come lo eravamo noi, la gente non può non notarti. Era l'ultimo mese del primo anno di liceo. Il supplente ci stava distribuendo le schede per eleggere la corte per il ballo di primavera, evento che ho sempre trovato stupido. <<Ehi, Kyle, c'è il tuo nome sopra>> mi disse il mio amico Trey Parker scuotendomi un braccio. <<Non dire idiozie>>. Mi girai verso Trey, e vidi la ragazza seduta accanto a lui - Anna, o forse Hannah - abbassare lo sguardo. Uh. Era chiaro che mi stava fissando. Esaminai la scheda. Non c'era solo il mio nome, Kyle Kingsbury, come candidato alle elezioni di principe per il primo liceo, ma avrei vinto sicuramente. Non c'era nessuno in grado di competere con il mio aspetto e con i soldi di mio padre.

Cosa ne penso
Dopo una lettura impegnativa come quella appena terminata (Dorian) mi sono voluta concedere un pò di romanticismo con questa bella rielaborazione moderna della favola della Bella e la Bestia e devo dire che questo romanzo di Alex Flinn mi ha positivamente sorpreso. Mi aspettavo il solito young adult scritto male, pieno di inutili smancerie, con personaggi mal delineati ed una trama che non si regge in piedi ed invece mi sono ritrovata per le mani un romanzo ben scritto, scorrevole, che racconta sì di una storia d'amore, ma lo fa senza cadere nel melenso e per giunta affrontando temi attualissimi destinati a far riflettere non solo i ragazzi a cui è indirizzato, ma anche i genitori e gli adulti in generale visto che in un certo senso vi è rappresentata la nostra società, dove purtroppo a contare sempre di più sono l'apparenza fisica e i beni materiali.

Il protagonista del romanzo è Kyle Kingsbury, un ragazzo privilegiato, bello, ricco, sicuro di sé, ma anche arrogante e crudele. Fin dalle prime righe si capisce che è uno che si merita una lezione ed è effettivamente quello che succede quando si prenderà gioco di Kendra, una ragazza un pò bruttina e non inserita a scuola, che si rivelerà essere una strega. Kendrà lo punisce per la sua cattiveria trasformandolo in un'orrenda bestia, con tanto di zanne e artigli, ma gli darà anche una chance per tornare come prima: se entro due anni troverà il vero amore, l'incantesimo svanirà. Kendra gli dà una seconda possibilità perché intravede in lui il potenziale per poter diventare una persona migliore ed in effetti non è del tutto colpa del povero Kyle se è venuto su arrogante, prepotente e viziato: la colpa casomai sta nel fatto che la madre lo ha abbandonato a sé stesso quando aveva undici anni e che il padre, noto conduttore televisivo, non fa che riempirgli la testa di consigli assurdi, come ad esempio quello di non fare mai niente per amicizia o per amore o che le persone brutte non dovrebbero nemmeno essere guardate o ancora che i soldi possono comprare tutto e tutti. All'inizio l'"amorevole" padre di Kyle prova ad aiutarlo facendolo visitare da specialisti e chirurghi plastici, non tanto perché tiene realmente a lui ma perché se ne vergogna, e infine si rassegna all'idea che il figlio sia diventato un mostro relegandolo in un lussuoso appartamento di 5 piani dove in due anni non andrà mai a trovarlo e dove Kyle vivrà con la sola compagnia della governante Magda e del suo insegnate privato Will. Il padre lo abbandona, quelli che considerava suoi  amici si dimenticano in fretta di lui, la ragazza con cui usciva lo rimpiazza con il suo migliore amico e Kyle, che per la prima volta nella sua vita sperimenta sulla sua pelle cosa vuol dire suscitare ribrezzo o indiferrenza negli altri, inizierà lentamente a cambiare, diventando, da ragazzo superficiale e presuntuoso quale era, un ragazzo gentile e premuroso, capace di compiere gesti di grande altruismo. Kyle trascorre le sue giornate guardando fuori della finestra e coltivando rose finché l'occasione del riscatto si presenta nella persona di un ladro che irrompe a casa sua per rubare. Il ladro, che è un tossicodipendente, gli cede la figlia Linda in cambio del suo silenzio e proprio Linda sarà la ragazza che romperà l'incantesimo di cui è vittima, facendolo innamorare. Kyle accetta la proposta del ladro non solo perché nutre la speranza che Linda col tempo si innamori di lui, ma anche perché è determinato a proteggerla da un padre violento che non esita a barattarla quasi lei fosse un oggetto di cui disporre a suo piacimento. All'inizio Linda lo odierà con tutte le sue forze, ma poco alla volta imparerà a conoscerlo e ad amarlo per quello che è, andando al di là delle apparenze. Solo con l'amore di Linda Kyle tornerà ad essere quello di prima, anche se in realtà dentro è profondamente cambiato.

Dunque, al di là dell'happy end romantico che è abbastanza prevedibile dato che si tratta di una favola dove il bene deve sempre trionfare, quello che davvero mi è piaciuto di questo romanzo che potrebbe quasi essere definito di "formazione è il fatto che l'autrice non si limita a puntare il dito contro la "società" capitalista che pare crescere tra le sue fila dei piccoli mostri, ma fornisce anche strumenti e suggerimenti affinché i ragazzi di oggi possano crescere e diventare persone responsabili.

Se da una parte la Flinn descrive gli adulti di questa storia come figure assolutamente negative, che invece di provvedere all'educazione e alla crescita dei ragazzi scelgono la strada più semplice (quella dell'abbandono nel caso del padre di Kyle, dipinto come un drogato di lavoro che si preoccupa esclusivamente delle apparenze, e della mercificazione da parte del padre di Lindy, un drogato che si fa di eroina che quasi la vende per sfuggire alla galera, e della corruttibilità degli insegnanti della prestigiosa Tuttle, dove i newyorkesi  "coi soldi veri mandano i figli", sempre pronti a chiudere un occhio pur di ottenere cospicue donazioni), dall'altra ci presenta un modello assolutamente positivo nella figura dell'insegnante cieco Will, che lavora duramente per far dimenticare il suo handicap e che con le sue lezioni "private" darà una nuova chiave di lettura sul mondo e sulla vita a Kyle e Lindy.

I libri in questo romanzo hanno un ruolo fondamentale sia per Kyle che per Lindy: nei romanzi che legge Kyle non solo prova a  sconfiggere la solitudine, ma cerca anche delle risposte che da solo non riesce a trovare, mentre per Lindy la letteratura e lo studio rappresentano forse l'unica possibilità di sfuggire ad una vita di miseria e squallore. Tante sono le opere citate dalla Flinn, tutte in qualche modo collegate alla storia di Kyle: Il gobbo di Notre Dame e I Miserabili di Victor Hugo, Il fantasma dell'opera di Gaston Leroux, Il ritratto di Dorian Gray di Wilde, Jane Eyre della Bronte e Piccole donne della Alcott. Insomma, si tratta sicuramente di una lettura "leggera", ma in fondo neanche troppo, perché pur raccontando una storia d'amore, con elementi magici e favolistici (la strega, la maledizione, lo specchio, le trasformazioni) offre numerosi spunti di riflessione. Adatto ad ogni età, lo consiglio soprattutto a coloro che hanno amato il film della Disney e la serie tv con Linda Hamilton e Ron Perlman. Da questo romanzo è stato tratto anche un film (diretto da Daniel Barnz, con Vanessa Hudgens e Alex Pettyfer) che uscirà in Italia nel 2011.

Perle di saggezza
Hai mai pensato al fatto che i balli della scuola sono una forma di prostituzione legalizzata?

Chi non sa vedere le cose preziose della vita non sarà mai felice.

Adesso sapevo cosa volesse dire essere così disperati. Sapevo com'era appostarsi nelle tenebre, in cerca di un briciolo di speranza e senza mai trovare nulla. Sapevo com'era essere così soli da poter uccidere.

Tutti hanno bisogno di un pò di bellezza nella propria vita.

Ci misi un pò a decidere se la bellezza delle rose avrebbe migliorato il mio aspetto, o se avrebbe solo messo in risalto la mia bruttezza. Ma infine decisi che nella stanza doveva esserci qualcosa di bello, e di certo non potevo essere io.

Le amavo. Me ne infischiavo persino delle spine. Ogni cosa vivente ha bisogno di proteggersi.

Ma anche con centinaia di fiori, ero consapevole delle piccole morti che ogni mattino portava con sé, perché una dopo l'altra, le rose appassivano.

La trama.
Kyle Kingsbury è ricco, bello e popolare. A scuola è considerato quasi un dio, è abituato a prendersi gioco di tutti e quando arriva Kendra, una ragazza bruttina ed emarginata, decide di farle un terribile scherzo. Non può sapere che lei, una strega sotto mentite spoglie, lo maledirà per la sua cattiveria, tramutandolo in una bestia. Orribilmente deturpato, Kyle è costretto a vivere isolato nell'appartamento-prigione in cui il padre, un noto personaggio televisivo, l'ha confinato per nasconderlo. A fargli compagnia, solo Magda, la governante, e Will, un insegnante privato. Due anni: questo il tempo che Kyle ha per spezzare l'incantesimo, e l'unico modo è innamorarsi ed essere riamato. Altrimenti rimarrà così per sempre. Dopo un anno di solitudine e fallimenti, Kyle comincia a cambiare, non è più il ragazzo prepotente, viziato, materialista di una volta e, quando ormai ogni speranza sembra perduta, un ladro, sorpreso in casa e disposto a tutto pur di passarla liscia, gli consegna la figlia, Linda, in cambio del suo silenzio. La ragazza è l'ultima possibilità per Kyle di rompere l'incantesimo prima che scada il tempo.

L'autrice.
Alex Flinn è nata nel 1966 e dichiara di aver iniziato a scrivere all'età di 5 anni. Attualmente vive a Miami ed è autrice di libri per ragazzi. Tra le altre sue opere:
  • A Kiss in Time
  • Diva
  • Fade to Black
  • Nothing to Lose
  • Breaking Point
  • Breathing Underwater
Il suo sito: http://www.alexflinn.com/
Il suo blog: http://alixwrites.livejournal.com/

Il Film
Beastly (2010), di Daniel Barnz, con Vanessa Hudgens, Alex Pettyfer, Mary-Kate Olsen, Neil Patrick Harris, Kenan Thompson, Peter Krause, Erik Knudsen, Dakota Johnson.


http://www.youtube.com/watch?v=0s2XD9DMh7E

Ovviamente il film non l'ho ancora visto dato che in Italia uscirà nel 2011 e io non amo particolarmente vedere i film su internet, ma già dal trailer si possono intuire alcune differenze rispetto al libro, soprattutto per quanto riguarda la caratterizzazione dei personaggi principali. Kyle è interpretato da Alex Pettyfer, e fin qui ci siamo (é bello a livelli impressionanti), invece Linda è completamente diversa da come viene descritta nel romanzo: al posto dei suoi lunghi capelli rossi raccolti in una treccia c'è il faccino di Vanessa Hudgens (mora) ed anche la strega, descritta come una ragazza cicciotella con il naso adunco è sostituita dalla biondina Mary-Kate Olsen. Ma si tratta solo di dettagli estetici, quindi per il momento non posso aggiungere altro.

1 commento:

Recommendations by Engageya

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Alcuni immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via E-mail. Saranno immediatamente rimosse.