venerdì 9 luglio 2010

Letto e commentato: Wicked and lovely, di Melissa Marr


Il Re dell'Estate le si inginocchiò davanti. E' questa la tua scelta? Accetti il rischio del gelo d'inverno? Lei lo guardò, guardò il ragazzo di cui si era innamorata da qualche settimana. Non si sarebbe mai sognata che non fosse umano, ma adesso brillava come se vampe di fuoco gli tremolassero sotto la pelle ed era uno spettacolo tanto bello e inconsueto che non riusciva a distogliere gli occhi.

Menomale che l'ho preso in prestito!!! Se lo avessi comprato non me lo sarei mai perdonata...questo osceno romanzo di Melissa Marr costa la bellezza di 18 euro e 50 e non vale neanche 20 centesimi. Certo, prometteva bene, ha avuto molto successo, però fin dalle prime pagine ho capito che non mi avrebbe preso, nonostante i presupposti ci fossero tutti. Non saprei a chi dare la colpa, se all'autrice inesperta o alla traduttrice incapace, comunque il linguaggio è pessimo: troppe abbreviazioni, troppe frasi lasciate a metà, addirittura qua e là qualche parolaccia che, secondo me, mal si accompagna ad un fantasy, dialoghi inconsistenti, personaggi mal definiti. In alcuni punti è come se la Marr si fosse dimenticata di collegare i pezzi della sua trama. Sa di dejà vu il tentativo di stupro subito dalla protagonista, Aislinn, della quale ci viene detto che vede le creature fatate e che a pranzo mangia yogurt. La Marr la descrive sommariamente anche dal punto di vista fisico e le concede un'unica agghiacciante, ridicola preoccupazione: la perdita della verginità.
Nonostante ci siano buone citazioni (una su tutte La belle dame sans merci di Keats) e siano accurati i riferimenti alla tradizione popolare celtica, questa storia non ha slanci, non coinvolge neanche un pò, ma si tratta ovviamente, sempre della mia personalissima opinione. Della Marr avevo già letto un racconto (Amori infernali) di uguale tenore e argomento simile, e neanche quello mi era piaciuto, speravo che con un romanzo lungo avrebbe fatto meglio ed invece sono  rimasta molto delusa e pure fregata, perché io detesto lasciare una saga a metà e ci sono altri due romanzi (Ink exchange e Fragile eternity) che dovrò leggere. Sarò masochista, ma spero che il 2° e il 3° siano mgliori del primo.

Nessun commento:

Posta un commento

Recommendations by Engageya

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Alcuni immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via E-mail. Saranno immediatamente rimosse.