lunedì 12 luglio 2010

Sto leggendo...

Oggi in tram ho iniziato Il diavolo nella cattedrale di Frank Schatzing: non è mia abitudine leggere due romanzi contemporaneamente (sarebbe come ascoltare un'opera lirica contemporaneamente ad un brano rock, ottenendone cioé solo rumore), ma sono stata costretta perché Il dardo e la rosa, la cui lettura ho cominciato qualche giorno fa con mio sommo "godimento", è un malloppone di 900 pagine che mal si adatta ad essere portato in borsa...

Questo romanzo mi è parso un'ottima soluzione "da tram", se mi si passa il termine: ne ho letto solo poche pagine ma sembrerebbe essere un gustoso thriller di ambientazione storica (Colonia, 1260), un argomento abbastanza digeribile nel breve tragitto che da casa mi porta al lavoro e soprattutto in edizione paperback, quindi piccola e leggerissima. Però, c'è sempre un però, riuscire a trovarlo è stata un'impresa titanica. La ricerca di questo romanzo mi ha fatto un pò tribolare e mi ha fatto riflettere un pochino sull'atteggiamento delle librerie e delle case editrici. Prima di trovarlo (e sapevo al 100% che era in catalogo Superpocket) ci ho messo una vita...ho dovuto frugare negli scaffali più in basso, poi in quelli più alto per trovarlo alla fine in un angolino dimenticato della Feltrinelli di Firenze. Ora mi chiedo se dietro a ciò ci sia un disegno, un'oscura strategia di marketing, visto che il volumetto in questione l'ho pagato 5,90, mentre le edizioni a prezzo pieno, quelle con la copertina rigida per intenderci, facevano bella mostra di sé all'ingresso del negozio. Mi è sembrata una cosa un pò scorretta, come quando i commercianti aumentano il prezzo dei vestiti non appena cominciano i saldi...

Io mi chiedo: perché mettermi bene in vista il volume che costa 18 euro e passa nascondendomi l'edizione economica che ne costa la metà se non meno? Poi gli editori si lamentano che in Italia si legge poco...e te credo, con 'sti prezzi! E poi, se tu editore (faccio un nome a casaccio, la Mondadori) pubblichi in edizione economica un titolo che hai in catalogo, perché ci metti la copertina rigida per poter magari in seguito giustificare l'aumento del prezzo anche sull'edizione paperback, che alla fine arriva a costare quasi quanto l'edizione normale? Mi scuso per lo sfogo, ma davvero sembra che in Italia facciano di tutto per spillarci quanti più soldi riescono...non mi sembra di ricordare che all'estero ci siano politiche editoriali simili. L'ennesima cosa che mi fa girare vorticosamente le balle e mi ha rovinato leggermente la domenica. Comunque il libro si presenta bene e credo che sia valsa la pena di cercarlo per un'ora...

Nessun commento:

Posta un commento

Recommendations by Engageya

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Alcuni immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via E-mail. Saranno immediatamente rimosse.