venerdì 21 maggio 2010

CineLibri: Il talento di Mr. Ripley, di Patricia Highsmith



L'incipit
Tom sbirciò alle sue spalle e scorse l'uomo che lo seguiva uscire dietro di lui dal Green Cage. Accelerò il passo, ma non c'era ombra di dubbio. L'uomo era proprio alle sue calcagna. Tom lo aveva notato cinque minuti prima mentre questi lo osservava con insistenza da un altro tavolo, come se non fosse proprio del tutto sicuro, ma quasi. A Tom, però, era sembrato sicuro abbastanza da indurlo a bere d'un fiato il suo drink, pagare in gran fretta e lasciare il locale. Giunto all'angolo si protese in avanti e affrettò il passo oltre la Quinta Strada. Era nelle vicinanze di Raoul's. Si chiese se fosse il caso di correre il rischio di entrare e farsi un altro bicchiere. Doveva sfidare la sorte con tutte le conseguenze che ne derivavano oppure era meglio squagliarsela verso Park Avenue cercando di seminare quel tipo entrando e uscendo da qualche portone male illuminato? Si decise ed entrò da Raoul's.

L'autrice
Patricia Highsmith (1921-1995)
Pur essendo nata negli Usa la Highsmith sceglie di vivere e di ambientare molti dei suoi romanzi in Europa, dove muore nel 1995. Tra i suoi personaggi più noti c'è Tom Ripley, protagonista di cinque romanzi dell'autrice, portato sugli schermi da famosi registi, quali René Clément, Anthony Minghella, Wim Wenders e Liliana Cavani.
Romanzi
Sconosciuti in treno (Strangers on a Train), 1950
Carol (The Price of Salt), 1952
Vicolo cieco (The Blunderer / Lament for Lover), 1954
Il talento di mister Ripley (The Talented Mr. Ripley), 1955
Acque profonde (Deep Water), 1957
Gioco per la vita (A Game for the Living), 1958
Quella dolce follia (This Sweet Sickness), 1960
I due volti di gennaio (The Two Faces of January), 1961
Il grido della civetta (The Cry of the Owl)1962
L'alibi di cristallo (The Glass Cell), 1965
Senza pietà (A Suspension of Mercy / The Story-teller), 1965
Inseguimento (Those Who Walk Away), 1967
La spiaggia del dubbio (The Tremor of Forgery), 1969
Il sepolto vivo (Ripley Under Ground), 1970
Il riscatto di un cane (A Dog's Ransom), 1972
L'amico americano (Ripley's Game), 1974
Diario di Edith (Edith's Diary), 1977
Il ragazzo di Tom Ripley (The Boy Who Followed Ripley), 1980
Gente che bussa alla porta (People Who Knock on the Door), 1983
Il piacere di Elsie (Found in the Street), 1986
Ripley sott'acqua (Ripley Under Water), 1991
Idilli d'estate (Small g: A Summer Idyll), 1995
Saggi
Come si scrive un giallo (Plotting and Writing Suspence Fiction), 1966

Il Film


Il talento di Mr. Ripley (1999), di Anthony Minghella, con Matt Damon, Gwyneth Paltrow, Jude Law, Cate Blanchett, Philip Seymour Hoffman, Jack Davenport, James Rebhorn, Sergio Rubini, Philip Baker Hall, Celia Weston, Rosario Fiorello, Anna Longhi, Alessandro Fabrizi, Ivano Marescotti, Gianfranco Barra, Stefania Rocca. Titolo originale The Talented Mr. Ripley.


http://www.youtube.com/watch?v=1CfVgcSltjc

Per alcuni il miglior film di Matt Damon è Genio ribelle, per altri è la serie di Bourne, per me il miglior film di Matt Damon è questo diretto da Anthony Minghella (regista che già avevo molto amato per Il paziente inglese). Tratto dal romanzo della Highsmith, Il talento di Mr. Ripley narra le vicende di Tom Ripley, un ragazzo senza né arte né parte che grazie alle amicizie altolocate riesce a vivere una vita al di sopra delle sue possibilità in giro per l'Europa. Un truffatore insomma e un assassino, perché quando sta per essere scoperto non ha altra alternativa che uccidere coloro che rischiano di far crollare il castello delle sue bugie, ma quel che è peggio uccide anche tutti quelli che ama, perché è totalmente privo di moralità. Riesce, in un modo o nell'altro, a farla sempre franca grazie alle sue capacità affabulatorie e alla faccia da bravo ragazzo e forse è per questo motivo che Ripley è uno dei più bei personaggi di tutti i tempi. Il film è ottimo anche per la colonna sonora (prevalentemente jazz, My funny Valentine su tutte), per le atmosfere da dolce vita, per il cast di attori co-protagonisti (Jude Law, Gwyneth Paltrow, Cate Blanchett, Philip Seymour Hoffman). Molte scene sono girate in Italia e ci sono comparsate di vari attori italiani (Rubini e la Rocca), con un piccolo cammeo di Fiiorello che canta Tu vuo' fa l'americano. La scena più bella, sicuramente quella che resta impressa nella mente più delle altre, è quella in cui durante una gita in barca Matt Damon uccide Law con un remo, ma sono molto intensi anche i confronti tra Ripley e i personaggi di Gwyneth Paltrow e Philip Seymour Hoffman, rispettivamente la fidanzata abbandonata e l'amico di Jude Law/Dickie.

Nessun commento:

Posta un commento

Recommendations by Engageya

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Alcuni immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via E-mail. Saranno immediatamente rimosse.