martedì 20 aprile 2010

MOSTRE: Omar Ronda. Metamorfosi di primavera

Fino al 27 aprile è possibile visitare a Firenze, presso il Palazzo Medici Riccardi, la bella mostra dell'artista biellese Omar Ronda intitolata Metamorfosi di Primavera. Per le sue opere l'artista prende spunto dal mito di Marilyn Monroe e dalla musa ispiratrice di artisti quali Botticelli, Filippo Lippi e Pietro di Cosimo (Simonetta Vespucci), rintracciando tra le due figure femminili, icone di bellezza della loro epoca, una similitudine che riguarda non solo la somiglianza fisica ma anche le loro vicende personali. Infatti, come spiega l'artista nel video che posto sotto, le due donne erano accomunate non solo dalla leggendaria bellezza, ma anche dal fatto di essere state amate dagli uomini più potenti del loro tempo (Simonetta da Giuliano e Lorenzo De' Medici , Marylin da John e Robert Kennedy). L'occasione è buona per un ripasso di storia dell'arte rinascimentale...




Omar Ronda è nato a Portula, Biella ( Italia ) nel 1947. Fin da ragazzo ha coltivato una grande passione per le arti figurative partecipando ad alcune mostre collettive locali e a concorsi di pittura regionali e nazionali. Nel 1965/1966 vince due premi per lui molto importanti a Santhià e a Borgo Dale, in Piemonte. Nel 1968 trascura parzialmente la sua pittura ed apre una galleria d’arte a Biella che propone opere di artisti internazionali quali: Joseph Beuys, Gerhard Richter, Arman, Christo, Cesar, Tinguely, Rotella, Dorazio e tanti altri grandi protagonisti. Conosce Leo Castelli nel 1969 a New York e Gian Enzo Sperone a Torino, tramite loro organizza mostre di straordinaria importanza degli americani Andy Warhol, Robert Raushenberg, Jim Dine, Roy Lichtenstein, James Rosenquist, Frank Stella, Louise Nevelson, Tom Wesselmann, Bob Morris, Robert Indiana, Sol Lewitt e degli italiani: Mario Merz, Gilberto Zorio, Alighiero Boetti, Michelangelo Pistoletto, Giovanni Anselmo, Piero Gilardi, Jannis Kounellis, Luciano Fabro, Giulio Paolini, Mimmo Paladino, Nicola de Maria, Sandro Chia e tanti altri.
Nel 1987 chiude la sua galleria al vertice del successo per tornare finalmente alla sua grande passione. Nel 1988 elabora e lavora su una filosofia che battezza CRACKING ART, basata sullo studio e le analisi delle origini antropologiche delle materie fossili ( petrolio ) ed il loro utilizzo in forma artistica dei suoi derivati plastici ( sintesi artificiali ) attraverso la realizzazione di forme, immagini e simulacri della vita animale e della natura, in modo da restituire al petrolio ( magma naturale ) la sua antica forma poetica ed organica.
Per maggiori informazioni:
http://www.palazzo-medici.it/index.php
http://www.omarronda.com/

Nessun commento:

Posta un commento

Recommendations by Engageya

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Alcuni immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via E-mail. Saranno immediatamente rimosse.