martedì 13 aprile 2010

Letto e commentato: Il viaggio della strega bambina, di Celia Rees


L'Incipit
Mi chiamo Mary. Sono una strega. O meglio, qualcuno mi chiama così. Figlia del diavolo, strega bambina mi sibilano per strada, anche se non conosco né mio padre né mia madre. Conosco solo mia nonna, Alice Nuttal: Mamma Nuttal per i vicini. Mi ha tirata su da quando ero piccola. Se per caso sapeva chi erano i miei genitori, non me lo ha mai detto. Figlia del re degli elfi e della regina delle fate, ecco chi sei tu. Viviamo in una casetta al limitare della foresta, nonna, io, il suo gatto e il mio coniglio. Vivevamo, cioè. Ora non ci viviamo più. Sono venuti alcuni uomini a trascinarla via. Uomini con giacche nere e cappelli alti come campanili. Hanno infilzato il gatto su una picca, hanno spaccato la testa al coniglio sbattendolo contro il muro. Hanno detto che quelle non erano creature di Dio ma demoni, il diavolo stesso camuffato. Hanno gettato quella massa di carne e pelo nel letame, e hanno minacciato di fare la stessa cosa a me e a lei, se non confessava i suoi peccati. Poi l'anno portata via. L'hanno rinchiusa in prigione per più di una settimana. Prima l'hanno fatta camminare a passo di marcia, su e giù, su e giù in mezzo a loro, per un giorno e una notte, finché non è più riuscita nemmeno a zoppicare, tanto aveva i piedi gonfi e sanguinanti. Non avrebbe confessato. Così hanno deciso di dimostrare che era una strega.

L'Autrice
Celia Rees

La ragazza con le pistole
Il viaggio della strega bambina
Se fossi una strega
La casa dei desideri
Eredità di sangue
Pirate

1 commento:

  1. Un romanzo che si legge tutto d'un fiato: siamo nel 1659, la giovane Mary Newbury è costretta a lasciare l'Inghilterra a causa della caccia alle streghe. La seguiremo nel suo viaggio verso il Nuovo Mondo, ma anche qui la cattiveria e l'ignoranza continueranno a perseguitarla...

    RispondiElimina

Recommendations by Engageya

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Alcuni immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via E-mail. Saranno immediatamente rimosse.