giovedì 4 marzo 2010

Letto e commentato: H/H, di Banana Yoshimoto


Hard-boiled

Viaggiavo da sola senza una meta precisa, quando un pomeriggio mi ritrovai a camminare per quel sentiero di montagna. La strada che correva lungo la statale inoltrandosi nell'interno era avvolta da una fitta vegetazione e aveva un aspetto piacevole. Ammirando i disegni formati dalla luce e dall'ombra, cominciai a percorrerla. In quel momento ero nello stato d'animo disteso di chi si prepara a una bella passeggiata.

Hard luck

Quando entrai nella stanza dell'ospedale, fui sorpresa di non trovarci mia madre. Seduta accanto al letto c'era solo Sakai che leggeva un libro. Anche quel giorno vari tubi erano collegati al corpo di mia sorella. L'incredibile ronzio del respiratore elettrico rimbombava nello spazio tranquillo. Era una scena ormai familiare, ma a volte mi appariva anche in sogno, e in quelle occasioni per qualche ragione il mio sgomento era molto più forte di quando la vedevo nella realtà.

Nessun commento:

Posta un commento

Recommendations by Engageya

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Alcuni immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via E-mail. Saranno immediatamente rimosse.