giovedì 17 aprile 2014

RIP: Gabriel García Márquez (1927-2014)

Gabriel José de la Concordia García Márquez (6 marzo 1927-17 aprile 2014)
Ciao Gabo, grazie per i bei momenti trascorsi insieme.

Cinema: L'uomo senza sonno, di Brad Anderson


L'uomo senza sonno (2004) di Brad Anderson. Con Christian Bale, Jennifer Jason Leigh, Aitana Sánchez-Gijón, John Sharian, Michael Ironside, Larry Gilliard Jr, Reg E. Cathey, Anna Massey, Matthew Romero Moore, Robert Long, Colin Stinton, Craig Stevenson, Ferran Lahoz, Jeremy Xido, Norman Bell Titolo originale El maquinista. 

Visto in tv. E' un film un po' vecchiotto, ma sempre bello da vedere con un Christian Bale da paura, quasi irriconoscibile per l'estrema magrezza ai limiti dell'anoressia. Se i sensi di colpa facessero a tutti quest'effetto non ci sarebbe bisogno di una legge per l'omicidio stradale. Bello, senza se  e senza ma. Voto: 9

mercoledì 16 aprile 2014

Libri: L'archivio proibito, di Brad Meltzer

Titolo originale: The inner circle
Autore: Brad Meltzer
Casa editrice: Garzanti
Anno di pubblicazione: 2011
Codice ISBN: 978-88-11-68393-3
Dove e quando: Washington, futuro prossimo


L'Incipit
Sapeva che quella stanza era fatta per custodire segreti. Grandi segreti. La valigetta del Watergate era stata aperta in una saletta come quella. Lo stesso dicasi per i rapporti sull'11 settembre. Sapeva che quella stanza-a volte chiamata Deposito o la Cripta-conteneva i segreti presidenziali e nazionali, e i cosiddetti segreti in legno di pino, cioè quelli racchiusi nelle casse da morto.

Cosa ne penso 
Presentato come un thriller elettrizzante, io personalmente leggendolo mi sono annoiata a morte. Per essere esatti, non vedevo l'ora che finisse, ma me lo sono trascinato per quasi una settimana, giusto per capire come andava a finire. Il protagonista Beecher è un archivista della Casa Bianca. Per aiutare la sua amica d'infanzia Clementine e fare bella figura con lei commette un'imprudenza e si mette nei casini, causando anche la morte dell'amico Orlando. Tutto comincia con un piccolo tour privato nella saletta di lettura riservata niente popò di meno che al presidente degli Stati Uniti, un fantomatico Orson Wallace successore di Barak Obama, ma quando una tazza di caffé viene accidentalmente rovesciata si scatenano una serie di eventi che porteranno il povero Beecher a scoprire un complotto vecchio di 26 anni in cui è coinvolto proprio il presidente e la sua cerchia di fedelissimi (il Culper Ring). Una noia pazzesca. Menomale che l'ho preso in biblioteca!

Opere e autori citati
Don Chiosciotte, Il buio oltre la siepe, Frankenstein, Cent'anni di solitudine.

Perle di saggezza
Ci sono persone, nella vita di ognuno, capaci di risvegliare ricordi antichi. E ce ne sono altre, con cui hai condiviso momenti importanti-il primo bacio, il primo amore, la prima volta-che al solo vederle fanno scoccare una scintilla...e qualcosa di persino più potente. Fanno balenare possibilità. E l'impressione che, potendo tornare indietro, la vostra vita si svilupperebbe in maniera molto diversa.

martedì 15 aprile 2014

Cinema: In Time, di Andrew Niccol

In Time (2012), di Andrew Niccol. Con Justin Timberlake, Amanda Seyfried, Cillian Murphy, Vincent Kartheiser, Olivia Wilde, Alex Pettyfer, Johnny Galecki, Matthew Bomer, Rachel Roberts, Yaya DaCosta, Toby Hemingway, Ethan Peck, Elena Satine, Bella Heathcote, DeVaughn Nixon, Collins Pennie, Melissa Ordway, Aaron Perilo, Jessica Parker Kennedy, Emma Fitzpatrick, Korrina Rico, Christoph Sanders, Trever O'Brien Titolo originale In Time.

Visto in tv ieri. Non ci potevo credere che in Mediaset dessero un film  così bello proprio di lunedì con il Grande Bordello sulla rete ammiraglia! Comunque, gran bel film di fantascienza, con Justin Timberlake (bravo, bello, canta, balla, recita, sa fare tutto tutto), Amanda Seyfried e Cillian Murphy. In un lontano futuro in una città non meglio definita il bene più prezioso degli esseri umani è il tempo: chi ne ha troppo vive con lentezza e chi ne ha pochissimo vive di corsa per non morire. L'unico modo per i protagonisti di salvarsi è di rubare nelle banche del tempo e ridistribuire a chi ne ha bisogno. Voto: 7

giovedì 10 aprile 2014

Libri: Cinquanta sfumature di grigio, di E. L. James

Titolo originale: Fifty shades of grey
Autore: E. L. James
Casa editrice: Mondadori
Anno di pubblicazione: 2011
Codice ISBN: 978-88-04-63253-5
Dove e quando: Seattle, giorni nostri


L'Incipit
Mi guardo allo specchio, arrabbiata e delusa. Al diavolo i miei capelli, che non vogliono saperne di stare a posto, e al diavolo Katherine Kavanagh, che si è ammalata e mi sottopone a questa prova. Dovrei studiare per gli ultimi esami, che saranno la settimana prossima, e invece eccomi qui a cercare di domare questa chioma ribelle.

Cosa ne penso
Ebbene sì, lo confesso, anch'io ho ceduto alla tentazione! Di solito, quando sento parlare di bestseller o di casi editoriali "clamorosi" parto prevenuta e sento subito la puzza di sola, però in questo caso il successo è meritato perché il prodotto è ben confezionato e si fa leggere e inoltre io sono da sempre un'amante del genere erotico/libertino quindi alla fine non potevo non leggerlo. Onestamente? Pensavo peggio. Certo, non un capolavoro, ma si legge scorrevolmente e rispetta tutti i canoni del genere. La protagonista femminile è ovviamente una fanciulla in fiore, innocente, ingenua e un po' imbranata mentre il protagonista maschile manco a dirlo è il classico bello e dannato, ricco sfondato, capace di fare qualsiasi cosa gli frulli per la testa, se poi aggiungiamo quel pizzico di mistero che aleggia sui primi anni della sua infanzia e che sarebbe alla base delle sue perversioni, il gioco è fatto e subito viene voglia di correre al supermercato a comprare il secondo romanzo della trilogia per capire che gli è successo (rigorosamente in edizione economica, però!). Peccato per l'abuso di alcune espressioni che compaiono un po' ovunque nel testo (tipo che lui è un maniaco del controllo, che la dea interiore di lei esulta etc) e che rendono veramente troppo ripetitivo il racconto (vedi anche palloso), mentre passerà alla storia la frase <<Io non faccio l'amore, io fotto senza pietà>>. La parte delle email è perfino divertente e la descrizione degli amplessi è efficace; ci sono continui riferimenti musicali (soprattutto i classici Chopin, Verdi, Pachelbel, Delibes ma anche più terra terra, come Britney Spears e i Kings of Leon ) e letterari (su tutti la Tess of the D'Ubervilles di Thomas Hardy, che non ho letto e La signora delle Camelie di Alexandre Dumas).

Nel complesso, questo primo capitolo mi è piaciuto e finalmente ho capito perché l'anno scorso vedevo ovunque gente con in mano 'sto libro. All'autrice si deve dare atto di aver sdoganato il genere erotico e di aver tolto alla pratica del bondage quella patina di squallore che normalmente le viene attribuita. Per la cronaca nel 2015 uscirà il film tratto dal libro, la cui regia è affidata a Sam Taylor-Johnson, Christian Grey verrà interpretato da quel bocconcino niente male di Jamie Dornan, mentre il ruolo di Anastasia Steele è stato dato a Dakota Johnson (figlia di Melanie Griffith e Don Johnson): da quel che ho potuto vedere, anche il film promette bene.

Perle di saggezza
Un uomo che acquisisce la capacità di prendere pieno possesso della propria mente è in grado di prendere possesso di qualsiasi altra cosa a cui abbia diritto. Andrew Carnegie

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...